Scuole // Formazione

Regoliamoci!

Percorso-Concorso rivolto agli studenti di ogni ordine e grado, promosso in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Lo scopo del progetto è realizzare un percorso sul tema dell'educazione alla responsabilità e alla legalità, in cui gli studenti siano attivi in ogni fase. Regoliamoci! pone al centro l'idea di regola, ma non come meccanismo avulso imposto dall'alto bensì come strumento di convivenza, da scegliere attraverso un'ampia condivisione nel gruppo. In questo modo la "regola" entra nella vita degli studenti mediante il gioco, ma li porta a ragionare sull'importanza che assume nella vita quotidiana, per il buon funzionamento della società. Ogni anno viene proposto un tema in particolare su cui lavorare, declinato poi in maniera differente a seconda del grado scolastico. Gli studenti di ogni ordine e grado, dunque, lavorano nel medesimo solco, diversificando però l'oggetto di studio e analisi a partire dal quale realizzare l'elaborato.

Edizione 2017-18: "A futura...memoria!"

Scopri i finalisti!

La dodicesima edizione del percorso-concorso “Regoliamoci!” ha l'obiettivo di far riflettere gli studenti di diverse età sul valore del fare memoria nella vita di ciascuno. 

Quest’anno infatti, con il nuovo bando di concorso, abbiamo sentito l’esigenza di saldare questo oggetto di lavoro al nostro impegno quotidiano che come associazione portiamo avanti tutto l’anno e riguarda l’esercizio di memoria, non ancorato esclusivamente al “dovere del ricordare” in un’accezione commemorativa, ma vuole essere un atto di costante consapevolezza che conduca ad un impegno politico nelle nostre quotidianità.

Obiettivo del concorso, infatti, sarà quello di ragionare sul come fare memoria attiva, a partire dai nostri territori. Il nostro Paese è attraversato 365 giorni l’anno da tante commemorazioni alcune più conosciute altre che si inseriscono nella memoria collettiva più recente perché legate a tragici eventi: è questo il caso della giornata del 3 ottobre, che dal marzo 2016 è stata approvata in via definitiva come “Giornata nazionale delle vittime dell’immigrazione”. La scelta del 3 ottobre nasce dall’esigenza di preservare il ricordo del naufragio avvenuto al largo di Lampedusa proprio il 3 ottobre 2013, nel quale morirono 366 migranti. Ancora, per l’associazione Libera, una data importante come quella del 21 marzo è diventata la Giornata nazionale in memoria delle vittime di tutte le mafie. Il 21 marzo, una scelta volutamente simbolica associata al primo giorno di primavera, è il momento della rinascita, la rinascita delle storie di tutte le vittime innocenti delle mafie che grazie all’impegno dei loro familiari e della società civile riacquistano nuova forza.

Per queste ragioni Libera e il MIUR propongono un percorso-concorso articolato su tre livelli differenti, accomunati dalla ricerca e dalla riflessione sul tema del fare memoria e di come questo esercizio non riguardi esclusivamente il ricordo del passato ma indica la direzione per costruire cambiamento.

 

News
Regoliamoci 2017: i vincitori
Scuole

Regoliamoci 2017: i vincitori

Centinaia i lavori esaminati dalla giuria per la undicesima edizione di Regoliamoci, il concorso per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado organizzato da Libera.

Approfondimento
play
Regoliamoci 2016: la Premiazione
Scuole

Regoliamoci 2016: la Premiazione

Sono centinaia i lavori esaminati dalla giuria per la decima edizione di Regoliamoci, il concorso-percorso per le scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado organizzato da Libera.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche