Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Estate 2016: campi di impegno e formazione sui beni confiscati alle mafie

 
 


 
.
 

Migliaia di giovani scelgono ogni estate di fare un'esperienza di impegno e di formazione sui terreni e i beni confiscati alle mafie ed ora gestiti dalle cooperative sociali e dalle associazioni. Segno di una volontà diffusa di essere "protagonisti" e di voler tradurre i valori in impegno, con azioni concrete, di responsabilità e di condivisione.
L'obiettivo principale dei campi sui beni confiscati alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità democratica e sulla giustizia sociale, che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. Si conosce e si realizza con questa esperienza una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. Caratteristica fondamentale di E!State Liberi è l'approfondimento e lo studio del fenomeno mafioso tramite il confronto con i familiari delle vittime di mafia, le istituzioni e gli operatori delle cooperative sociali e delle associazioni che gestiscono i beni confiscati. L'esperienza dei campi di volontariato ha tre momenti di attività diversificate: le attività agricole o di risistemazione del bene, la formazione e l'incontro con il territorio per uno scambio interculturale.

E!State Liberi! è la rappresentazione più efficace della memoria che diventa impegno, è il segno tangibile del cambiamento necessario che si deve contrapporre alla "mafiosità materiale e culturale" dilagante nei nostri territori.

Per maggiori informazioni: puoi scrivere a estateliberi@libera.it oppure chiamare i numeri 06/69770335 - 06/69770347 - 06/697703442

 
 
 
 
.
 
 
 
.
 
.
 
.
 
.
 
.
 
.
 
 
 
.
 
.
 
 
 
.

Comunicati

  1. 'Ndrangheta, Fondazione "Interesse Uomo" parte civile nel maxi processo Aemilia

    La Fondazione antiusura "Interesse Uomo" è stata ammessa come parte civile nel maxi processo "Aemilia" che conta 147 imputati, di cui 15 per reati di usura aggravata dal metodo mafioso. La richiesta di costituzione è stata accolta oggi dal collegio presieduto dal giudice Francesco Maria Caruso, nel corso della terza udienza del processo che si celebra a Reggio Emilia.

  2. Sospensione cooperazione con la campagna Riparte il futuro e rilancio attività di Libera su lotta alla corruzione

    Cari coordinatori regionali e provinciali e cari referenti di presidio, vi informiamo che dopo 3 anni di impegno sul fronte della lotta alla corruzione tramite la campagna Riparte il futuro, l'azione di Libera e Gruppo Abele per il 2016 sui temi va a rinnovarsi. Da oggi infatti, la campagna Riparte il futuro prende una strada a sé, indipendente da quella delle due associazioni che l'hanno fondata e promossa.

  3. Avellino: Scuola di legalità

    "Correggere per non Corrompere". Ecco il tema grande che ha accompagnato in sordina l'intera Scuola. Corruzione è ormai un tema all'ordine del giorno. Un tema complesso e diffuso, che mina quel patto sociale che dovrebbe reggere ogni società statale.