Campo aziendale a Mesagne

  • Luogo: Mesagne (BR) - Puglia
  • A chi è rivolto: Slow Food - Youth Network
  • Posti disponibili: 18
  • Tipologia alloggio: brandine
  • Periodo: dal 2 ottobre 2019 al 7 ottobre 2019
  • Posti esauriti

Terre di Puglia - Libera Terra

Il campo di Mesagne si svolge sui terreni e nei beni confiscati alla Sacra corona unita. Questi beni sono riutilizzati dalla cooperativa sociale Terre di Puglia - Libera Terra. La cooperativa nasce nel 2008 grazie all’impegno di Libera e di alcuni Comuni brindisini – primo fra tutti quello di Mesagne - decisi a valorizzare insieme i tanti ettari di terreno confiscato sul territorio, seguendo le linee della legge 109/1996 sul riutilizzo sociale dei beni confiscati e l’esempio positivo di Libera Terra. Da quei primi passi compiuti fra molte difficoltà, oggi la cooperativa è diventata un esempio di come si possa produrre prodotti di eccellenza lavorando nella legalità, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e nel rispetto dell'ambiente.
Il campo si svolgerà a Mesagne, una città che racconta sia la nascita della mafia salentina – è il luogo che ha dato i natali al fondatore della Scu – sia la possibilità di una convinta reazione verso quella stessa mafia grazie all’impegno della società civile mesagnese la cui opposizione, insieme all’operato delle Forze dell’Ordine, è risultata decisiva nel forte ridimensionamento del potere criminale. I campisti accompagneranno i lavoratori della cooperativa in alcune attività di formazione sui terreni confiscati coltivati e presso la strutture di Masseria Canali. Nel tempo libero scopriranno le bellezze che il Salento ha da offrire, dal paesaggio rurale al mare, visitando luoghi simbolici del territorio.

 

Attività previste:

Le attività della settimana di campo si svolgono quotidianamente in due momenti distinti. Al mattino i campisti accompagneranno i lavoratori della cooperativa in alcune attività di formazione sui terreni confiscati coltivati (vigneto, ortaggi) e presso la strutture di Masseria Canali.

Nel pomeriggio si terrà la formazione sui temi di mafia e antimafia, impegno e cittadinanza democratica. La formazione prevede anche visite alle realtà sociali più significative del territorio e conoscenza della comunità e delle associazioni impegnate con Libera nel territorio brindisino. Le visite ai luoghi più belli e significativi saranno condivise con i volontari, lasciando sempre un momento della settimana per una gita al mare.

 

Attività manuali:

- Cura dei vigneti;

- Raccolta di ortaggi;

- Sistemazione di Masseria Canali.

 

INFORMAZIONI PRATICHE

Come arrivare:

in treno: Arrivo presso la stazione ferroviaria di Mesagne, il partecipante verrà accompagnato al campo previo avviso e accordo in anticipo con il responsabile di campo.

in aereo: Arrivo presso l’Aeroporto del Salento a Brindisi, trasferimento in autobus alla stazione di Brindisi e quindi arrivo in treno alla stazione di Mesagne. Il campista verrà accompagnato previo avviso e accordo in anticipo con il responsabile di campo.

in auto: https://goo.gl/maps/p6LwrBDBP6U2

Ospitalità: I partecipanti dormiranno presso i locali della scuola, attrezzata con brandine. Il luogo delle attività di raggiunge in pulmino.

Alimentazione: La cucina è gestita dai partecipanti, con la supervisione del responsabile del campo.

Materiali obbligatori da portare: Cappellino, guanti da lavoro, pantaloni lunghi e scarpe chiuse da trekking, abiti leggeri, giacca leggera, repellente per insetti (zanzare), asciugamani, lenzuola e federa per cuscino.  

Materiali consigliati: costume da bagno, telo da mare.

 

STORIA DEL BENE CONFISCATO

Masseria Canali si trova in Contrada Canali, lungo la strada provinciale che collega i paesi brindisini di Mesagne e di San Vito dei Normanni. La masseria è stata inaugurata il 10 luglio del 2014, e rappresenta già un importante presidio di legalità per la comunità di Mesagne e dell’intera regione Puglia. La masseria ed i venti ettari di terreno adiacenti sono stati confiscati negli anni '90 al boss Carlo Cantanna per poi passare sotto la gestione diretta della cooperativa Terre di Puglia – Libera Terra nel 2008. La riqualificazione dell'intera proprietà è stata possibile grazie alle risorse del Pon per lo sviluppo del Mezzogiorno. Il progetto di ristrutturazione ha previsto caratteristiche di costruzione a basso impatto ambientale, l'utilizzo di materiali sostenibili ed il mantenimento delle caratteristiche tipiche del podere rurale. Oggi Masseria Canali è una masseria didattica, è un luogo di incontro per tutta la comunità, presidio di legalità e occasione per riscoprire la tradizione rurale con uno sguardo moderno, sostenibile e innovativo. I terreni di pertinenza della masseria sono coltivati interamente in biologico e ospitano le colture di cereali, legumi e ortaggi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche