Chi é Libera

La storia dell'Associazione

Un pomeriggio del 14 dicembre 1994, le agenzie di stampa lanciano in rete la notizia: «Nasce Libera, cartello di associazioni contro le mafie». L’idea, annunciata da don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele, raccoglie l’adesione di trecento tra gruppi e associazioni.

Spiccano, tra gli altri, l’Arci, le Acli, Legambiente, la Fuci, il Gruppo Abele, la Cgil. Ciascuna associazione con storia e identità proprie e diverse, ma accumulate dalla consapevolezza che opporsi alle mafie è un compito politico, sociale, culturale ed etico che riguarda l’intera società civile. Don Ciotti non si limita ad annunciare la nascita di Libera, ma lancia anche una petizione popolare per raccogliere un milione di firme per destinare a uso sociale i beni confiscati ai mafiosi e ai corrotti. Un’iniziativa che fa discutere e attira sulla neonata associazione l’attenzione del mondo politico e sociale. Libera nasce così con un percorso chiaro, delineato. Intanto nei mesi successivi proseguono gli incontri e le riunioni per delineare il profilo dell’associazione, un percorso costituente che porterà – il 25 marzo 1995 – alla approvazione dello statuto di Libera e alla sua nascita ufficiale, presso la sede della Cgil di Roma, in via dei Frentani. Don Ciotti viene nominato presidente nazionale. 

1993

Primo numero della rivista Narcomafie, edita dal Gruppo Abele

1994

Si svolge a Roma la conferenza stampa della neonata Associazione Libera con don Luigi Ciotti e i Presidenti delle principali Associazioni Nazionali. Viene lanciata la petizione con raccolta firme per chiedere l’utilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie

I edizione Carovana nazionale antimafia, con ARCI

1995

Il 25 marzo si costituisce formalmente Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie

I Campo di formazione antimafia a Manduria (Ta)

1996

La proposta di legge di iniziativa popolare, promossa da Libera, con più di un milione di firme raccolte, viene approvata in Parlamento e diventa la Legge 109/96 - Disposizione in materia di gestione e destinazione di beni sequestrati e confiscati

I Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie a Roma

Nasce Avviso Pubblico, Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie

1997

Bruxelles, audizione pubblica di Libera al Parlamento Europeo, nell’ambito della Risoluzione sul piano d’azione contro la criminalità organizzata che viene poi adottata a novembre

1998

Nasce LaviaLibera, periodico semestrale di Libera, diretto da Gianmario Missaglia, già presidente Uisp

1999

Viene sottoscritto un protocollo d’intesa tra Libera e il Ministero della Pubblica Istruzione sui temi dell’educazione alla legalità

2000

Libera partecipa alla I Conferenza mondiale dell’ONU contro la criminalità organizzata a Palermo

2001

Nasce con bando pubblico in Sicilia la prima Cooperativa Libera Terra, dedicata a Placido Rizzotto

2002

Si tiene a Torino “Strada facendo”, il primo appuntamento sulle politiche sociali in collaborazione con CNCA e Gruppo Abele

Macramè è il piano di comunicazione rivolto ai giovani sui temi dei diritti, della cittadinanza e della legalità promosso da Libera e Gruppo Abele nelle scuole italiane

2003

La “Corsa per la pace e i diritti”, promossa da Libera, attraversa 25 città italiane e anche alcune città straniere come Buenos Aires, Kabul, Baghdad, Grand Bassan in Costa d’Avorio.

2004

Primo Campus Albachiara a Montecatini Terme (PT), promosso dal Gruppo Abele e Libera

2005

Viene assegnato a Libera il palazzo confiscato alla banda della Magliana in via IV novembre a Roma che diventa la  sede nazionale dell'associazione

Torino, sottoscritta la prima convenzione tra Libera e un’università italiana per due master riguardanti la criminalità mafiosa

Partono in Sicilia e Calabria “I campi della legalità – Progetto Libera Terra”  i primi campi di volontario e di formazione sui terreni confiscati organizzati da Libera e Legambiente

2006

Nasce l’Agenzia Cooperare con Libera Terra

“Libero Cinema in Libera Terra”, progetto per allestire luoghi di proiezione e visione collettiva di cinema sui terreni confiscati alle mafie

I edizione Concorso-premio Regoliamoci, in collaborazione con il MIUR

I edizione di Contromafie, gli Stati generali dell’Antimafia a Roma

2007

Prima edizione di “Abitare i margini”, programma di formazione rivolto agli insegnanti sull’educazione alla cittadinanza, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione

Nasce la Fondazione Libera Informazione

2008

Nasce il Consorzio Libera Terra Mediterraneo

2009

In seguito a una modifica allo Statuto, Libera può costituirsi parte civile nei processi di mafia

II edizione di Contromafie, gli Stati generali dell’Antimafia a Roma

2010

Nasce la rete ALAS - America Latina Alternativa Social

Lancio della campagna “Corrotti” e raccolta di firme per la confisca e il riutilizzo sociale dei beni confiscati ai corrotti

A Reggio Calabria nasce la prima rete solidale contro il pizzo, ReggioLiberaReggio

2011

Prende avvio il progetto “Libera la Natura” in collaborazione con il Gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato

A Rizziconi (Rc) la Nazionale Italiana di calcio allenata da Cesare Prandelli gioca sul campetto confiscato alla 'ndrangheta

Nasce il Premio Giornalistico Roberto Morrione, dedicato alla memoria e all'impegno civile e professionale del giornalista Rai, fondatore di Rainews24 e di Libera Informazione

2012

“Amunì”, il progetto promosso da Libera insieme al Dipartimento per la giustizia minorile

2013

Libera lancia tre importanti campagne: “Illuminiamo la salute”, “Io riattivo il lavoro” e “Miseria ladra” 

2014

Trentadue anni dopo la legge Rognoni-La Torre sulla confisca dei beni ai mafiosi in Italia, arriva l'approvazione da parte del Parlamento europeo della Direttiva (UE) 25/02/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa al congelamento e alla confisca dei proventi di reato nell'Unione europea

Roma, conferenza nazionale “Le mafie restituiscono il maltolto. Il riutilizzo sociale dei beni confiscati per la legalità, lo sviluppo sostenibile e la coesione territoriale”

Papa Francesco incontra i familiari vittime di mafia nella chiesa di San Gregorio VII a Roma

III edizione di Contromafie, gli Stati generali dell’Antimafia a Roma

2015

Ventennale di Libera

2016

Nasce la rete Numeri Pari

Appuntamento Nazionale dei giovani di Libera a Cecina (Li)

Viene presentato, in occasione dell’assemblea nazionale di Libera a Rimini, Libera le idee

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003