Campo per maggiorenni a Longarone

  • Luogo: Longarone (BL) - Veneto
  • A chi è rivolto: dai 18 ai 30 anni
  • Quota di partecipazione: 180,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 15
  • Tipologia alloggio: Posto letto nel convitto scolastico
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Periodo: dal 8 luglio 2024 al 13 luglio 2024
  • Posti esauriti

La trasmissione della Memoria

Il campo vuole riflettere sul tema della memoria e per farlo si svolgerà nel paese di Longarone. Il 9 ottobre 1963 ci fu una grande tragedia che causò la morte di 1910 persone per via del crollo del monte Toc che fece fuoriuscire un’onda distruttrice sulla vallata. La diga e il Vajont, costruite in un luogo dove non dovevano essere costruite, sono il simbolo del profitto che viene prima della vita umana ma anche della ricerca di una giustizia che, negli anni successivi tramite le vicende processuali e risarcimenti, non è stata pienamente soddisfatta. Si vuole quindi riflettere sulla lezione della tragedia che ancora oggi, come dimostrano le numerose ingiustizie in Italia e nel mondo, non è stata capita. Si rifletterà quindi sul tema della memoria, della ricerca della giustizia ma anche dell’ambiente. Al campo parteciperanno superstiti della tragedia e tanti esponenti della società e del volontariato locale per una settimana formativa a stretto contatto con il territorio che è anche immerso nel parco nazionale delle Dolomiti bellunesi. 

 

Attività formative previste

Tra le attività si prevede l'approfondimento delle vicende legate al disastro del Vajont, a partire dal momento centrale dell'ascolto e il lavoro sulle testimonianze dirette dei superstiti. La conoscenza del territorio consentirà di andare oltre, grazie alla possibiltà di visite guidate al paese di Longarone, con attenzione alle sue peculiarità storiche ed unicità urbanistiche e della diga. Si aggiungeranno incontri con esperti della tutela ambientale e Forze dell’ordine del settore forestale, con associazioni del territorio operative nell’ambito della cultura locale e della solidarietà, e ancora conoscenze antropologiche delle esperienze locali con visita dei musei presenti nel territorio. Tra gli incontri con testimoni, attivisti, operatori, dedicheremo uno spazio all'incontro con Libera e con operatori delle forze dell'ordine in ambito investigativo, per ragionare sulla tutela dell'ambiente, sulle infiltrazioni mafiose, sulle sfide future a partire dalle olimpiadi di Cortina 2026. Il lavoro sulla memoria si unirà infine alla testimonianza di familiari di vittime innocenti delle mafie, nel costante impegno di Libera per costruire l'impegno di oggi sullla memoria delle loro storie.

Attività manuali previste


I partecipanti saranno coinvolti in attività di manutenzione del territorio in sinergia con il volontariato locale: pulizia e segnaletica della sentieristica storica nei luoghi del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, sfalcio dei prati utilizzati per diverse attività sociali e turistiche, manutenzione dei luoghi monumentali simbolo della memoria del Vajont come il cimitero e la chiesa di Longarone. Inoltre si prevede di realizzare attività laboratoriali, unendo attività di stampo giornalistico e artistico per realizzare opere che possano restare come presenza sul territorio, landscape art. 
 

Informazioni utili

Come arrivare:

In treno: Stazione Longarone (tratta Venezia o Padova-Calalzo) – ZOLDO (a 5 min. a piedi).

In aereo: Aeroporto di Treviso o di Venezia.

In autobus: Linee provinciali oppure Flixbus con stazione di fermata a Longarone.

In auto:  Uscita autostrada A27 a 7 km da Longarone 

Ospitalità: si alloggerà presso il convitto dell’Istituto alberghiero DOLOMIEU con la possibilità della suddivisione delle camera doppie in uomo/donna

Alimentazione: L'alimentazione è prevista anche per eventuali allergie, celiachia, o scelte vegetariane e vegane. La cucina verrà gestita dal personale dell'istituto scolastico

Materiali obbligatori da portareAbbigliamento adeguato per escursioni in ambiente alpino comprese scarpe. Lenzuola ed asciugamani 

Materiali consigliati: Protettivo solare e indumenti pesanti all’occorrenza (felpa, maglione, giacca a vento, pantaloni lunghi….)

 

Storia della realtà ospitante 

Il campo di svolgerà a Longarone, paese noto per la storia del Vajont ma pieno di peculiarità storiche ed ambientali. La zona è infatti all’interno del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi in cui ci saranno dei momenti di escursioni.  Di seguito riportiamo l’esauriente link al sito turistico di Longarone: https://www.visitlongarone.it/

questo invece il link al Parco: https://www.dolomitipark.it/ 

 

Il campo si svolgerà nelle accoglienti strutturare del convitto dell'Istituto alberghiero “Dolomieu” con il servizio vitto e alloggio gestito con massima professionalità del personale della scuola sempre disponibile per ogni esigenza di natura sia logistica che alimentare. La scuola è comodamente raggiungibile sia dai mezzi pubblici (è a pochi minuti dalla stazione dei treni e dalla fermata degli autobus) che con la viabilità ordinaria visto che è situata a pochi chilometri all’uscita autostradale. C’è anche la possibilità di area parcheggio per chi dovesse venire con auto propria.  

 

 


 

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche