Campo per singoli a Isola Capo Rizzuto

  • Luogo: Isola Capo Rizzuto (KR) - Calabria
  • A chi è rivolto: dai 18 anni in su
  • Quota di partecipazione: 140,00 euro/persona
  • Posti disponibili: 20
  • Tipologia alloggio: posto letto
  • Periodo: dal 4 giugno 2018 al 10 giugno 2018
  • Posti esauriti

Isola Capo Rizzuto - Cooperativa Terre Joniche

Nel comune di Isola Capo Rizzuto per l’ottavo anno si svolgono i campi di volontariato che hanno lo scopo di aiutare e sostenere la cooperativa sociale Terre Joniche-Libera Terra che gestisce 100 ettari di terreni confiscati al clan Arena. La Cooperativa sociale Terre Joniche-Libera Terra nasce nel 2013 attraverso un bando pubblico promosso dalle istituzioni locali in collaborazione con libera. E’ composta da 10 soci e si occupa prevalentemente di produzioni agricole per conto del consorzio Libera Terra Mediterraneo che ne trasforma e commercializza i prodotti con il marchio Libera Terra. Inoltre la cooperativa si occupa di turismo sociale e scolastico in collaborazione con Libera ed altre realtà associative locali.

I partecipanti, saranno ospitati presso la struttura recettiva Agrituristica gestita dalla cooperativa ubicata nel centro aziendale. L’alloggio si trova a circa 2 km dal centro di Isola di Capo Rizzuto e a circa 3 km dalla spiaggia più vicina di Le Cannella, compresa nell’Area marina protetta “Capo Rizzuto”. Dalla vicina Statale 106 si raggiungono facilmente, in pochi minuti, la suggestiva Le Castella, Capo Rizzuto e l’area archeologica di Capo Colonna.

I partecipanti potranno occuparsi di varie tipologie di attività e servizi, in base alle esigenze della struttura ospitante o della programmazione degli interventi sui terreni confiscati. In alcune occasioni potranno essere protagonisti di attività sociali realizzate in collaborazione con altre associazioni di volontariato locali.

Attività previste

La maggior parte delle giornate si divideranno tra l’affiancamento ai soci della cooperativa sui beni confiscati al mattino e attività formative, testimonianze, cineforum, visite guidate, e incontri istituzionali nel pomeriggio. Normalmente la giornata inizia al mattino presto, per evitare le ore più calde, dalle 7.00 alle 11.00. Nel pomeriggio le attività formative iniziano alle ore 16.30 fino alle 19.00. I sabati e le domeniche sono libere; si possono organizzare visite guidate, tour in barca a vela e altre attività che in alcuni casi presuppongono un costo extra (per tali attività vi invieremo una scheda a richiesta dopo la vostra preiscrizione).

Come per tutti i campi di Estate Liberi, ai volontari si chiede di partecipare attivamente alla gestione del campo, a partire dall’allestimento, all’organizzazione delle pulizie, della cucina, al mantenimento decoroso della struttura ospitante, fino alla programmazione delle attività. Per tale motivo saranno organizzati turni di corvée tra i membri del gruppo, per la preparazione dei pasti e le pulizie. Per gli spostamenti si utilizzeranno due pullmini e all’occorrenza una o più auto.

Attività manuali previste:

La maggior parte delle attività manuali si svolgeranno sui terreni confiscati gestiti dalla Coop. Terre Joniche, a Isola di Capo Rizzuto, in particolare su circa due ettari di terreno coltivato ad ortaggi; coltivazioni che vengono realizzate manualmente senza l’ausilio di macchinari. Si realizzeranno anche lavori di manutenzione quali sfalcio, potature, tinteggiature, restauro di manufatti, allestimento di recinzioni. I partecipanti che si dedicheranno ai vari tipi di servizio saranno selezionati in base alla loro disponibilità e competenza.

Informazioni utili

Come arrivare

In treno: Stazione FS di Crotone

In aereo: Ci sono molti voli per l’aeroporto di Lamezia Terme. Da qui dovete raggiungere la vicina stazione di Lamezia con l’autobus, e prendere un treno locale della tratta Lamezia-Catanzaro-Crotone. Scendere alla stazione di Crotone.

In autobus: Ci sono diverse compagnie che effettuano viaggi giornalieri da Roma e principali città del nord con arrivo a Crotone:

www.autolineeromano.it ; http://www.milontours.it/ ; https://www.fsbusitaliafast.it/portale/

In auto: Per chi viene in auto appuntamento a Isola di Capo Rizzuto, piazza del Popolo oppure individuate la struttura a questo link

Ospitalità: Si dorme all'interno del bene confiscato dotato di 7 camere da 2/6 posti e refettorio/cucina. La struttura è attrezzata per l'ospitalità di persone diversamente abili.

Alimentazione: L’alimentazione è pensata sia per celiaci e allergie varie che per vegani e vegetariani, previa segnalazione. La cucina è gestita dai partecipanti coadiuvati da un responsabile del campo.

Materiali obbligatori da portare: Lenzuola o sacco a pelo; accessori per igiene intima; asciugamani o accappatoio; guanti da lavoro, cappello, pantaloni lunghi

Materiali consigliati: Si consiglia di evitare di portare oggetti preziosi o apparecchiature elettroniche costose; portare prodotti antizanzare e se possibile scarpe antinfortunistiche.

Storia del bene confiscato

Nel comune di Isola di Capo Rizzuto sono stati confiscati circa 100 ettari di terreni agricoli con annesse varie strutture, che oggi sono gestite dalla Coop. Soc Terre Joniche. Il provvedimento di confisca emesso nei confronti del clan Arena, una delle organizzazioni storiche e più potenti della ‘ndrangheta calabrese, diviene definitivo nel 2007. A partire dall’anno successivo, con l’insediamento di una nuova giunta comunale, vengono avviati gli accordi con la Prefettura di Crotone e l’associazione Libera, che si concretizzano con un protocollo d’intesa stipulato nel settembre 2010, nel quale si delinea il percorso del progetto Libera Terra Crotone, finalizzato alla costituzione di una cooperativa sociale per la gestione dei terreni confiscati nei territori dei comuni di Isola di Capo Rizzuto e Cirò. Il progetto si conclude nel gennaio 2013 con la costituzione, attraverso un bando pubblico, della Coop. Terre Joniche-Libera Terra.

La maggior parte dei terreni si trova in una zona del territorio di Isola di Capo Rizzuto di notevole pregio ambientale e paesaggistico; si tratta di un’area pianeggiante, fertile, a pochi chilometri dalla costa dell’Area Marina Protetta “Capo Rizzuto”. La cooperativa realizza attività agricole con metodo biologico, un’autentica sfida che vede i soci impegnati in un contesto molto difficile dal punto di vista sociale ed economico. Il campo è gestito direttamente dalla cooperativa Terre Joniche, in collaborazione con il coordinamento di Libera Crotone.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003 e/o successive integrazioni o modifiche