News

Mosaico Roma, quinto appuntamento

Next Generation EU: pianificare oltre l'emergenza. Proposte per Roma Capitale

In programma il quinto appuntamento di Mosaico Roma, promosso dalla Rete dei Numeri Pari e dedicato al tema del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e alle proposte per pianificare oltre l’emergenza il futuro di Roma Capitale.

Venerdì 26 febbraio dalle ore 18:00 alle 20:00 sui canali social e sul sito della Rete dei Numeri Pari sarà possibile seguire in diretta l’iniziativa. Un incontro in cui si parlerà del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, mettendo alla luce le esigenze e gli obiettivi strategici indicati dal NGEU e avanzando proposte concrete per Roma Capitale. Le ingenti risorse messe a disposizione per il nostro Paese – circa 224 miliardi di euro – dovranno seguire le esigenze e gli obiettivi strategici indicati dal NGEU al fine di superare la crisi economica, sociale, ambientale e sanitaria e rischiano di essere utilizzate per scopi opposti agli obiettivi enunciati o di non essere spese.

All’iniziativa parteciperanno tra gli altri: Fabrizio Barca – portavoce Forum Disuguaglianze Diversità, Giuseppe De Marzo – coordinatore nazionale della Rete dei Numeri Pari, Eugenio Ghignoni – CGIL Roma e Lazio, Clara Habte e Daniela Patti – Eutropian, Valerio Lembo – SCuP, Nino Lisi – Ass. Cittadinanza e minoranze, Paula Marques – Assessora del Comune di Lisbona, Elisa Sermarini – Libera, Maurizio Simmini – presidente Cooperativa Sociale ISKRA.

Scarica il documento di proposta link
Per maggiori informazioni su Mosaico Roma link
Evento Facebook link

Approfondimento
Mosaico Roma
Numeri Pari // approfondimento

Mosaico Roma

Un percorso che parte dal mutualismo e dalla cooperazione per costruire risposte concrete ai bisogni della città, offrire nuovi punti di vista e proposte per uscire dalla crisi.

News correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche