Campo per singoli a Trento

  • Luogo: Trento (TN) - Trentino Alto Adige
  • A chi è rivolto: dai 18 ai 25 anni
  • Quota di partecipazione: 160,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 18
  • Tipologia alloggio: letto
  • Tipologia campo: Residenziale
  • Campo tematico: Si
  • Periodo: dal 9 agosto 2021 al 15 agosto 2021
  • Posti esauriti

Dove è buio brillano le stelle

AVVISO - Tampone in ingresso: per partecipare al campo è necessario sottoporsi a tampone antigenico (rapido) nelle 48h che precedono l'inizio del campo e presentare la certificazione di esito negativo all'arrivo. La mancata presentazione non permetterà l'ingresso e la partecipazione alle attività.

 

Il campo, giunto ormai alla sua quarta edizione, si terrà nella splendida cornice della città di Trento; nasce dalla collaborazione tra Centro Astalli Trento, Villa Sant’Ignazio, CSV Trentino - Non Profit Network e Libera Trentino, enti che si sono resi conto che in territorio trentino i temi delle mafie e delle migrazioni - anche se contro le più diffuse aspettative - rivestono un ruolo centrale nella vita pubblica del territorio; e che i due temi, pur avendo in apparenza poco a che fare tra loro, sono realtà fortemente connesse, l’una influenzando l’altra e incidendo sulle vite di persone e comunità.
I campisti verranno chiamati a mettersi in gioco per scoprire queste pericolose connessioni, e i danni da esse causati sulle vittime, “dirette” (si parla, ad esempio, di traffico e tratta di migranti) e “indirette” (tutti noi, che viviamo impotenti il dramma delle migrazioni forzate e l’impatto delle mafie sui nostri territori). Parteciperanno in modo propositivo alla ricerca di soluzioni applicabili nella nostra quotidianità. Le attività pratiche contribuiranno a creare consapevolezza non meno di quelle teoriche, perché i campisti potranno creare un efficace gruppo di lavoro, e verranno affiancati in alcune attività manuali da alcuni richiedenti asilo e rifugiati.

 

Attività Previste

Le attività formative saranno finalizzate a comprendere la complessità dei fenomeni migratori e dei suoi intrecci con gli interessi della criminalità organizzata attraverso una formazione su più livelli:


? teorica, attraverso seminari, dibattiti, giochi di ruolo e racconti di storie di vita e di migrazione;
? pratica, che permetta ai partecipanti di “sporcarsi le mani”, di partecipare attivamente alla cura degli spazi dove vivranno, di relazionarsi con gli ospiti che vivono a Villa Sant’Ignazio e con i protagonisti delle migrazioni stesse, troppo spesso classificati con lo sbrigativo termine “migrante” e mai visti nella loro individualità, come persone portatrici di una storia da raccontare e da valorizzare.

Verranno coniugate memoria e impegno, sia attraverso l’ascolto delle preziose storie che i richiedenti asilo hanno da raccontare, che fornendo la possibilità di riportare sul proprio territorio strumenti il più possibile pratici volti a portare avanti una narrazione efficace e veritiera delle migrazioni forzate.

Attività manuali

Le attività manuali proposte si svolgerannopresso strutture legate a Centro Astalli Trento e Villa Sant’Ignazio a fianco di alcuni ragazzi richiedenti asilo o rifugiati: a seconda delle esigenze delle strutture, le attività potranno consistere in: riordino e manutenzione di spazi interni ed esterni, coltivazione degli orti, imbiancatura ecc.

Informazioni Utili

 

Come arrivare:

In treno: Stazione ferroviaria di Trento; se necessario, su richiesta, potranno essere organizzate navette stazione/struttura.

In aereo: Aeroporto di Verona - Catullo (il più vicino) Aeroporto di Venezia - Marco Polo Aeroporto di Milano-Bergamo Dall’aeroporto ai partecipanti sarà richiesto di raggiungere la stazione ferroviaria di Trento; se necessario, su richiesta, potranno essere organizzate navette dalla stazione/struttura.

In autobus : Stazione delle Autocorriere di Trento. Se necessario, su richiesta, potranno essere organizzate navette stazione/struttura.

in auto:  Villa Sant’Ignazio (Via delle Laste, 22 -38121 Trento). La struttura dispone di posti auto.

Ospitalità: l'alloggio è previsto con posto letto

Alimentazione: E' possibile prevedere pasti per persone celiache/vegetariane o per altre esigenze specifiche previa comunicazione. la struttura è fornita di personale specializzato per la cucina, ma i partecipanti collaboreranno in alcune attività (allestimento sala da pranzo,
lavaggio piatti ecc.).

Materiali obbligatori da portare: Abiti da lavoro adeguati a lavori manuali, cappellini e scarpe comode (antinfortunistica o trekking) e guanti da lavoro. L’eventuale attrezzatura specifica per il lavoro sarà fornita dallo Staff.

Materiali consigliati: Abbigliamento comodo e sportivo. N.B. Nella scelta del vestiario, raccomandiamo premura in quanto i campisti interagiranno con coetanei provenienti da paesi e culture differenti.

 

Storia della realtà ospitante

Nel 1929 Villa S. Ignazio prende vita come casa per Esercizi Spirituali ignaziani ad opera della Compagnia di Gesù. Negli anni ’60, quando l’Italia subisce repentini cambiamenti economici e sociali, Villa S. Ignazio amplia i propri spazi e li apre a coloro che vivono situazioni di difficoltà, generando una comunità di accoglienza, finalizzata a rispondere ai bisogni emergenti della persona (https://www.vsi.it/)
A partire dagli anni ‘80, la Cooperativa ha dato vita ad una serie di realtà sociali, creando così una rete fitta tra organizzazioni senza scopo di lucro. Al fine di rafforzare e strutturare al meglio l’operatività di Villa S. Ignazio, nel 1998 la Compagnia di Gesù ha costituito la Fondazione S. Ignazio che connette le realtà nate dalla Cooperativa e che, ancora oggi, gravitano attorno ad essa. (https://www.fondazionesantignazio.it/)


Per conoscere più da vicino Villa Sant’Ignazio:
https://www.youtube.com/watch?v=8zXyHMl7-bg&t=27s

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche