Campo online - Trento

  • Luogo: Trento (TN) - Trentino Alto Adige
  • A chi è rivolto: dai 18 anni in su
  • Posti disponibili: 24
  • Tipologia alloggio: Le attività sono online
  • Periodo: dal 6 agosto 2020 al 23 agosto 2020
  • Posti esauriti

Dov'è buio brillano le stelle

La proposta si articola in una serie di incontri collettivi online*, che si pongono l’obiettivo di approfondire la complessa realtà delle migrazioni forzate, con una particolare attenzione all’accoglienza del richiedente asilo, all’integrazione e al ruolo della criminalità organizzata nelle varie tappe del suo viaggio: dal momento della partenza, quando i trafficanti di esseri umani approfittano della vulnerabilità di chi è costretto a migrare, fino allo sfruttamento - lavorativo e non solo - che li attende sul territorio italiano, dove le mafie non si fanno sfuggire la possibilità di lucrare sulla pelle dei più deboli.

 

Gli eventi online avranno luogo sulla piattaforma Zoom al link: http://ow.ly/LZOK50AL2ul

1° - giovedì 6 agosto, ore 18.00, Comunic(azione), informarsi per informare, con Barbara Schiavulli, giornalista

Quante informazioni riceviamo al giorno? Siamo sicuri che siano tutte attendibili? Come si può raccontare un tema complesso come le migrazioni forzate?

2° - domenica 9 agosto, ore 21.00, Un’accoglienza che condanna, con Jean René Bilongo, sindacalista Osservatorio Placido Rizzotto/ FLAI-CGIL, e Marco Omizzolo, sociologo Eurispes e autore di “Sotto il padrone”

In che modo le mafie sfruttano i migranti e il sistema di accoglienza? Si scappa in cerca di un futuro migliore, ma una volta arrivati, non sempre si raggiunge una comunità accogliente. Dove essa manca, la mafia sfrutta i migranti e la loro disperazione per i suoi profitti, trasformando la loro speranza in una condanna. 

3° - giovedì 20 agosto, ore 18.00, Nel mare di mezzo. Cosa fanno le Ong nel Mediterraneo centrale?, con Michele Cinque, regista del docu-film Juventa, e Francesca Zanoni, Mediterranea

Il docu-film Iuventa* sarà il punto di partenza per una testimonianza a più voci sull'esperienza delle ong nell’attività di Search and Rescue. Da inizio anno le persone che hanno perso la vita sono più di 400, in troppi sono stati intercettati dalla cosiddetta Guardia Costiera Libica e ridati in mano ai trafficanti nei lager libici.

*Dal 17 al 19 agosto sarà possibile fare richiesta per vedere il docu-film.

4° - domenica 23 agosto, ore 21.00, Reasons to live leave. Quali motivi spingono una persona ad intraprendere un  viaggio così pericoloso?, con Abdullahi Ahmed, rifugiato e fondatore di GenerAzione Ponte.

Attraverso la testimonianza di Abullahi proveremo a riflettere insieme sui motivi di fuga di 79,5 milioni di persone, costrette a lasciare le proprie case alla ricerca di pace e diritti. Si tratta dell’1% della popolazione mondiale, un dato dell’UNHCR, che non è mai stato così alto.

Durante la serata verrà anche votato e premiato l’elaborato vincente del concorso artistico “Dov’è buio brillano le stelle”.

 

PER PARTECIPARE AL CONCORSO ARTISTICO:

REGOLAMENTO CONCORSO ARTISTICO  

- Manda la tua opera (una foto, un disegno o una breve poesia) che racconti uno o più temi del percorso a campoliberastalli@gmail.com entro le ore 21.00 del 20/08, specificando nell'oggetto "NOME COGNOME - Concorso artistico".

- Nel testo della mail deve essere presente il TITOLO DELL'OPERA ed una BREVE DESCRIZIONE (max 60 parole).

- I formati accettati sono png o jpg per le foto e i disegni (1199 x 1801 pixel) e pdf per le poesie.

- Ogni persona può partecipare con una sola opera. 

- In caso di ricezione di troppe opere, ne verranno selezionate un numero adeguato da poter presentare durante la serata finale. Le opere verranno scelte in base alla coerenza con i temi trattati ed all’originalità. 

- Durante l‘ultimo evento online i partecipanti potranno votare l‘opera che più li ha colpiti. 

- Alla fine della serata verrà comunicato il vincitore del concorso, il quale si aggiudicherà un premio. 

- I contenuti potranno essere utilizzati sui canali istituzionali degli enti promotori e sulle loro pagine social ed in occasione della Giornata in Memoria delle Vittime dell'Immigrazione (3 ottobre 2020).  

- Per qualsiasi dubbio non esitare a contattarci a campoliberastalli@gmail.com

Il tutto verrà scoperto coinvolgendo i partecipanti nella creazione di una conoscenza condivisa del fenomeno, delle persone protagoniste dello stesso e delle loro memorie, per fare queste ultime anche un po’ nostre.

 

Per partecipare agli eventi (che non richiedono iscrizione) collegarsi - preferibilmente alcuni minuti prima dell'orario indicato - alla piattaforma Zoom al seguente link http://ow.ly/LZOK50AL2ul  

PER UNA MIGLIORE INTERAZIONE E PARTECIPAZIONE AGLI EVENTI, E' PREFERIBILE COLLEGARSI VIA COMPUTER O TABLET (non mediante telefono cellulare, se possibile). 

* Il progetto nasce dalla collaborazione tra più enti del territorio trentino: Centro Astalli Trento, Villa Sant’Ignazio, CSV Trentino e Libera Trentino. Queste realtà  si sono trovate nel contesto di Villa Sant’Ignazio (Trento) con l’obiettivo di proporre una riflessione collettiva sui temi delle migrazioni forzate e della criminalità organizzata: esse hanno in comune l’attenzione al contesto, non solo trentino, ma anche esteso ad una prospettiva ampia e globale. Ognuna di esse, più o meno direttamente, si è scontrata con la complessa realtà delle migrazioni forzate, e con l’intervento del crimine organizzato transnazionale nella complessa realtà migratoria.

Quest’anno, a causa dell’emergenza Covid-19, si è deciso di sostituire l’ormai tradizionale campo estivo in presenza con le presenti iniziative online, ma nel mese di ottobre - in occasione della ricorrenza della Giornata Nazionale delle vittime dell’immigrazione (3 ottobre) - verrà proposto un evento conclusivo in presenza, compatibilmente con le disposizioni governative e provinciali in materia di sanità pubblica, e il senso di responsabilità.

 

Per maggiori informazioni riguardo alle singole realtà organizzatrici:

- Associazione Centro Astalli Trento ONLUS: http://www.centroastallitrento.it/
- CSV Trentino - Non Profit Network: https://www.volontariatotrentino.it/
- Cooperativa Villa Sant’Ignazio: https://www.vsi.it/

- Libera Trentino: https://www.libera.it/

 

Attività previste

Le attività formative saranno finalizzate a comprendere la complessità dei fenomeni migratori, e dei suoi intrecci con gli interessi della criminalità organizzata  attraverso una formazione su più livelli:

teorica, attraverso seminari, dibattiti, giochi di ruolo e racconti di storie di vita e di migrazione (aperti a tutti);
pratica: i partecipanti agli incontri online che si saranno iscritti, insieme con gli organizzatori, creeranno un prodotto concreto e collettivo che restituisca e comunichi le riflessioni e le esperienze maturate durante questi incontri. Si tratterà di un prodotto di comunicazione multimediale che racconterà il percorso e il tema degli incontri, e che coinvolgerà gli iscritti anche se provenienti da territori diversi (non è richiesta necessariamente la presenza fisica a Trento!).

 

Attraverso la testimonianza di alcuni amici richiedenti asilo e rifugiati entrati in contatto con Centro Astalli Trento, e attraverso la memoria viva di chi non ce l’ha fatta, andremo oltre la  conoscenza teorica del fenomeno migratorio: tenteremo di costruire una memoria collettiva, capace di fornire gli strumenti per affrontare la realtà, dipinta troppo spesso in modo volgarmente semplicistico.

Verranno coniugate memoria e impegno:  sia attraverso l’ascolto delle preziose storie che i richiedenti asilo hanno da raccontare che, successivamente alla conclusione dell’esperienza del campo, fornendo la possibilità di riportare sul proprio territorio strumenti il più possibile pratici volti a portare avanti una narrazione efficace e veritiera delle migrazioni forzate.

 

STORIA DEL BENE

Per quanto gli eventi siano online, ci teniamo a condividere il luogo dove il percorso è nato, e dove si svolgeranno gli incontri di co-progettazione delle iniziative.

Nel 1929 la struttura Villa S. Ignazio prende vita come casa per Esercizi Spirituali ignaziani ad opera della Compagnia di Gesù. La fase di svolta si verifica a partire dagli anni ’60, quando l’Italia subisce repentini cambiamenti economici e sociali, che conducono Villa S. Ignazio ad ampliare i propri spazi e a metterli a disposizione di coloro che vivono situazioni di difficoltà, generando una comunità di accoglienza, finalizzata a rispondere ai bisogni emergenti della persona (Per maggiori informazioni,  https://www.vsi.it/).

A partire dagli anni ‘80, la Cooperativa ha dato vita ad una serie di realtà sociali, creando così una rete fitta tra organizzazioni senza scopo di lucro. Al fine di rafforzare e strutturare al meglio l’operatività di Villa S. Ignazio, nel 1998 la Compagnia di Gesù ha costituito la Fondazione S. Ignazio che connette tutte le realtà nate dalla Cooperativa e che, ancora oggi, gravitano attorno ad essa. (Per maggiori informazioni,  https://www.fondazionesantignazio.it/).

Tra gli enti parte della Fondazione c’è Centro Astalli Trento, che ha sede in uno degli edifici del compendio di Villa S. Ignazio (Per maggiori informazioni, http://www.centroastallitrento.it/).

La casa è situata sulla collina di Trento ed è immersa nel verde (foto). Offre la possibilità di trascorrere un soggiorno piacevole e di vivere esperienze formative, sperimentando il clima familiare di questa realtà.

Villa S. Ignazio accoglie anche persone con domande di sostegno sociale che insieme ai volontari e agli operatori concorrono a costruire il clima di casa e ad offrire i servizi di ospitalità alle persone, ai corsisti e ai gruppi che per diversi motivi trascorrono del tempo in questo luogo.

La presenza di chi frequenta tali attività arricchisce di umanità questa casa, è un’occasione di responsabilizzazione dei suoi ospiti, inoltre offre un piccolo aiuto concreto (attraverso la partecipazione attiva nei servizi) ed economico per le nostre attività. Ciò ci permette di portare il nostro aiuto a più persone.

Per conoscere più da vicino Villa Sant’Ignazio: https://www.youtube.com/watch?v=8zXyHMl7-bg&t=27s

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche