Campo per minorenni a Battipaglia

  • Luogo: Battipaglia (SA) - Campania
  • A chi è rivolto: dai 14 ai 17 anni
  • Quota di partecipazione: 140,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 23
  • Tipologia alloggio: posto letto
  • Periodo: dal 24 giugno 2019 al 30 giugno 2019
  • Posti esauriti

Caffè 21 marzo - Aromi di legalità, sapori di giustizia

L’esperienza del campo al Caffè 21 marzo si caratterizza per una serie di peculiarità legate al carattere del tutto particolare di questa pratica di riutilizzo sociale. Peculiare sono il bene e la sua ubicazione: un locale commerciale di circa 110 mq nel cuore della città, a pochi passi dalla piazza del Comune e dal corso principale. Peculiare la sua attività, che si sforza di coniugare un’esperienza di economia sociale con pratiche quotidiane di aggregazione e di servizio gratuito alla comunità, in termini sia sociali che culturali. Peculiare è il contesto territoriale nel quale è immerso, nel cuore della Piana del Sele, culla della mozzarella di bufala, e a pochi chilometri dai templi di Paestum e dal mare cristallino della costiera cilentana. Peculiare, infine, l’esperienza di gestione, affidata a sei realtà associative, tra le quali l’Agesci e Legambiente, tra di loro diverse per storia e formazione, ma accomunate dal medesimo sogno di riscatto e cambiamento. Peculiarità che, insieme, rendono unica l’esperienza del campo al Caffè 21 marzo, unendo una proposta di formazione varia e articolata (beni confiscati, memoria, ambiente, ecomafie, integrazione interetnica, lotta al disagio), a una altrettanto varia proposta di impegno, che coinvolge altri beni confiscati e beni comuni (Oasi dunale di Paestum, Orti Sociali di Battipaglia), a una esperienza di contatto con la natura e la bellezza di luoghi dalle mille potenzialità (Padula, Acciaroli, Templi di Paestum). Con due obiettivi: da un lato abbattere i pregiudizi, dall’altro dimostrare quanto sia vera la battuta di un famoso film, secondo la quale quando un forestiero viene al Sud piange due volte: quando arriva e quando parte.

 

Attività previste

Il campo avrà come punto centrale il Caffè 21 ma guarderà molto al contesto territoriale, a contatto diretto con la città, attraverso l’azione di diverse associazioni, in particolare dell’AGESCI. Con Legambiente saranno programmate attività su un terreno confiscato riutilizzato ad Orti Sociali e all’Oasi dunale di Paestum. Sono previste alcune uscite sul territorio, tra le quali quella al Museo del Mare di Pioppi e alla vicina Acciaroli. La proposta formativa spazia dal tema dei beni confiscati e del monitoraggio civico alla memoria delle vittime innocenti, passando per ambiente, ecomafie, integrazione interetnica, lotta al disagio e alla povertà.

Attività manuali previste:

- Manutenzione ordinaria e straordinaria del Caffè 21 marzo;

- Manutenzione ordinaria e straordinaria di altri beni confiscati del territorio;

- Pulizia della spiaggia dell’Oasi dunale di Paestum;

- Manutenzione Orti sociali;

- Volontariato all’interno delle attività ordinarie dei beni confiscati.

 

Informazioni utili

Come arrivare

In treno: Stazione Fs di Battipaglia

In aereo: Aereoporto di Napoli - Capodichino

In auto: Autostrada A 3 Salerno - Reggio Calabria. Uscita di Battipaglia e direzione centro città

 

Ospitalità: La sistemazione è prevista all'interno dell'oratorio di Battipaglia (ex seminario) in camerate da 8/10 posti con suddivisione uomo/donna. L'oratorio dista meno di 1 km dal bene confiscato, quindi è raggiungibile a piedi.

Alimentazione: L’alimentazione è pensata sia per celiaci e allergie varie che per vegani e vegetariani. La cucina è gestita dai responsabili del campo con l’aiuto dei partecipanti.

 

Materiali obbligatori da portare: Lenzuola e federe per il letto, asciugamani o accappatoio, prodotti per l'igiene personale, eventuali detersivi per il bucato, eventuali medicinali, telo da mare e costume da bagno.

Materiali consigliati: Abbigliamento comodo, felpa, giubbotto.

 

Storia del bene confiscato

Il “Caffè 21 marzo” apparteneva ad Antonio Campione, imprenditore tra i più noti della Piana del Sele e considerato il cassiere del famigerato clan Maiale, che per anni ha imposto la propria supremazia criminale nella zona. Attraverso una società a lui riconducibile, Campione, protagonista tra l’altro del famoso Processo California, era di fatto il proprietario dell’attività commerciale. Con Decreto di destinazione del Direttore dell’ANBSC del 17/10/2014, l’immobile è stato definitivamente acquisito al patrimonio indisponibile dell’Ente. Il 03/11/2014 è stata indetta una selezione pubblica per l’affidamento in concessione d'uso a titolo gratuito del bene per la realizzazione di un progetto avente finalità sociali al fine di destinarlo ad attività a servizio delle fasce più giovani della comunità quale luogo di incontro socio-culturale e di aggregazione e per offrire concrete opportunità occupazionali anche a soggetti lavorativamente svantaggiati. Alla data di scadenza del bando (04/12/2014) è pervenuta una sola richiesta di assegnazione da parte dell’all’ATS “P’O BEN R’O PAES”, alla quale l’immobile è stato assegnato in comodato d’uso gratuito per la durata di 3 anni per la realizzazione del progetto “Caffè 21 marzo”.

La concessione è scaduta nel meso di aprile 2018. Successivamente, è stato pubblicato un nuovo avviso, al quale ha risposto unicamente la Cooperativa Sociale Freedom, nata dall’esperienza dell’ATS, che dunque ne è risultata vincitrice. Nel bene, riconsegnato fisicamente solo di recente alla Cooperativa, attualmente è sospesa l’attività commerciale, in vista di alcuni lavori di adeguamento strutturale.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche