Dai territori

Palagiano: Intitolazione plesso scuola a Nicola Ruffo

La memoria che diventa impegno passando attraverso la conoscenza e la consapevolezza dei ragazzi con la loro voglia di riscatto, di giustizia e di libertà.

L’I.C. “Gianni Rodari” di Palagiano, ha scelto Nicola Ruffo, vittima innocente di mafia, per intitolare il plesso che ospita i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, il prossimo 12 maggio.

Una scelta non casuale perché Nicola, vissuto a Bari, è però nato a Palagiano, lasciando qui le sue radici, i suoi affetti più intimi.

Per questa ragione, in un paese che ha tanto bisogno di rinascita, di cambiamento, in un paese preda del degrado e della rassegnazione, Nicola rappresenta quello che tutti dovremmo essere.

Perché una società diversa è possibile solo attraverso l’esempio dato da lezioni di vita come quella di Nicola e di tanti altri, uomini e donne, coraggiosi come lui.

L’augurio del Presidio di Palagiano è che questa memoria non abbia nulla di commemorativo ma costruisca delle solide fondamenta per una generazione che scelga di scrivere la propria storia con responsabilità e senso civico.

Chi era Nicola Ruffo

Un uomo coraggioso che non ha esitato a fare la sua parte in difesa dei più deboli, non ha avuto paura di una pistola che minacciava la proprietaria di quella tabaccheria da cui tutti i giorni passava al rientro da lavoro. Un gesto giusto, compiuto da un uomo giusto che però gli è costato la vita.

Presidio di Palagiano "Giovabattista Tedesco"

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne.

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche