Campo per gruppi a Casal di Principe - San Cipriano d'Aversa

  • Luogo: Casal di Principe (CE) - Campania
  • A chi è rivolto: per gruppi organizzati
  • Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 12
  • Tipologia alloggio: Posto letto
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Periodo: dal 4 luglio 2022 al 10 luglio 2022
  • Posti esauriti

Campo Terre di Lavoro in Campania Felix

Tutte le esperienze, sia quelle residenziali che non residenziali, sono organizzate nel rispetto della vigente normativa Covid-19.

 

Chi partecipa al campo di Casal di Principe - San Cipriano d'Aversatrascorre una settimana immerso nelle esperienze di impegno sociale, approfondimento sui temi dell'antimafia e di conoscenza dei territori coinvolti. Nel corso della settimana si fondono momenti di studio, formazione, svago e apprendimento senza creare separazioni nette e schematiche tra le varie attività e le loro funzioni sia pedagogiche che ricreative. Mescolando cultura e svago, formazione, informazione e gioco ci si confronta con la parte “sconosciuta” della nostra terra organizzando escursioni presso il Real Sito di Carditello, il Museo della civiltà Campana di Capua, l’Anfiteatro ed il Museo dei gladiatori di Santa Maria Capua Vetere, le Catacombe di San Gennaro ed il quartiere della Sanità a Napoli. 

 

ATTIVITÀ PREVISTE

 

La visita, il racconto, le testimonianze e la conoscenza dei beni confiscati nella nostra area ed utilizzati a fini sociali, hanno un ruolo formativo centrale soprattutto in funzione del binomio “bene confiscato - attività economica associata” e conseguente inserimento lavorativo di persone svantaggiate.  

L’incontro con queste realtà, con le persone che vi lavorano, ma soprattutto con le storie soggettive delle persone fragili che in questi luoghi trovano il loro spazio e la loro realizzazione umana, ha un valore educativo e formativo notevole. Il bene confiscato, dunque, visto non più solo come conseguenza di un iter giudiziario, ma come luogo “vissuto”, un’area fisica, ovvero, e  spazio dell’anima dove si sviluppano vite, sentimenti, paure e speranze. Dove si incontrano problemi e soluzioni. Dove, soprattutto, da una debolezza, da un crimine, un delitto, una fragilità, un dilemma, prende avvio, invece il riscatto, la speranza, la ricostruzione fisica e spirituale delle persone, ma anche dei luoghi, dei territori, dei contesti sociali.

Attività manuali previste

L’impegno manuale si caratterizza soprattutto nella manutenzione del bene confiscato a Cancello Arnone dove è in atto un consistente progetto di recupero di un'antica masseria. Fondamentalmente il lavoro sarà di tipo agricolo.

 

INFORMAZIONI UTILI

Come arrivare:

In treno: La stazione di riferimento è ALBANOVA sulla linea Roma/Napoli (transitano con buona frequenza e fermano tutti i treni diretti e regionali, tranne gli IC).

In aereo: Scalo aeroporto di Capodichino, Navetta fino alla stazione centrale di Napoli e treno direzione Roma locali e regionali, fermata stazione di Albanova.

In auto:

Da Nord: A1 uscita barriera Napoli Nord e proseguire sull’Asse di supporto Nola-Villa Literno uscita Casal di Principe.

Da Sud e da Est: A30 direzione Roma,  uscita Nola e proseguire sull’Asse di supporto Nola-Villa Literno uscita Casal di Principe.

 

Ospitalità: Si dorme presso la struttura del bene in 4 stanze con 4 posti letto e bagno in camera (è abbastanza gestibile la suddivisione uomo/donna in funzione delle esigenze) con letti a castello. Il campo non è adeguato ad ospitare persone portatrici di handicap.

Alimentazione: E' possibile prevedere pasti per persone celiache,vegetariane, vegane ocon allergie previa comunicazione. La Nuova Cucina Organizzata, parte integrante della cooperativa e del percorso formativo, provvederà a fornire pasti adeguati e soddisfacenti

Materiali obbligatori da portare: E' necessario che i partecipanti, inseriscano nel proprio equipaggiamento le seguenti attrezzature:

    • Mascherina
    • Abiti e calzature comode
    • Guanti da lavoro
    • Cappellino per il sole
    • Borraccia per l'acqua
    • Scodella e bicchiere (non di plastica)
    • Repellenti per gli insetti molesti (zanzare, ecc.)
    • Disinfettante per le mani
    • Asciugamani, copri materasso,lenzuola, federe, teli doccia ed effetti personali

 

STORIA DEI BENI CONFISCATI

Lo spazio fisico dove alloggiano i partecipanti è condiviso con un gruppo di convivenza per disabili mentali. Quindi l’impatto con la diversità è immediato, ma anche l’incontro con la fragilità altrui ha mette i ragazzi in condizione di riflettere e quindi di imparare, apprendere confrontandosi con la diversità in ogni momento della giornata generando risultati veramente interessanti e ogni oltre aspettativa.
Il risultato più importante riteniamo sia riuscire a parlare di mafia, di beni confiscati, di storie criminali, di fragilità mentale, di possibilità, di riscatto, di recupero, di bellezza, di eccellenze, di storia, di arte, di musica anche popolare (non solo rap e trap) senza mai perdere una battuta. Sempre al massimo della tensione e dell’attenzione.
É nostra convinzione che i partecipanti ai nostri campi tornano alle loro attività e alle loro famiglie un po più ricchi dentro, ma soprattutto consapevoli che la nostra “Terra” è bella, ricca, feconda di storia, arte, cultura, musica. Una terra che a volte si nasconde, ma che sa anche rivelarsi in tutto il suo splendore.
I beni confiscati su cui si svolgeranno i lavori del campo sono i seguenti:  

    • Casal di Principe (CE) dove è ubicato il Ristorante Pizzeria confiscato a Caterino Mario detto ‘Mario à bott’ ed  affidato al Consorzio NCO

    • San Cipriano d’Aversa (CE) dove sorge un gruppo appartamento di disabili psichici, una sala musicale ( prove, registrazione ed incisione ), ed un’ agenzia di comunicazione confiscata a Pasquale Spierto ed affidata alla Cooperativa Agropoli onlus

    • Santa Maria La fossa (CE) dove si coltiva la vite maritata al pioppo per la produzione del vino asprinio confiscato a Francesco Schiavone detto ‘Cicciariell’ ed affidato all’ Ats Cooperativa Eureka onlus/Cooperativa Agropoli onlus

    • Cancello Arnone terreni agricoli confiscati a Zagaria Vincenzo.

Le vicende processuali relative ai beni ed ai terreni sopra descritti saranno oggetto di approfondimento negli incontri formativi del campo.

 

Per ulteriori info sulle realtà che gestiscono i beni visita le seguenti pagne social:

https://www.facebook.com/LiberaPresidioSanCiprianoDAversa

https://www.facebook.com/ncocucina

https://www.facebook.com/Albanova-cooperativa-sociale-106408117972457

https://www.facebook.com/Cooperativa-Sociale-Agropoli-Onlus-100557759088023

https://www.facebook.com/lafabbricadelleidee.etiket

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche