Campo per singoli a Padenghe sul Garda

  • Luogo: Padenghe sul Garda (BS) - Lombardia
  • A chi è rivolto: dai 18 ai 25 anni
  • Quota di partecipazione: 140,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 20
  • Tipologia alloggio: brandina
  • Periodo: dal 7 luglio 2019 al 14 luglio 2019
  • Posti esauriti

Liberi e forti

Padenghe sul Garda è in provincia di Brescia, sulle sponde del Lago di Garda: si trova a 6 km dalla più nota Desenzano del Garda e a 33 km dal capoluogo di provincia. Si inserisce nella bella zona turistica del lago, la cui bellezza e ricchezza sono sfruttate dalla criminalità organizzata per i propri affari, in danno alla comunità, all’economia e all’ecosistema del territorio.

Le parole chiave di questo campo sono infatti Legalità, Bene Comune, Ambiente e Futuro

Partecipare al campo E!State Liberi! sarà occasione per sostenere fortemente l'idea di partecipazione attiva al bene comune, contribuire alle cause della giustizia ambientale e della costruzione di un futuro socialmente ed economicamente virtuoso per i giovani, dimostrare che l'inclusione sociale è fatta di conoscenza, impegno e arricchimento reciproco e, infine, provare a risvegliare la cittadinanza dal torpore dell'indifferenza.

 

Attività previste

 

Le attività formative previste per la settimana di campo comprenderanno una panoramica sull'impegno di Libera, sulle mafie al nord, sulla confisca dei beni e il riutilizzo sociale. Altro tema fondamentale dell'esperienza sarà la memoria delle vittime innocenti delle mafie; discuteremo di lavoro ed economia sociale e solidale, di accoglienza e integrazione per costruire una città nuova che salvaguardi l'ambiente.

Andremo a conoscere il territorio, selezionando tra le seguenti proposte alcune visite nei luoghi che caratterizzano la bellezza del nostro territorio:

- Padenghe e dintorni: Percorso naturalistico “Balosse”, castello medievale, Villa Barbieri, spiagge, immobili confiscati a disposizione del progetto Legami Leali, Rocca di Manerba del Garda;

- Sirmione: Castello Scaligero, la villa romana “Terme di Catullo”;

- Gardone Riviera: Vittoriale degli italiani;

- Brescia e dintorni: centro cittadino, Piazza Loggia, Centro Arti Multiculturali Etnosociale CARME, Parco delle Cave, Bosco di Lorenzo, Castello di Brescia, Immobile confiscato di via A. Moro, giardino dei Giusti;

Sono previsti, inoltre, diversi appuntamenti con le realtà con cui collaboriamo sul territorio quali: la giunta comunale di Padenghe e di Brescia, il circolo Legambiente Brescia, il coordinamento Famiglie Affidatarie Brescia, la cooperativa K-Pax, il partenariato di Legami Leali, il gruppo Volontari del Garda – Angeli Azzurri, l'associazione Casa della Memoria e il FabLab Villanuova.

Attività manuali previste:

- Tinteggiatura pareti interne dell’immobile;

- Sistemazione del verde;

- Piccole attività di restauro (wrapping) dell’immobile;

- Arredamento dell’immobile;

- Costruzione di arredamenti per esterno con pallet;

- Piantumazione nuovi alberi nel Bosco di Lorenzo.

 

Informazioni pratiche 

Come arrivare

in treno: Stazione di Desenzano del Garda - Sirmione. La stazione si trova a circa 7 km dall’alloggio, perciò verrà organizzato un trasporto in pullmino per chi arriverà in stazione.

in auto: 

Venendo da Milano o Piacenza-Brescia: uscire dall’autostrada a Brescia est, proseguire sulla tangenziale per Verona – Desenzano Lago di Garda (non seguire Salò), dopo circa 10 km uscire a Calcinato-Bedizzole (dopo la galleria), seguire indicaz. Bedizzole e dopo 4 Km alla rotonda prendere per Padenghe (prima a destra). Prendere poi via Benaco, poi Localit Morti della Selva, infine via A. Gramsci. Dopo 1,2 km svoltare a sinistra in Piazza Matteotti e dopo 350 m a destra, in via Rovetta; alla rotonda, proseguire dritti per entrare in via Posserlè. https://goo.gl/maps/UmzxDLr9vD22

Venendo da Verona: uscire dall'autostrada a Desenzano, alla prima indicazione seguire Lago di Garda e subito dopo Brescia;  proseguire sulla tangenziale verso Brescia per circa 3 Km fino a quando si trova (proprio prima della galleria)l’indicazione Lonato-Padenghe; attraversare Barcuzzi  e poi, a una prima -in basso- e a una seconda rotonda -in alto-,  seguire a sinistra l'indicazione Bedizzole. Prendere poi via Benaco, poi Località Morti della Selva, infine via A. Gramsci. Dopo 1,2 km svoltare a sinistra in Piazza Matteotti e dopo 350 m a destra, in via Rovetta; alla rotonda, proseguire dritti per entrare in via Posserlè. https://goo.gl/maps/XgH1KUVGLSH2

in autobus: da Brescia, partenze per Padenghe sul Garda dalla Stazione (Terminal SIA), con bus LN009; scendere alla fermata Padenghe – Monumento (https://goo.gl/maps/ZBJR81jHJVT2). Dalla fermata dell’autobus l’alloggio dista circa 750 metri (10 min camminata).

 

Ospitalità: I partecipanti dormiranno presso l'oratorio della Parrocchia di S. Maria Assunta e S. Emiliano.

Alimentazione: La cucina sarà gestita dai partecipanti con la supervisione del responsabile. Previa indicazione è prevista l'organizzazione del pasto anche per vegetariani, vegani e celiaci.

 

Materiali obbligatori da portare: sacco a pelo, asciugamani o accappatorio, abbigliamento comodo, guanti da lavoro, scarpe da lavoro.  

Materiali consigliati: cuscino, costume da bagno, costume da bagno e anti-zanzare.

 

Storia del bene confiscato

L’immobile su cui si svolgeranno le attività è una villetta singola sita nella zona residenziale di Manerba del Garda. La villetta si compone di 2 piani di 87,5 mq ciascuno. Il piano terra conta 3 locali, attualmente adibiti ad ambulatori/uffici dell’AVIS Valtenesi, che li utilizza una volta al mese circa; il piano interrato ospita invece un archivio comunale. L’immobile ha anche un piccolo giardino ed è, in generale, in buone condizioni.

La villetta è stata destinata al Comune il 3 dicembre 2009.

Nel 2017 è stata messa a disposizione del progetto Legami Leali, attivo sul Lago di Garda per diffondere un concetto di legalità come bene comune; nel 2019, anche grazie al coinvolgimento di un istituto scolastico con indirizzo geometra del territorio, verrà rigenerato come “casa della legalità”, spazio polifunzionale dove realizzare percorsi con le scuole e con la comunità locale.

LEGAMI LEALI

Il progetto Legami Leali si è avviato nell'ottobre 2018 per portare sul lago il concetto di legalità come bene comune e qualità delle relazioni, prevenire la devianza giovanile e riutilizzare i beni confiscati coinvolgendo le comunità locali.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche