Campo per singoli a Polistena

  • Luogo: Polistena (RC) - Calabria
  • A chi è rivolto: dai 18 anni in su
  • Quota di partecipazione: 140,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 12
  • Tipologia alloggio: NON E' PREVISTO L'ALLOGGIO
  • Periodo: dal 24 agosto 2020 al 28 agosto 2020

Piana di Gioia Tauro

Il contesto di riferimento del campo è la Piana di Gioia Tauro, un territorio a forte vocazione agricola, compreso tra il mar Tirreno e il massiccio dell'Aspromonte.  E' un distretto economico e sociale che paga il prezzo di uno sviluppo mancato o distorto. Terra di corsi e ricorsi storici  ha visto consumarsi in passato aspre lotte contadine, ed oggi vede riproporsi il tema delle rivendicazioni umane e salariali con i nuovi braccianti agricoli: i migranti africani accampati tra Rosarno e San Ferdinando. Terra di dominio mafioso dove, tra gli anni '70 e '90, le ndrine costruivano, tra sanguinosi conflitti e reti di protezione e collusione, le basi criminali dell'impero globalizzato di oggi; ma anche terra di battaglie antimafia ante litteram e di nuove forme di resistenza civile e morale, dopo l'orribile stagione dei sequestri di persona. 
Qui, negli anni 90,  all'interno di un oratorio, un gruppo di giovani prendeva la coraggiosa decisione di resistere apertamente all'atteggiamento dominante di sottomissione alla mafia, mentre a livello nazionale, l'Associazione Libera raccoglieva un milione di firme per richiedere una legge sull'uso sociale dei beni confiscati alla mafia.  Nel 2002, dopo l'approvazione della legge 109/96, fu lanciato dall'Associazione il progetto “Libera Terra in Calabria” e nel 2004 quel gruppo di giovani cresciuto all'ombra del campanile fondò la cooperativa sociale Valle del Marro.
Fino ad oggi alla cooperativa è stata affidata la gestione di 100 ettari di terreni agricoli confiscati alla 'ndrangheta in diversi Comuni della Piana di Gioia Tauro, dove coltiva in modo biologico agrumi, ortaggi, olive. Le attività agricole biologiche vanno di pari passo con diverse altre iniziative, sociali ed educative, che s'inseriscono in un largo movimento sociale dove altre realtà come la Chiesa, il sindacato, l'associazionismo, giornalisti e imprenditori sotto scorta, familiari di vittime innocenti s'impegnano per la tutela dei diritti fondamentali dell'individuo e della comunità. 
Il partecipante al campo sarà impegnato in attività manuali e formative tese a conoscere e diffondere un nuovo modello di società ed economia, centrato sulla cura della terra, la redistribuzione del benessere, la lotta culturale alla mentalità mafiosa. 
Per ogni singola giornata verranno comunicati di volta in volta ai partecipanti luoghi, attività e orario di appuntamento.

 

 

Attività previste

I partecipanti al campo vivranno un'esperienza formativa e di impegno  come contributo al processo di rivitalizzazione sociale e civile dei beni confiscati alle mafie e del territorio circostante. Di mattina, in affiancamento ai soci e dipendenti della Valle del Marro – Libera Terra,  parteciperanno  alla coltivazione dei terreni confiscati,  accostandosi operativamente ai temi dell'agricoltura biologica e della sostenibilità ambientale. Nelle ore pomeridiane, svilupperanno le tematiche del contrasto e della lotta alle mafie attraverso incontri-testimonianza con cooperatori, giornalisti e familiari di vittime innocenti. 
Il percorso mira a creare una storytelling attraverso la quale raccontare come è avvenuta la trasformazione dei beni confiscati alla mafia in punti di riferimento positivi per la collettività, creando nelle nuove generazioni il senso di riappropriazione dei luoghi e un impegno verso processi di liberazione culturale.

 

Le attività manuali di cura dei beni confiscati consisteranno in:

1) diserbo manuale su campi di ortaggi, agrumi, kiwi e giovani impianti di ulivi;
2) operazioni di raccolta di ortaggi (peperoncino piccante); 
3) eventuale piantumazione e rimpiazzo di fallanze su campi di kiwi o di ulivi;
5) realizzazione di siepi e spietramento manuale del terreno;    
6) opere di risistemazione di strutture presenti sul bene (recinzioni, tinteggiatura di porte e cancelli).

 

Informazioni utili

come arrivare

I partecipanti dovranno raggiungere autonomamente e quotidianamente il Centro aziendale sito a Polistena (RC) in via Pio la Torre n° 10, da dove ci si sposterà nei luoghi di svolgimento delle attività manuali di impegno. Le attività formative  avranno luogo presso il Centro aziendale.

ospitalità: Non è prevista la residenzialità. Il centro aziendale sito a Polistena, è attrezzato per ospitare persone con handicap. I campi agricoli siti in diversi Comuni, presentano invece alcune difficoltà per i portatori di handicap: è importante dunque segnalare eventuali necessità.

alimentazione:  Non è prevista l'erogazione di pasti. E' opportuno quindi portare con sé il pranzo a sacco e la propria borraccia.

materiali obbligatori da portare: Tuta da lavoro o salopette, Scarpa antinfortunistica,  Mascherine, Guanti  in tessuto e/o in lattice, Zainetto, Cappellino a tesa larga, Occhiali da sole di protezione, borraccia, crema di protezione dai raggi solari,  Documento d'identità e tessera sanitaria. Eventuali farmaci o dotazioni sanitarie di cui si fa uso normalmente.

 

materiali consigliati da portare: taccuino, penna, maglietta di ricambio.

 

Storia del bene confiscato

I terreni agricoli, collocati in diversi Comuni della Piana di Gioia Tauro, sono stati sequestrati e confiscati tra gli anni '80 e '90. Le vicende processuali hanno messo in luce un fenomeno mafioso rappresentato da articolate cosche della 'Ndrangheta, attive nel campo dei traffici illeciti, delle estorsioni, dei sequestri di persona, delle truffe in agricoltura. Si tratta di gruppi mafiosi storici, particolarmente influenti nel settore del movimento terra e agricolo-commerciale. All'atto dell'assegnazione i terreni versavano in un lungo stato di abbandono: alcuni beni, danneggiati da incendi e tagli, anche dopo l'utilizzo a fini sociali, sono stati  vandalizzati e depredati. Facendoli rinascere come giardini di ulivi, agrumi, kiwi e ortaggi, la Valle del Marro - https://www.valledelmarro.it/ - ha costruito occasioni di lavoro per soggetti svantaggiati e opportunità di sviluppo sano ed equo. Oltre alla qualità delle proprie produzioni contrassegnate dal marchio “Libera Terra”, l'attività della cooperativa si contraddistingue per l'impegno a favore della cultura della legalità e del bene comune, che promuove attraverso iniziative e percorsi di fattoria didattica e sociale.

Richiesta di partecipazione

Richiesta di partecipazione

CAMPI PER SINGOLI: sei un partecipante singolo e hai scelto di partecipare ad un campo di E!State Liberi? Compila il modulo di prenotazione selezionando la voce "Singolo" nel campo dedicato alla Tipologia del partecipante, e compila tutti i campi richiesti. Ti ricordiamo che i singoli partecipanti NON possono iscriversi ai campi dedicati a gruppi, mentre possono partecipare ai campi tematici per singoli.  

CAMPI PER GRUPPI: sei il referente di un gruppo organizzato (classe, gruppo scout, gruppo parrocchiale, presidio di Libera, etc..) e avete deciso con il vostro gruppo partecipare ad un campo di E!State Liberi? Compila il modulo di prenotazione selezionando la voce "referente gruppo" e procedi inserendo le informazioni riguardanti il tuo gruppo: ti chiederemo di indicarci il numero di partecipanti, la tipologia del gruppo, l'età media ed altre informazioni. Il referente avrà il compito di gestire la procedura di iscrizione del gruppo e sarà il punto di contatto con lo staff di E!State Liberi! per tutte le informazioni. 

CAMPI PER MINORENNI: sei un partecipante singolo ma non hai ancora compiuto 18 anni? puoi partecipare ai campi di E!State Liberi! dedicati ai ragazzi con età compresa tra i 14 e i 17 anni. Il modulo può essere compilato dal partecipante, o eventualmente dal genitore o altra figura responsabile, che seguirà poi la procedura di iscrizione. 

CAMPI TEMATICI: si differenziano dai campi classici per i temi trattati e approfonditi nel corso delle formazioni, o per la particolare tipologia di attività svolta durante il campo, fortemente collegate al tema trattato nel campo. I campi tematici possono essere per singoli partecipanti o per gruppi organizzati. Per procedere alle prenotazioni si seguiranno le indicazioni per singoli o per gruppi. 

CAMPI PER FAMIGLIE: questa particolare tipologia di campi è dedicata alla partecipazione delle famiglie ai campi di E!State Liberi! ed è pertanto aperta alla partecipazione di persone di tutte le età, compresi gli under 14. Le modalità di iscrizione sono le medesime di quelle per gruppi. La persona che compila il modulo sarà dunque il "referente" del gruppo, quindi il  punto di contatto con lo staff di E!State Liberi! per tutte le informazioni   

(*) I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

Dati del genitore o tutore legale

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche
Ho letto l'impegno delle parti e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche
Presto il consenso per il trattamento dei miei dati per la profilazione
Desidero ricevere la Newsletter di Libera, Associazione, Nomi, Numeri contro le mafie

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche