Dai territori

Siderno (RC): Essere liberi, la storia di Gianluca e Mario

Per una memoria viva nel segno e nella continuità dell'impegno di Mario Congiusta.

L’anno appena trascorso è stato molto impegnativo per il coordinamento di Libera Locride, tanti progetti in cantiere, tanti ragazzi incontrati e molte battaglie combattute insieme.

Camminava al nostro fianco, in tutto questo, un’esile ma coraggioso Gigante dei nostri tempi e della Nostra storia: Mario Congiusta.

Mario è venuto a mancare all’affetto dei suoi cari e di noi tutti lo scorso agosto, consegnandoci un gravoso ma nobile compito, quello di ‘lasciare il modo un po’ migliore di come l’abbiamo trovato’ come direbbero gli scout -suoi fraterni amici-; le lotte da lui intraprese e combattute con dignità ed eleganza, sue prerogative, sono le nostre lotte, le nostre battaglie; coinvolgono famiglie, amici, istituzioni ed associazioni del territorio che hanno visto in Mario, in questi anni, la testimonianza viva di chi non si arrende, nonostante tutto e tutti.

Ed è per tutto quello che ha fatto e per l’eredità che ci ha lasciato che vogliamo dedicare a Mario Congiusta le attività future del nostro Coordinamento, per una Memoria viva e perché porteremo avanti, col nostro agire, la sua stessa ricerca di verità e giustizia.
Mario è stato un’instancabile“educatore”: migliaia di giovani incontrati per raccontare la storia di Gianluca, con la speranza di formare nei ragazzi una coscienza critica e di lasciare un segno…e noi sappiamo che è stato sicuramente così, che l’incontro con quell’uomo elegante ma pungente, sia stato decisivo per molti di quei ragazzi: perché il suo corpo affaticato sui ‘sentieri della memoria’ era testimonianza dell’impegno, perché la sua voce fioca diventava forte e vigorosa per denunciare soprusi e calunnie, perché nessun posto era mai troppo lontano per una testimonianza , perché la bontà del suo animo veniva fuori con poche parole ma...quelle giuste.

Negli ultimi mesi, dopo la scomparsa di Mario, Donatella, Roberta ed Alessandra hanno subito delle intimidazioni, piccoli gesti che descrivono in pieno fin dove l’uomo si può malignamente spingere. Come Coordinamento ci siamo interrogati su quale poteva essere la nostra reazione ad un fatto così grave che colpisce, non solo la famiglia Congiusta, ma tutti noi.

Insieme al Movimento Reggio Non Tace, riproponiamo una conversazione sul processo Congiusta tenuta da Arturo Capone, Professore associato di Diritto Processuale Penale presso l’Università Mediterranea, svoltosi l’estate scorsa nel Cortile degli Ottimati a Reggio Calabria.
All’evento interverranno Giuseppe Angelone del Movimento Reggio Non Tace, il Vescovo Mons. Francesco Oliva e Sabrina Garofalo, Sociologa e Ricercatrice Unical.

L’incontro si svolgerà presso la Sala del Consiglio Comunale a Siderno, il 29 ottobre 2018 alle ore 18.

Invitiamo la Locride ad esserci, per Mario e Gianluca, ma anche per tutti noi.

coordinamento provinciale LOCRIDE
News correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche