News

Colombia, violenza e repressione sulla protesta popolare

Appello di Libera:" Invitiamo le Istituzioni e la società civile italiana a chiedere con forza la cessazione immediata delle violenze contro la popolazione colombiana"

Appello urgente per il rispetto della vita, della dignità e per il diritto alla protesta pacifica in Colombia

Libera,  invita le Istituzioni e la società civile italiana a chiedere con forza la cessazione immediata delle violenze contro la popolazione colombiana, che dallo scorso 28 aprile protesta contro la riforma fiscale imposta dal governo di Ivan Duque e le costanti sistematiche violazioni dei diritti umani, che da anni ostacolano la reale implementazione degli accordi di pace nel paese.

Denunciamo la brutalità della repressione e la totale illegalità dell'operato delle forze di polizia colombiane, in particolare l’ESMAD (Escuadrón Móvil Antidisturbios), che negli ultimi 6 giorni hanno prodotto un saldo di 21 omicidi extragiudiziali, 672 detenzioni arbitrarie, 940 casi di abuso della forza e 30 casi di uso di armi da fuoco contro la popolazione.

Condanniamo la militarizzazione della risposta del governo colombiano, che ha autorizzato l'uso della forza letale contro i manifestanti, in aperta violazione dei diritti umani universalmente riconosciuti e delle garanzie sancite dalla Costituzione colombiana.

Chiediamo con urgenza un intervento a livello internazionale, con una missione di verifica degli organismi internazionali preposti alla tutela dei diritti umani, per proteggere la vita e garantire il diritto a manifestare pacificamente delle nostre sorelle colombiane e dei nostri fratelli colombiani.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche