Campo per maggiorenni a Gergei

  • Luogo: Gergei (CA) - Sardegna
  • A chi è rivolto: dai 18 anni in su
  • Quota di partecipazione: 140,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 10
  • Tipologia alloggio: tenda
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Periodo: dal 15 luglio 2022 al 21 luglio 2022
  • Posti esauriti

Gergei Su Piroi

Tutte le esperienze, sia quelle residenziali che non residenziali, sono organizzate nel rispetto della vigente normativa Covid-19.

 

Il paese di Gergei è situato al centro della Sardegna ai limiti del Sarcidano, tra la Trexenta e la  Marmilla. Il suo territorio collinare appare dominato da rilievi, e lambito da fiumi che prima di raggiungere la fertile vallata posta fra Gergei e Gesturi, scorrono in una  profonda gola rocciosa, formando una serie d’incantevoli cascate ed altrettanto belle e  freschissime piscine naturali. 

L’Associazione La Strada di Cagliari è nata dall’esperienza di volontariato maturata con i ragazzi  detenuti nell’Istituto Penale Minorenni di Quartucciu, in questi anni ha promosso la cultura del  volontariato, della solidarietà e della legalità. Collaborando attivamente con l’associazione Libera. L’Associazione La Strada di Cagliari dal 2004 gestisce un bene confiscato alla criminalità  organizzata ubicato nel Comune di Gergei, in località Su Piroi. Il bene confiscato è un’ex pizzeria, oggi utilizzato come “Centro di incontro del Volontariato”.

Il contesto ambientale del sito e il valore simbolico della struttura rappresentano aspetti  accattivanti per un giovane che vuole vivere un’esperienza associativa e formativa importante per  stimolare un impegno sociale da vivere poi nei territori di appartenenza. A Su Piroi - Gergei, vengono realizzati incontri, attività formative e laboratoriali, in cui è possibile vivere un’esperienza  in armonia e amicizia.  Particolare significato ha assunto l'esperienza di Estate Liberi con la presenza residenziale, negli  anni, di centinaia di giovani che hanno curato la manutenzione del bene (casa e terreno) e la  messa a dimora di piante di fichi d'india, di mirto e di mandorlo, fin dal 2004 (anno di consegna  del bene). 

Il 13 dicembre 2019 è stato inaugurato Il Parco della Memoria, alla presenza di Don Luigi Ciotti,  presidente nazionale di Libera. Un Parco interamente dedicato alle vittime innocenti delle mafie e  ubicato nell’ex pista di go-kart.  

Durante il campo, verrà effettuata l’attività manuale di risistemazione del bene e di piantumazione  delle nuove piante; i partecipanti, inoltre, sistemeranno al meglio il Parco della Memoria (aiuole,  piante, cunette, accessi, cartelli, murales…) permettendo così ai futuri visitatori di sollecitare la  riflessione e l’impegno attraverso un percorso informativo-formativo guidato. Verranno realizzati incontri con familiari di vittime innocenti di mafia, testimonianze di protagonisti  della lotta alle mafie e alle illegalità, incontri con la cittadinanza e visite nelle realtà associative del  territorio


ATTIVITÀ PREVISTE

La giornata-tipo dell'esperienza del campo è scandita da diversi momenti di attività: - attività di cura ambientale che consiste nella bonifica e pulizia del terreno (prevenzione incendi),  nella cura delle piante di sughero presenti nel terreno facente parte del bene, nella sistemazione e ripristino delle piante di fichi d'india, delle piante di mirto e delle piante di mandorlo e nell'attività di  cura e risistemazione del bene (casa e terreno); 

La formazione tra e con i partecipanti al campo vivrà di momenti specifici su temi concordati e con il coinvolgimento di testimoni ed esperti. I partecipanti saranno coinvolti in attività di approfondimento e ricerca sulle vittime della mafia finalizzato allo sviluppo ulteriore del Parco della Memoria con proposte che possono prevedere anche l’utilizzo di nuove tecnologie.

Infine gli incontri con le istituzioni, le associazioni e con i cittadini del territorio e le visite culturali  per una migliore conoscenza del territorio, rispettando le normative di legge vigenti.

Attività manuali:

  • Pulizia del terreno (sicurezza antincendio);
  • Sistemazione e ripristino piante esistenti;
  • 3Manutenzione del Parco della Memoria 


INFORMAZIONI UTILI


Come arrivare:
In treno: E' possibile arrivare alla Stazione FS a Cagliari ed essere accompagnati alla sede del campo dai volontari di Libera Sardegna (distanza circa 100 Km)
In aereo: Aeroporto Cagliari-Elmas (Km 15 da Cagliari).  I partecipanti verranno accompagnati dai volontari di Libera Sardegna, dall'aeroporto o dal porto, alla sede del bene confiscato dove si svolgerà il campo di volontariato.
Gli altri aeroporti nell’isola sono si trovano ad Alghero e Olbia: da qui però il trasferimento dei volontari alla sede del bene confiscato è autonomo

In autobus: E’ possibile arrivare autonomamente a Gergei attraverso le linee autobus dell’ARST
In auto: Dalla S.S. 131 entrare nello svincolo per Furtei, proseguire per Villamar, Barumini quindi proseguire per Gergei.

 

Ospitalità: l'alloggio all'aperto in tenda e con docce all'aperto

Alimentazione: L’alimentazione è pensata sia per celiaci e allergie varie che per vegani e vegetariani, previa comunicazione e sarà gestita insieme ai partecipanti

Materiali obbligatori da portare: D.P.I. (mascherine), Toilette personale, asciugamani, scarpe/scarponi da lavoro, abiti da lavoro, cappellino, crema solare, repellente per
insetti


STORIA DEL BENE CONFISCATO

Il luogo di attività del campo è una ex pizzeria, realizzato a suo tempo con risorse della criminalità organizzata, ora c’è un centro propulsivo capace di attrarre giovani da tutta Italia, nel segno della  legalità e della cultura antimafia. Il bene si trova in aperta campagna, nel cuore della Sardegna, in  una tenuta ricca di vegetazione appartenente alla macchia mediterranea, come il mirto ed il fico  d’india.  Il bene di Su Piroi, a Gergei, è diventato Centro di incontro del Volontariato in cui  vengono organizzati incontri, giornate di studio, corsi di formazione, campi estivi e altre  manifestazioni che coinvolgono associazioni, scuole e istituzioni. Il 13 dicembre 2019 è stato inaugurato Il Parco della Memoria, alla presenza di Don Luigi Ciotti,  presidente nazionale di Libera. Un Parco interamente dedicato alle vittime innocenti delle mafie e ubicato nell’ex pista di go-kart.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche