Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Campo tematico a Pieve di Cento

 
.
 

Provincia di Bologna, Pieve di Cento Maggiore
"Oltre il Ponte"
Via di Cento, 39

Numero posti totali:
18

Tipologia di posti disponibili:
Si dorme presso il nuovo padiglione "Il Casone del Partigiano", i campisti alloggeranno in un'unica stanza senza divisione fra maschi e femmine.

Le attività sono riservate a:
partecipanti dagli 11 ai 13 anni residenti nel Distretto Pianura Est(BO), nella città di Cento (FE) e a Bologna.

Descrizione del campo:
Libera Emilia Romagna - Bologna - Ferrara e il Presidio Centopievese propongono ai ragazzi e alle ragazze dagli 11 ai 14 anni residenti nel Distretto Pianura Est(BO) , nella città di Cento(FE) e a Bologna un'esperienza di cooperazione e antimafia sociale presso uno dei beni confiscati presenti sul proprio territorio. "Il Ponte" è un' ex struttura alberghiera denominata "Le Quattro Piume" di circa 370 mq a Pieve di Cento (Bo) confiscata per reati di usura nel 2010. La villa con giardino è stata recentemente presa in gestione dal Comune e assegnata alla Caritas, per ospitare famiglie con emergenza abitativa, e alla Polizia Municipale. Nostro compito sarà quello di renderlo più conosciuto e visibile in un'ottica di reale riutilizzo sociale. Laboratori creativi volti alla divulgazione alla cittadinanza e attività artistico manuali ci accompagneranno durante tutta la settimana . Grande spazio sarà inoltre lasciato a momenti di educazione alla legalità democratica e di incontro con testimoni di valore.

Attività previste:
Il campo prevede tre momenti di attività diversificate: al mattino attività manuali e creative volte alla produzione di materiali di diffusione, conoscenza e valorizzazione del bene confiscato sul territorio; un momento laboratoriale di approfondimento dei temi nel primo pomeriggio, la formazione e l'incontro con testimoni e il territorio per uno scambio interculturale nella seconda parte del pomeriggio. E' prevista una gita in uno dei luoghi della Resistenza partigiana in Emilia-Romagna essendo il campo sviluppato sul tema della Resistenza e della Memoria. L'ultimo giorno è prevista una festa aperta a tutta la cittadinanza in cui verrà presentata l'esperienza e lasciato in regalo alle istituzioni il prodotto finale realizzato dai ragazzi da esporre presso il bene confiscato.

Alloggio:
- Si dorme al chiuso presso il nuovo padiglione "Il Casone del Partigiano" in un'unica camerata senza distinzione tra maschi e femmine;
- Per il pernotto verranno messe a disposizione dall'organizzazione delle brandine;
- È necessario munirsi di sacco a pelo, materassino e cuscino;
- E' prevista una doccia interna e un paio di docce esterne;

Informazioni utili:
- L'alimentazione è pensata per le esigenze di tutti, celiaci, allergie ed intolleranze varie, vegetariani e vegani, previa comunicazione al momento dell'iscrizione;Abiti comodi che possano sporcarsi o rovinarsi, scarpe chiuse, sacco a pelo e materassino, cuscino, asciugamani e accappatoio, costume da bagno e ciabatte da doccia. Tutto il necessario per l'igiene intima.
- É presente una colonia di gatti nel luogo del pernottamento;

Materiali obbligatori da portare:

- Abiti comodi che possano sporcarsi o rovinarsi, scarpe chiuse, sacco a pelo e materassino, cuscino, asciugamani e accappatoio, costume da bagno e ciabatte da doccia. Tutto il necessario per l'igiene intima.

Materiali consigliati da portare:

- Lozione anti zanzare, crema solare, cappellino.

Il progetto è possibile grazie alla partecipazione dei Comuni del Distretto Pianura Est, del Comune di Cento, dello Spi Emilia Romagna - Bologna-Ferrara, dell'Arci Emilia Romagna - Bologna-Ferrara, della Coop Reno e di Coop Alleanza 3.0
 

 

Come Arrivare:

> Auto
da A13 uscita Altedo verso Altedo,Mantieni la destra al bivio, segui le indicazioni per Finale E./Cento/S. Pietro in C./Galliera, Entra in Via Chiavicone/Strada Provinciale 20/SP20, Svolta a sinistra e prendi Via Saletto, Svolta a destra e prendi Via dell' Olmo fino all'angolo con via Castello.
Oppure tramite Strada Statale Porrettana/SS64 prendi Via Stalingrado/Strada Statale Porrettana/SS64, Continua a seguire la Strada Statale Porrettana/SS64 per15,9 km, Continua su Via della Vita. Guida in direzione di Via dell'Olmo a Bentivoglio, Svolta a sinistra e prendi Via della Vita, Svolta a destra e prendi Via Saletto, Svolta a sinistra e prendi Via dell' Olmo continua fino all'angolo con Via Castello.

Storia del Bene:

"​ Il Ponte" è un' ex struttura alberghiera (denominata "Le Quattro Piume") di circa 370 mq,situata a Pieve di Cento (Bo) a poche centinaia di metri dal centro storico. Dopo la condanna del proprietario per usura, è stata conferita al Comune nel 2013, dall'Agenzia Nazionale dei beni confiscati e sequestrati alla criminalità organizzata (Anbcs). Grazie a un Accordo di programma sottoscritto tra Regione e Comune, la parte abitativa de "Il Ponte" è gestita dall'Unione Reno Galliera in accordo con la Caritas. La parte superiore del bene è dedicata all'accoglienza di nuclei familiari con minori, emergenza abitativa, disagio socio-economico e difficoltà che trovano alloggio in di 8 mini - appartamenti (6 monolocali e due bilocali). Il piano inferiore ospita la Polizia municipale dei Comuni di Pieve di Cento e Castello d'Argile.

 
 
 
.
 
.
 
.
 
.
 

Comunicati

  1. Diari Giramondi e Atrevete!Mundo 2017

    Per la VI Edizione di Giramondi e la V di Atrevete!Mundo, Libera è partita alla volta del Guatemala per conoscere - attraverso questi viaggi della Memoria e dell'Impegno - le realtà che con la Rete ALAS - América Latina Alternativa Social - stanno già costruendo un percorso in rete da condividere e far conoscere anche al gruppo partito quest'anno. Con 10 viaggiatori Giramondi e 4 Atrevete è ora quindi di iniziare a scoprire questo meraviglioso paese del Centro America, attraverso le persone, le associazioni e le testimonianze di chi questo Paese l'ha visto soffrire in più di 36 anni di conflitto interno e che ora quotidianamente cerca di costruire.

  2. Sesto Fiorentino (FI): Corruzioni e grandi opere

    Si svolgerà giovedì 20 aprile alle ore 21.15  l'incontro dal titolo "Corruzione e grandi opere al Teatro San Martino, in piazza della Chiesa, promosso da Libera. L'iniziativa è promossa dalla "Commissione Regionale Grandi Opere" nata circa un anno fa con l'intento di far nascere una seria riflessione sul tema della realizzazione di grandi infrastrutture nei territori, con tutto ciò che questo comporta. 

  3. Mediterraneo. Dialoghi. Culture. Società

    Settanta ospiti internazionali, cento volontari, trentacinque ore di programmazione tra talk show, incontri, presentazioni di libri e spettacoli: è tutto pronto per la prima edizione di "Mediterraneo Downtown", il primo festival interamente dedicato alla scena contemporanea dell'area mediterranea. Vi aspettiamo dal 5 al 7 maggio a Prato.