Campo per maggiorenni a Casal di Principe - San Cipriano d'Aversa

  • Luogo: Casal di Principe (CE) - Campania
  • A chi è rivolto: dai 18 anni in su
  • Quota di partecipazione: 200,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 12
  • Tipologia alloggio: Posto letto presso il bene confiscato
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Periodo: dal 15 luglio 2024 al 21 luglio 2024
  • Posti esauriti

Campo Terre di Lavoro in Campania Felix

Chi partecipa al Campo trascorre una settimana immerso in esperienze di impegno sociale ed approfondimento sui temi dell'antimafia e di conoscenza dei territori coinvolti. Nel corso della settimana si fondono momenti di studio, formazione, svago e apprendimento. Mescolando cultura e svago, formazione, informazione e gioco ci si confronta con la parte “sconosciuta” della nostra terra organizzando escursioni presso il Real Sito di Carditello, il Museo della civiltà Campana di Capua, l’Anfiteatro ed il Museo dei gladiatori di Santa Maria Capua Vetere, le Catacombe di San Gennaro ed il quartiere della Sanità a Napoli.

Un ruolo formativo centrale lo hanno la visita, il racconto, le testimonianze e la conoscenza dei beni confiscati nella nostra area, utilizzati a fini sociali che oggi consentono l'inserimento lavorativo delle persone svantaggiate. L’incontro con queste realtà, con le persone che vi lavorano, ma soprattutto con le storie soggettive delle persone fragili che in questi luoghi trovano il loro spazio e la loro realizzazione umana, ha un valore educativo e formativo fondamentale e rappresenta il cuore dell'esperienza di campo. Il bene confiscato, dunque, visto non più solo come conseguenza di un iter giudiziario, ma come luogo “vissuto”, un’area fisica, ovvero, e  spazio dell’anima dove si sviluppano vite, sentimenti, paure e speranze. Dove si incontrano problemi e soluzioni. Dove, soprattutto, da una debolezza, da un crimine, un delitto, una fragilità, un dilemma, prende avvio, invece il riscatto, la speranza, la ricostruzione fisica e spirituale delle persone, ma anche dei luoghi, dei territori e dei contesti sociali.

 

Attività formative previste

Le attività formative sono incentrate in particolare sulle esperienze di riutilizzo sociale dei beni confiscati e sulle storie di riscatto, personali e collettive, collegate a questa esperienza. Il campo sarà l'occasione per conoscere il contesto territoriale, le sue dinamiche criminali e i percorsi di cambiamento avviati grazie alla partecipazione e all'impegno di associazioni, cooperative sociali e cittadinanza attiva. Non mancheranno la conoscenza di Libera e delle sue attività, con approfondimenti sul tema della memoria a partire dalle storie delle vittime innocenti delle mafie.

 

Attività manuali previste

Sono previste attività di vario genere all’interno della Nuova Cucina Organizzata e dei beni confiscati in cui si svolge il campo, dalle attività di manutenzione dei beni, abbellimento, sistemazione del giardino e affiancamento dei soci delle cooperative.  Ci sarà anche spazio per attività di supporto alla formazione nell’ambito del progetto PNRR sulla Povertà Educativa che vede coinvolta la Cooperativa Agropoli.

Informazioni utili

Come arrivare:

In treno: La stazione di riferimento è ALBANOVA sulla linea Roma/Napoli (transitano con buona frequenza e fermano tutti i treni diretti e regionali, tranne gli IC).

In aereo: Scalo aeroporto di Capodichino, Navetta fino alla stazione centrale di Napoli e treno direzione Roma locali e regionali, fermata stazione di Albanova.

In auto:

Da Nord: A1 uscita barriera Napoli Nord e proseguire sull’Asse di supporto Nola-Villa Literno uscita Casal di Principe.

Da Sud e da Est: A30 direzione Roma,  uscita Nola e proseguire sull’Asse di supporto Nola-Villa Literno uscita Casal di Principe.

 

Ospitalità: Si dorme presso la villa confiscata in 3 stanze con 4 posti letto e bagno in camera (è abbastanza gestibile la suddivisione uomo/donna in funzione delle esigenze) con letti a castello. Il campo presenta barriere architettoniche. 

Alimentazione: E' possibile prevedere pasti per persone celiache,vegetariane, vegane ocon allergie previa comunicazione. La Nuova Cucina Organizzata, parte integrante della cooperativa e del percorso formativo, provvederà a fornire pasti adeguati e soddisfacenti

Materiali obbligatori da portare: E' necessario che i partecipanti, inseriscano nel proprio equipaggiamento le seguenti attrezzature:
    • Abiti e calzature comode
    • Guanti da lavoro
    • Cappellino per il sole
    • Borraccia per l'acqua
    • Scodella e bicchiere (non di plastica)
    • Repellenti per gli insetti molesti (zanzare, ecc.)
    • Disinfettante per le mani
    • Asciugamani, copri materasso,lenzuola, federe, teli doccia ed effetti personali

 

STORIA DEI BENI CONFISCATI

I beni confiscati su cui si svolgeranno i campi sono 3: 

  • Casal di Principe (CE) dove è ubicato il Ristorante Pizzeria confiscato a Caterino Mario detto ‘Mario à bott’ ed  affidato al Consorzio NCO
  • Casapesenna (CE) dove sorge “Il Paguro” Ostello e centro di aggregazione giovanile in un bene confiscato alla Camorra che fu la villa del boss Alfredo Zara, affiliato alla fazione Schiavone di Casal di Principe.
  • San Cipriano d’Aversa (CE) dove sorge un gruppo appartamento di disabili psichici, una sala musicale ( prove, registrazione ed incisione ), ed un’ agenzia di comunicazione confiscata a Pasquale Spierto ed affidata alla Cooperativa Agropoli onlus

 

Le vicende processuali relative ai beni ed ai terreni sopra descritti saranno oggetto di approfondimento negli incontri formativi del campo.

 

Per ulteriori info sulle realtà che gestiscono i beni visita le seguenti pagne social:

https://www.facebook.com/LiberaPresidioSanCiprianoDAversa

https://www.facebook.com/ncocucina

https://www.facebook.com/Albanova-cooperativa-sociale-106408117972457

https://www.facebook.com/Cooperativa-Sociale-Agropoli-Onlus-100557759088023

https://www.facebook.com/lafabbricadelleidee.etiket

https://ilpaguro.eu/

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche