Scuole // Estate Liberi // Politiche giovanili // Università e ricerca

Formazione e percorsi educativi

La conoscenza è la via maestra al cambiamento. Oggi abbiamo più che mai bisogno di conoscenza autentica, di evitare semplificazioni e parole di circostanza. La conoscenza nasce dal non sentirsi mai arrivati, da un bisogno continuo di studiare, approfondire.

Da sempre Libera è impegnata nelle scuole, nelle università, lavora con i giovani, al fianco dei docenti, nelle parrocchie, con le tante associazioni di volontariato. Questo perché oggi, come mai, abbiamo bisogno di educare. L’educazione non si può insegnare, si può solo imparare dal continuo discutere tra chi educa nella ricerca della condivisione dei principi, degli orizzonti e delle pratiche dell’educare civile. Non si educa da soli e non ci si educa da soli. Si educa e, nel contempo, si viene educati. In questo senso l'educazione è un progetto corale: siamo tutti educatori e siamo tutti educati, nessuno escluso. Ci si educa insieme, si stabilisce insieme delle regole, insieme ci si assume delle responsabilità. Insieme è la parola chiave dell'educare.


Formazione

Ciascuno cresce solo se sognato. DANILO DOLCI

Questa frase riassume l'idea di impegno educativo che coltiviamo, inteso come capacità di sognarsi assieme agli altri in un progetto di cambiamento collettivo. Le dimensioni della formazione, dell'educazione, l'accompagnamento delle persone alla partecipazione, con particolare riferimento ai giovani, sono fondamentali per sostenere il nostro impegno e la costruzione di pratiche di contrasto civile alle ingiustizie sociali, alla corruzione e alle mafie, per la costruzione di contesti coesi, attenti alla dimensione della crescita civile e umana degli individui nelle comunità. Abitare i margini, Regoliamoci, Libera lo Sport e tutti i percorsi di formazione sono stati in questi anni i luoghi dove si è concretizzata questa idea di educazione, restituendo alla scuola tutti gli aspetti necessari per essere strumento fondamentale per la formazione dell’uomo, del cittadino e la costruzione di città e comunità che intendono svilupparsi secondo giustizia. L’educazione civile, condivisa in questi anni, è stata gradualmente sottratta dall’estemporaneità dei progetti; dagli interventi sporadici, scollegati dal territorio, dai suoi problemi e dalle sue risorse; recuperando il suo giusto collocarsi nel quotidiano, nella normalità delle cose di tutti i giorni, come dire: sempre e ovunque si può respirare la cultura della giustizia, dell’uguaglianza, del rispetto della dignità delle persone, della tutela delle libertà personali. L'ultimo anno è stato contrassegnato da un forte investimento nei percorsi di formazione territoriale, 200 giornate di formazione tra quelle destinate ai docenti e alle reti di scuole, ai formatori interni ai coordinamenti locali di Libera e agli operatori dei campi di impegno e formazione di E!State Liberi!: momenti per condividere competenze, esperienze e abilitare educatori allo sviluppo di percorsi di formazione e partecipazione a livello locale. Oltre alla sinergia con il settore E!State Liberi!, è stato avviato in collaborazione con il settore Memoria, un percorso di formazione e accompagnamento alla testimonianza.

Politiche Giovanili

L'area di impegno delle Politiche Giovanili si occupa di contribuire alla garanzia, alla promozione e allo sviluppo di percorsi di autonomia giovanile responsabili, legali e sostenibili, in seno alle attività territoriali promosse da Libera. Il lavoro del settore intende sostenere lo sviluppo di pratiche e strumenti nuovi a quelli già esistenti nei presidi territoriali, fornendo più ampi ed eterogenei spazi di espressione e azione al protagonismo giovanile. Le azioni delle Politiche Giovanili  si articolano in quattro momenti principali, a cui sono associate specifiche finalità e corrispondenti attività. Tali momenti di incontro e lavoro tra giovani e territori, con appuntamenti in calendario nel corso dell’anno, corrispondono a quattro azioni confluite ed esplicitate in quattro specifici appuntamenti: Fase 1: La formazione e la costruzione del gruppo di lavoro: Benfatto, le tappe nelle quattro macro-aree Fase 2: L’azione e la progettazione sui territori: Officine Libere Fase 3: L’incontro e la relazione ludico/aggregativa in estate: Appuntamento nazionale dei Giovani di Libera Fase 4: La tappa conclusiva e plenaria di Benfatto e i propositi per il nuovo anno.

Università e Ricerca

Ha il compito di strutturare, in Italia e all’Estero, una rete scientifica d’impegno civile contro le mafie e la corruzione. Le attività si sviluppano principalmente attraverso collaborazioni strutturate con gli Atenei, i corsi di Laurea ed i singoli insegnamenti per la realizzazione di seminari, master, corsi di alta formazione, Summer School Già per l’approfondimento dei temi e la ricerca-azione ed anche attraverso il tutoraggio e l’accompagnamento a studenti e ricercatori per la realizzazione di ricerche sui temi d’interesse. Aderiscono a Libera 54 Atenei, pari a circa il 60% del totale delle 86 Università censite in Italia (escluse quelle telematiche). In più vi sono diverse attività con circa 10 Università straniere stabilmente coinvolte nelle progettualità e nelle attività non solo del settore Internazionale, che, seppur non formalizzate, vedono stabilmente coinvolti dipartimenti e corsi di Laurea. Inoltre è attivo un lavoro di raccolta e archiviazione dei  progetti, dei lavori di tesi e di ricerca realizzati da studenti, ricercatori e professori sul fenomeno mafioso e sulla corruzione. Un archivio ampio a disposizione della comunità dove poter sfogliare e leggere le tesi di laurea e di dottorato realizzate sui temi relativi a legalità, corruzione, criminalità organizzata di tipo mafioso e a tutte le iniziative di contrasto dei fenomeni mafiosi e illegali in genere.

E!State Liberi!

E!State Liberi! Campi di impegno e formazione sui beni confiscati è un progetto finalizzato alla valorizzazione e alla promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati e sequestrati alle mafie, nonché alla formazione dei partecipanti sui temi dell'antimafia sociale e alla conoscenza dei territori coinvolti, attraverso una settimana di vita di campo, immersi in esperienze di impegno sociale ed approfondimento. Se da un lato E!State Liberi! si delinea come un progetto di fondamentale importanza per le realtà che gestiscono beni confiscati e sequestrati, poiché si riesce a indirizzare nei confronti di queste realtà un importante contributo in termini partecipativi e promozionali, dall'altro lato i veri protagonisti sono le migliaia di giovani e adulti, che ogni estate decidono volontariamente di dedicare una settimana delle proprie vacanze ad accompagnare il quotidiano impegno di cooperative sociali ed associazioni nelle reti territoriali dell'antimafia sociale.

approfondimento
Dalla violenza all'impegno
Memoria e Impegno

Dalla violenza all'impegno

Storie al femminile per costruire cambiamento, voci di donne che narrano storie, donne che si alzano dal silenzio dell'omertà, che sollecitano una presa di coscienza collettiva contro la cultura della violenza.

Progetto
Libera la natura
Scuole // sport

Libera la natura

Un progetto che si pone l'obiettivo di diffondere uno sport basato sul rispetto dell'altro, delle regole e del proprio corpo, per combattere e prevenire l'illegalità che condiziona anche il mondo sportivo.

Cosa puoi fare tu
Progetti
Regoliamoci
Scuole // Formazione

Regoliamoci

Concorso rivolto agli studenti di ogni ordine e grado, promosso in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Progetto
Benfatto-Officine Libere
Politiche giovanili

Benfatto-Officine Libere

È un viaggio itinerante che Libera intraprende con i giovani, portando con sé, durante le tappe, la loro carica di idee, speranze, percorsi, motivazioni, energia ed entusiasmo.

progetto
Musica contro le mafie 2018
arte

Musica contro le mafie 2018

Dal 11 al 15 dicembre a Cosenza, premiazioni della 9^ edizione del Concorso nazionale che sostiene e premia la musica socialmente impegnata.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche