News

Tappa finale di Benfatto: 23 al 26 novembre Monte Sole (BO) nei luoghi della strage di Marzabotto

Giovani di Libera sui luoghi della strage di Marzabotto, a conclusione di percorso di quattro appuntamenti per contaminare e rigenerale la rete sui territorio.

Benfatto è un viaggio itinerante che Libera ogni anno intraprende con i suoi giovani, portando con sé, durante il tragitto lungo lo Stivale, la loro carica di idee, aspettative, speranze, motivazioni, energia ed entusiasmo. È un racconto che vedrà incrociarsi relazioni, storie, luoghi e percorsi, è la voce dei territori, delle comunità, delle loro istanze, delle loro risorse.

La tappa finale, a conclusione di un percorso di quattro appuntamenti che ha attraversato il paese, si svolgerà dal 23 al 26 novembre Monte Sole (Bo), dove i giovani di Libera provenienti da tutta Italia si ritroveranno nei luoghi della strage di Marzabotto, per contaminare e rigenerare la rete di Libera sui territori.

Benfatto, nel percorso individuato quest'anno è la storia di Danilo Dolci, attivista che si è distinto per la sua azione politica non violenta nel contrasto al fenomeno mafioso in Sicilia e che ci riconsegna l' importanza di essere orecchio e voce del proprio territorio.

Una riflessione che rimanda al ruolo dell’essere parte attiva di Libera, al ruolo dei giovani come antenne del territorio e delle istanze esistenti. Riscoprire il valore della maieutica reciproca come processo di conoscenza e di comunità, ha messo in luce l’importanza della comunicazione e del corretto uso delle parole, mezzo necessario per entrare in relazione

Lo stesso verbo “comunicare” in greco antico sinonimo di unire – congiungere - mettere in comune, rimette al centro il valore della relazione creando la fiducia necessaria per rinsaldare quei legami di comunità in grado di riproporre orizzonti comuni all’interno dei nostri contesti sociali.

Benfatto è anche riabitare i luoghi: facendosi portatori della loro storia e del loro valore in termini di spazi di aggregazione e comunità. E’ proprio l’attenzione ai luoghi che ci porta a concludere questo percorso a Monte Sole. Per quattro giorni saremo immersi in un contesto pregno di significato che renderà quanto mai attuale e vicina l'espressione "responsabilità individuale", tema su cui continueremo a riflettere, valorizzando la memoria come strumento per interrogare il nostro presente.

É il presente infatti che ci chiama ad agire come società civile, avendo cura degli insegnamenti della storia e diventando attori responsabili e promotori di cambiamento.

Ed è proprio in quest’ottica che è importante incrociare in questo appuntamento, percorsi che oggi sono un valido esempio di riscatto sociale, come il progetto di Libera Terra e l’esperienza dell’impresa cooperativa, che gli stessi giovani di Coop Alleanza 3.0 avranno modo di condividere in quest’occasione con gli oltre 70 giovani partecipanti della rete di Libera.

Benfatto è dunque una strada che ricongiunge il passato al presente e lo spinge verso un futuro prossimo e vicino.

Tutto questo viene declinato nel lavoro e nella natura di Libera, che vuole essere non solo “contro” le mafie, la corruzione la criminalità, ma profondamente “per” la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti.

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani informato sulle nostre iniziative e campagne

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Libera a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003