Campo per minorenni e maggiorenni a Sessa Aurunca

  • Luogo: Sessa Aurunca (CE) - Campania
  • A chi è rivolto: dai 16 anni in su
  • Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 40
  • Tipologia alloggio: Posti letto in struttura e area tende
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Periodo: dal 4 luglio 2022 al 9 luglio 2022
  • Posti esauriti

Al di là dei sogni

Tutte le esperienze, sia quelle residenziali che non residenziali, sono organizzate nel rispetto della vigente normativa Covid-19.

 

Il Campo si svolgerà sul bene confiscato "A. Varone", a Maiano di Sessa Aurunca (CE) gestito dalla cooperativa sociale "Al di là dei Sogni". La cooperativa si costituisce nel 2004 come cooperativa mista: di tipo “A” e “B”; cioè sia di “servizi alla persona” che hanno come finalità lo sviluppo del benessere psico-fisico della persona (A) e sia di servizi che hanno come finalità prevalente l’inserimento formativo e lavorativo delle fasce svantaggiate (B). A partire dal 2008, con la gestione del bene confiscato “Alberto Varone”, presso Maiano di Sessa Aurunca (CE), i soggetti appartenenti a “fasce deboli” possono trovare la dignità di nuovi percorsi di vita; sono soggetti provenienti da situazioni di disagio (salute mentale, ex dipendenze, ospedali psichiatrici giudiziari (O.P.G.), area-riabilitazione) che con i Budget di salute, attraverso i cosiddetti progetti terapeutici riabilitativi individualizzati, i P.T.R.I., in cogestione con le Asl, vengono inseriti in un graduale ma costante percorso di autonomia .La sfida è di promuovere, attraverso questo inserimento, una filiera produttiva ed etica che parte dalle attività sociali e da quei luoghi che una volta erano simboli di violenza e di sopraffazione e che oggi, invece, sono rinati a nuova vita grazie alla collaborazione con le istituzioni e con tutte le realtà sociali del territorio. Il bene è esteso per 17 ettari di terreno, diviso in tre lotti. Il lotto dove vengono ospitati i campisti è di 7 ettari ed è composto da: una struttura ricettiva, un agriturismo e un ristorante sociale, un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli a marchio N.C.O. (Nuova Cooperazione Organizzata) per la realizzazione dell'iniziativa "FACCIAMO UN PACCO ALLA CAMORRA" ed una fattoria didattica e sociale. La cooperativa inoltre collabora sul territorio con il Comitato Don Peppe Diana, associazione di promozione sociale nata in seguito alla morte di Don Giuseppe Diana, vittima innocente della camorra. 

 

ATTIVITÀ PREVISTE

L’esperienza proposta si prospetta ricca ed intensa, sia per l’impegno concreto richiesto per la valorizzazione del bene confiscato che occuperà la prima parte della giornata, sia per gli incontri formativi pomeridiani. Attraverso quest’ultimi, infatti, verrà tracciato un percorso graduale ma intenso che aiuterà i ragazzi a comprendere e calarsi nel particolare “clima comunitario “della cooperativa sociale, percorso che gli farà conoscere non solo la storia del territorio che li ospita ma soprattutto le forme di resistenza alla criminalità organizzata attualmente vive ed attive nella realtà casertana. Tutto questo attraverso numerose testimonianze e visitando quei luoghi che oggi sono il simbolo di una criminalità che ha perso.

 

Attività manuali previste

I campisti avranno l’opportunità non solo di contribuire concretamente prendendo parte alle diverse attività di impegno all’interno del bene confiscato, ma soprattutto avranno la possibilità di confrontarsi e conoscere le storie di coloro i quali hanno avuto una “seconda occasione” e sono riusciti a riappropriarsi della loro vita e dignità. Le attività del campo riguarderanno i vari ambiti di impegno della cooperativa, dal ristorante sociale alla fattoria didattica, dall’agricoltura sociale al turismo responsabile e sostenibile, dove i soggetti appartenenti a “fasce deboli” trovano la dignità di nuovi percorsi di vita.

 

INFORMAZIONI UTILI

Come arrivare:

In treno: Fermata Stazione di Sessa Aurunca – Roccamonfina. E' previsto un servizio navetta messo a disposizione dalla Cooperativa dalla Stazione di Sessa Aurunca-Roccamonfina al bene confiscato Alberto Varone.

In aereo: Aeroporto Internazionale di Napoli Capodichino

In auto

Da Roma: uscita Autostrada A1 San Vittore, seguire SS 430 direzione Sessa Aurunca.
Da Napoli: uscita Auto Autostrada A1 San Vittore, seguire SS 430 direzione Sessa Aurunca

Ospitalità:  I campisti pernotteranno all’interno di due strutture del bene confiscato e nelle aree esterne attigue ad esso, i 40 posti disponibili saranno così suddivisi:

  • 22 Posti letto in struttura 
  • 18 Posti nelle aree esterne destinate al montaggio tende

Il campo è adeguato ad ospitare persone portatrici di handicap.

Alimentazione: L’alimentazione è pensata sia per celiaci e allergie varie che per vegani e vegetariani. I pasti verranno preparati dalla cuoca che lavora all’interno della cooperativa. I pasti verranno distribuiti ai partecipanti utilizzando piatti,bicchiere e posate biodegradabili.

Materiali obbligatori da portare: Lenzuola, federa o sacco a pelo, tenda se si ha come soluzione per dormire il posto tenda, abiti e scarpe adeguati a lavori agricoli e di manutenzione, borraccia, bicchiere, costume, guanti da lavoro, cappello per il sole.

 

STORIA DEL BENE CONFISCATO

Il bene confiscato, si trova a Maiano, una piccola frazione del comune di Sessa Aurunca, a vocazione agricola ma incasellato tra mare (a circa 10 km dalla nota località turistica di Baia Domizia), fiume (a circa 500 metri in linea d'aria dal fiume Garigliano) e a circa 15 km dai monti aurunci e dalla località turistica montana di Roccamonfina. Per la presenza di queste risorse naturali, la cooperativa Al di là dei sogni, in sinergia con altri soggetti del territorio, come prima esperienza ha realizzato e promosso un progetto di turismo ecosostenibile con l'attivazione di un centro addestramento canoe e annessa palestra per rendere navigabile il fiume e realizzare diverse attività (trekking, cavallo, tiro con l'arco, ecc...) su un'area naturale denominata "Parco Ulisse" e sviluppare così escursioni eco-fluviali e marine in dragon boat e in canoa. Il bene appartenente al clan Moccia è stato confiscato nel 1994 e affidato definitivamente alla cooperativa nel 2011. Dal 2011 è dedicato ad Alberto Varone, vittima innocente della camorra. Prima del sequestro il bene confiscato era adibito ad azienda agricola, e allevamento di bestiame. Dal 2004 il bene è stato riqualificato attraverso diversi interventi, tra i quali la coltivazione dei campi, la costruzione di un agriturismo, di un impianto di trasformazione di prodotti agricoli e di un ristorante sociale. 

 

È necessario arrivare dopo le 12:00 ed entro le 17:00 del LUNEDI e ripartire entro le ore 12:00 del SABATO

N.B:  Sia per il giorno di arrivo che per il giorno di ripartenza non è previsto il pranzo, si consiglia quindi di munirsi di pranzo a sacco.

 

Per ulteriori informazioni visita la pagina social della cooperativa:

https://www.facebook.com/coopdeisogni/ 

Diario del campo

Caro futuro partecipante, questa è un'esperienza "ai confini della realtà". Ma la realtà è questa, qui e ora. Possiamo ignorarla, far finta di non vedere, ma c'è e il nostro DOVERE è quello di agire, non servono miracoli, non servono supereroi, serve gente normale che fa il suo lavoro con impegno, determinazione ed onestà. Con poco, ma tutti insieme, possiamo fare di questo mondo, di questo paese, di questo territorio un posto migliore.

Rodolfo, 51 anni - Campo di Sessa Aurunca

Messaggio del 20 agosto 2022

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche