Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Latina, 22 marzo 2014: il programma e le informazioni utili

 
 

Si svolgerà a Latina il prossimo 22 marzo la diciannovesima edizione della "Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie", promossa dall'associazione Libera e Avviso Pubblico.
 
La Giornata della Memoria e dell'Impegno ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell' ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere.
'Ma da questo terribile elenco - sottolinea Libera - mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare'.
 
Segreteria di Latina
segreterialatina@libera.it
tel. 06 69770332 - 331.7421644
 
 
La disponibilità per la richiesta contributi è esaurita

 
 
 
 

Documenti per le scuole

 
 
 

Come aderire alla giornata

 
 
 
 
 

Bus Organizzati

> Bus da Roma, Ostia e Pomezia

> Bus da Cassino e Frosinone

> Bus dal Piemonte

> Bus da Pisa: presidiolibera.pisa@gmail.com

> Bus da Venezia

> Bus da Siena: prenotazioni in Bottega di Libera Terra c/o Cooperativa Imp. Sociale, Via Lucherini n.12  - 0577/281341 o mandando una mail siena@libera.it o telefonando al 349.6608471

> Bus da Valdarno: valdarno@libera.it - nicolacaruso_001@fastwebnet.it, cell.3274450289 - sabrina.silvestro@live.it  cell. 3493441285 - Sergio 3357703627

> Bus da Avellino

> Bus da Vigevano

> Bus da Verona

> Bus da Firenze
 
> Bus organizzati da Coop Lombardia

.
 

Comunicati

  1. Ciotti: in arrivo 55.000 beni confiscati, ma assegnazioni ferme

    Il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti, ha chiesto al Governo di sbloccare l'assegnazione per fini sociali di beni confiscati e sequestrati alle mafie. "Stanno per arrivarne 55.000, una valanga. Oggi però le assegnazioni sono tutte ferme" ha evidenziato il religioso durante un convegno su giustizia e legalità al quale ha partecipato anche il Guardasigilli Andrea Orlando.

  2. Diario dei campi: Prendete il buono, tenete il cattivo ma innamoratevi di questa terra

    "Di tutti i poeti e i pazzi che abbiamo incontrato per strada, ho tenuto una faccia un nome una lacrima o qualche risata". Così, in viaggio verso casa, mi ritrovo a pensare alla settimana trascorsa e mille immagini invadono la mia mente.

  3. Dopo 35 anni il Comune di Ottaviano si impegna a ricordare Pasquale Cappuccio e Mimmo Beneventano

    L'Aula consiliare del Comune di Ottaviano è stata dedicata a Pasquale Cappuccio già consigliere comunale assassinato il 13 settembre del 1979, per mano camorrista. L'avvocato Cappuccio era stato tra i primi ad opporsi e a denunciare il tentativo di infiltrazione della camorra negli affari dello smaltimento dei rifiuti urbani, e per questo pagò con la vita, un agguato in pieno centro sotto gli occhi della moglie, lasciò due figlie in tenera età.