Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Campo tematico a Pieve di Cento

 
.
 

Provincia di Bologna, Pieve di Cento Maggiore
"Oltre il Ponte"
Via di Cento, 39

Numero posti totali:
18

Settimane offerte:
dal 12 al 18 giugno

Tipologia di posti disponibili:
Si dorme presso il nuovo padiglione "Il Casone del Partigiano", i campisti alloggeranno in un'unica stanza senza divisione fra maschi e femmine.

Le attività sono riservate a:
partecipanti dagli 11 ai 13 anni residenti nel Distretto Pianura Est(BO), nella città di Cento (FE) e a Bologna.

Descrizione del campo:
Libera Emilia Romagna - Bologna - Ferrara e il Presidio Centopievese propongono ai ragazzi e alle ragazze dagli 11 ai 14 anni residenti nel Distretto Pianura Est(BO) , nella città di Cento(FE) e a Bologna un'esperienza di cooperazione e antimafia sociale presso uno dei beni confiscati presenti sul proprio territorio. "Il Ponte" è un' ex struttura alberghiera denominata "Le Quattro Piume" di circa 370 mq a Pieve di Cento (Bo) confiscata per reati di usura nel 2010. La villa con giardino è stata recentemente presa in gestione dal Comune e assegnata alla Caritas, per ospitare famiglie con emergenza abitativa, e alla Polizia Municipale. Nostro compito sarà quello di renderlo più conosciuto e visibile in un'ottica di reale riutilizzo sociale. Laboratori creativi volti alla divulgazione alla cittadinanza e attività artistico manuali ci accompagneranno durante tutta la settimana . Grande spazio sarà inoltre lasciato a momenti di educazione alla legalità democratica e di incontro con testimoni di valore.

Attività previste:
Il campo prevede tre momenti di attività diversificate: al mattino attività manuali e creative volte alla produzione di materiali di diffusione, conoscenza e valorizzazione del bene confiscato sul territorio; un momento laboratoriale di approfondimento dei temi nel primo pomeriggio, la formazione e l'incontro con testimoni e il territorio per uno scambio interculturale nella seconda parte del pomeriggio. E' prevista una gita in uno dei luoghi della Resistenza partigiana in Emilia-Romagna essendo il campo sviluppato sul tema della Resistenza e della Memoria. L'ultimo giorno è prevista una festa aperta a tutta la cittadinanza in cui verrà presentata l'esperienza e lasciato in regalo alle istituzioni il prodotto finale realizzato dai ragazzi da esporre presso il bene confiscato.

Alloggio:
- Si dorme al chiuso presso il nuovo padiglione "Il Casone del Partigiano" in un'unica camerata senza distinzione tra maschi e femmine;
- Per il pernotto verranno messe a disposizione dall'organizzazione delle brandine;
- È necessario munirsi di sacco a pelo, materassino e cuscino;
- E' prevista una doccia interna e un paio di docce esterne;

Informazioni utili:
- L'alimentazione è pensata per le esigenze di tutti, celiaci, allergie ed intolleranze varie, vegetariani e vegani, previa comunicazione al momento dell'iscrizione;Abiti comodi che possano sporcarsi o rovinarsi, scarpe chiuse, sacco a pelo e materassino, cuscino, asciugamani e accappatoio, costume da bagno e ciabatte da doccia. Tutto il necessario per l'igiene intima.
- É presente una colonia di gatti nel luogo del pernottamento;

Materiali obbligatori da portare:

- Abiti comodi che possano sporcarsi o rovinarsi, scarpe chiuse, sacco a pelo e materassino, cuscino, asciugamani e accappatoio, costume da bagno e ciabatte da doccia. Tutto il necessario per l'igiene intima.

Materiali consigliati da portare:

- Lozione anti zanzare, crema solare, cappellino.

Il progetto è possibile grazie alla partecipazione dei Comuni del Distretto Pianura Est, del Comune di Cento, dello Spi Emilia Romagna - Bologna-Ferrara, dell'Arci Emilia Romagna - Bologna-Ferrara, della Coop Reno e di Coop Alleanza 3.0
 

 

Come Arrivare:

> Auto
da A13 uscita Altedo verso Altedo,Mantieni la destra al bivio, segui le indicazioni per Finale E./Cento/S. Pietro in C./Galliera, Entra in Via Chiavicone/Strada Provinciale 20/SP20, Svolta a sinistra e prendi Via Saletto, Svolta a destra e prendi Via dell' Olmo fino all'angolo con via Castello.
Oppure tramite Strada Statale Porrettana/SS64 prendi Via Stalingrado/Strada Statale Porrettana/SS64, Continua a seguire la Strada Statale Porrettana/SS64 per15,9 km, Continua su Via della Vita. Guida in direzione di Via dell'Olmo a Bentivoglio, Svolta a sinistra e prendi Via della Vita, Svolta a destra e prendi Via Saletto, Svolta a sinistra e prendi Via dell' Olmo continua fino all'angolo con Via Castello.

Storia del Bene:

"​ Il Ponte" è un' ex struttura alberghiera (denominata "Le Quattro Piume") di circa 370 mq,situata a Pieve di Cento (Bo) a poche centinaia di metri dal centro storico. Dopo la condanna del proprietario per usura, è stata conferita al Comune nel 2013, dall'Agenzia Nazionale dei beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata (Anbcs). Grazie a un Accordo di programma sottoscritto tra Regione e Comune, la parte abitativa de "Il Ponte" è gestita dall'Unione Reno Galliera in accordo con la Caritas. La parte superiore del bene è dedicata all'accoglienza di nuclei familiari con minori, emergenza abitativa, disagio socio-economico e difficoltà che trovano alloggio in di 8 mini - appartamenti (6 monolocali e due bilocali). Il piano inferiore ospita la Polizia municipale dei Comuni di Pieve di Cento e Castello d'Argile.

 
 
 
.
 
.
 
.
 
.
 

Comunicati

  1. Mafiosi e corrotti, sì alla scomunica

    "La scomunica sancisce in modo non più equivocabile l'incompatibilità tra il Vangelo e le mafie" scrive don Luigi Ciotti sulle pagine del periodico cattolico Famiglia Cristiana, spiegando quanto sia importante per la Chiesa ribadire la propria responsabilità sociale e l'interesse per il bene comune

  2. Riparte Reggio Libera Reggio

    Il 5 Luglio alle ore 18.00 presso l'auditorium "Don Orione", sito sull'omonima via, antistante il santuario di S.Antonio, sarà rilanciata la campagna "ReggioLiberaReggio - La libertà non ha pizzo" all'interno di un momento di riflessione con il quale ci appelleremo alla città chiedendo a tutti di unire le forze verso un unico obiettivo comune: il contrasto al racket e la diffusione del consumo responsabile. 

  3. Libera al fianco di Tiberio ed Enza

     Libera insieme alla rete ReggioLiberaReggio, continueranno con determinazione a condividere e sostenere concretamente la resistenza di Enza e Tiberio . Non li lasciamo soli con corresponsabilità cammineremo insieme per la ricerca della verita' e giustizia.