Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Estate 2014: campi di volontariato sui terreni confiscati alla mafie

 

Le iscrizioni per i campi di agosto sono chiuse.
Si accettano solo iscrizioni per i campi da settembre in poi.

 

.
 

Tanti giovani scelgono di fare un'esperienza di volontariato e di formazione civile sui terreni confiscati alle mafie gestiti dalle cooperative sociali di Libera Terra. Segno questo, di una volontà diffusa di essere "protagonisti" e di voler tradurre questo impegno in una azione concreta di responsabilità e di condivisione.

L'obiettivo principale dei campi di volontariato sui beni confiscati alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e giustizia sociale che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. Si dimostra così, che è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. Caratteristica fondamentale di E!State Liberi è l'approfondimento e lo studio del fenomeno mafioso tramite il confronto con i familiari delle vittime di mafia, con le istituzioni e con gli operatori delle cooperative sociali. L'esperienza dei campi di volontariato ha tre momenti di attività diversificate: il lavoro agricolo o attività di risistemazione del bene, la formazione e l'incontro con il territorio per uno scambio interculturale.

E!state Liberi è la rappresentazione più efficace della memoria che diventa impegno, è il segno tangibile del cambiamento necessario che si deve contrapporre alla "mafiosità materiale e culturale" dilagante nei nostri territori.
 

Per maggiori informazioni sui Campi di volontariato: estateliberi@libera.it  oppure chiamare i numeri 06/69770335 - 06/69770347 - 06/69770345

 
 
.
 
 
 
 
.
 
.
 
.
 
.
 
 
 
 
 
 
 
 

Con il contributo di:

.

Comunicati

  1. Come fare profitti senza evadere le tasse

    Il buon esempio di uno stabilimento del litorale romano, che da quando è in amministrazione giudiziaria, ha messo in regola i dipendenti e fa gli scontrini per ogni centesimo che entra in cassa. Nonostante la brutta stagione ha ottenuto ottimi risultati. Servizio di Emilio Casalini.

  2. Fede in Dio e nella giustizia

    A fine agosto sono state rese pubbliche sui media nazionali le minacce pronunciate il 14 settembre del 2013 dal boss mafioso Salvatore Riina contro don Luigi Ciotti, fondatore di «Libera. Associazione, nomi e numeri contro le mafie». Riforma.it lo ha intervistato.

  3. La Ericina dalla mafia all'America's cup

    Abbiamo restituito allo Stato la fiducia accordataci in questi anni. Adesso siamo in grado di stare sul mercato con le nostre gambe". Giacomo Messina è presidente della Calcestruzzi Ericina Libera, cooperativa che ha ereditato l'attività dalla Calcestruzzi Ericina sequestrata al boss trapanese Vincenzo Virga nel 1996.