Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Una lezione di vita e coraggio

Francesca Morvillo, Giovanni Falcone, Vito Schifani, Antonio Montinaro, Rocco Dicillo
 

Il 23 maggio 1992, sull'autostrada A29, nei pressi dello svincolo di Capaci e a pochi chilometri da Palermo, persero la vita il magistrato antimafia Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Se non sentiamo che quel tritolo ha ucciso anche noi, allora la memoria diventa solo celebrazioni e retorica. Queste morti graffiano dentro le nostre coscienze e ci costringono a fare di più. Tutti. Il 23 maggio è una lezione di vita e di coraggio, una lezione di cui non conosciamo ancora tutte le verità. In Italia, purtroppo, non c'è una strage di cui si conosca a pieno la verità.

 

Palermo non dimentica

 

Alle ore 8:00 arrivo della Nave della legalità

Nell'arco della giornata si segnalano i seguenti momenti:
 
CORLEONE:
Stand curato dalla cooperativa Lavoro e non solo.
Alle ore 10:00 Don Luigi Ciotti Incontra gli studenti a piazza Falcone e Borsellino;
Alle ore 10:00 dibattito "Le mafie, dalle campagne alla città". Interviene Salvo Giibino, Libera terra
ore 12:30 Complesso Sant'Agostino - mostra Ansa
Don Luigi Ciotti e il Ministro visiteranno la mostra accompagnati dal Sindaco, un giornalista dell'Ansa, che illustrerà la mostra, e da una delegazione di studenti delle scuole di Corleone

Alle ore 14:00 presso l'Agriturismo Portella della Ginestra, saranno presenti Don Luigi Ciotti e il Ministro dell'Istruzione Carrozza.
Sarà presente una delegazione di studenti e docenti di Corleone.

PARCO CASSARA':
Stand curato da Libera Palermo a dai ragazzi di "Amunì"
Alle ore 10:30 dibattito "Le rotte dell'impegno", presso l'anfiteatro del parco.
Alle ore 12:00 premiazione progetto "Piantiamola" con il Corpo Forestale dello Stato e le scuole del quartiere ex ZEN. Interviene Francesca Rispoli, coordinatrice nazionale di Libera.

PIAZZA MAGIONE:
stand curato da Libera Palermo e dagli studenti di Lampedusa;
Alle ore 9:30 dibattito "Le mafie, dalle campagne alla città". Interviene Francesco Galante, Libera-Terra

Alle ore 15:00 raduno del corteo in Via D'Amelio

Comunicati

  1. Libera su omicidi a San Marco in Lamis (Foggia)

    L'agguato del 9 agosto è la dimostrazione che siamo davanti una guerra criminale, feroce e violenta, una guerra in atto da tempo ma sottovalutata. Foggia, la Capitanata , il Gargano sono teatro di di una lunga scia di sangue che confermano ulteriormente una presenza mafiosa violenta e ben radicata nel territorio.

  2. Don Ciotti, necessario politica torni parlare con le persone

    Perche' la democrazia torni a essere "potere del popolo" e' necessario che la politica torni a parlare con le persone e non alle persone. E necessario che agisca con loro, non al loro posto". Cosi' don Luigi Ciotti, presidente di Libera, a margine di un incontro a Rispescia (Grosseto) dove e' in corso Festambiente.

  3. La rivolta delle donne, una crepa nelle mafie

    I momenti di silenzio e di preghiera, la riflessione e l'attenzione ai segni di speranza non possono andare in ferie. Tanto più se quei segni annunciano possibili svolte e cambiamenti, conquiste o riconquiste di civiltà. Nel mondo chiuso e violento delle mafie sta avvenendo un fatto nuovo e potenzialmente di-rompente: la rivolta delle donne, la presa di coscienza dei giovani. Leggi l'editoriale di don Luigi Ciotti sul numero 32 di Famiglia Cristiana