News

Una mano a Milano

Le dieci proposte della rete associativa di Libera, per fare ripartire Milano senza perdere di vista la necessità di riaffermare e rendere vivi i diritti sanciti dalla Costituzione.

In questa fase di riapertura successiva alla pandemia di coronavirus, le associazioni facenti parte della rete milanese di Libera ritengono importante sottolineare che va mantenuta alta l’attenzione nei confronti delle mafie e della corruzione in un momento quanto mai delicato per la città e per i suoi abitanti.

A livello nazionale il Patto per la Ripartenza #GiustaItalia contiene urgenze e priorità che sono state indicate al Governo e al Parlamento. Ad alcuni di questi contenuti ci richiamiamo nel formulare ulteriori indicazioni riguardanti la città di Milano e la sua realtà provinciale.

In una ipotesi di ripresa, ma soprattutto di cambiamento, è necessario ripartire prestando attenzione innanzitutto ai diritti fondamentali della persona – diritto alla salute, ad un ambiente sano, alla casa, all’assistenza, al lavoro, all’istruzione, sempre più in forse nelle emergenze del presente. A partire da questo ragionamento, sono stati individuati alcuni provvedimenti indispensabili che Libera e le realtà aderenti sottopongono all’attenzione di tutta la cittadinanza e delle istituzioni. Dieci attenzioni, dieci punti, dieci priorità per fare ripartire la nostra realtà cittadina senza perdere di vista la necessità di riaffermare e rendere vivi i diritti sanciti dalla Costituzione, a partire dalla rimozione di ogni disuguaglianza.

Dai beni confiscati, alla riconversione ecologica e sostenibile; dall’emergenza delle povertà educative, all’attenzione alle categorie più fragili; dalla riaffermazione del bene della salute collettiva a partire da una sanità pubblica, fino alle proposte lanciate dal Forum del Terzo Settore: il documento di Libera Milano e delle altre associazioni firmatarie pone l’esigenza di una concertazione tra istituzioni e terzo settore per venire incontro a chi è più solo, a chi è più in difficoltà e potrebbe finire nelle braccia dei mafiosi, degli usurai e dei corrotti per avere riconosciuti i propri diritti.

In allegato il  dettaglio delle proposte nel documento Una mano a Milano 2020

Firme realtà aderenti:

ACLI milanesi, ANPI Milano, Arci Milano, Associazione Famiglie Sindrome di Williams, Associazione il Balzo APS, Associazione Valeria APS, Casa della carità, Cooperativa sociale COMIN, Coordinamento delle scuole milanesi per la legalità e la cittadinanza attiva, CGIL, Festival dei diritti Umani, Fondazione Archè, Insieme senza Muri, Legambiente Lombardia, Mamme a scuola, Non Riservato, Saveria Antiochia Osservatorio antimafia, Scuola di formazione Antonino Caponnetto, Soleterre, Terre des Hommes, WeWorld

Info: milano@libera.it

coordinamento provinciale MILANO
Approfondimento
#Giustaitalia
#giustaitalia // democrazia

#Giustaitalia

Un manifesto con 18 proposte concrete rivolte al Governo e al Parlamento per far ripartire l'Italia
Luigi Ciotti: "La lotta contro la pandemia può e deve essere anche l'occasione per risanare la nostra democrazia!

News correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche