Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Le Navi della legalità

Ogni anno, il 23 maggio, a Palermo, sono migliaia gli studenti che partecipano al momento conclusivo del percorso di educazione alla legalitÓ organizzato e promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'UniversitÓ e della Ricerca e dalla Fondazione "Giovanni e Francesca Falcone" che prevede una  cerimonia dall'alto valore educativo e simbolico.  Le scuole selezionate partecipano al viaggio sulle  "Navi della legalitÓ" e a tutte le manifestazioni che si svolgono durante la giornata del 23 maggio. Il 22 maggio dai porti di Civitavecchia e Napoli partono le due Navi della LegalitÓ, su ciascuna  delle quali salgono a bordo oltre un migliaio di studenti. Durante il viaggio i ragazzi e i docenti che  li accompagnano hanno la possibilitÓ di dialogare con importanti figure delle Istituzioni e delle  Associazioni che si occupano di legalitÓ. La mattina del 23 maggio le delegazioni delle scuole di Palermo e di tutta la Sicilia attendono al porto l'arrivo delle Navi per accogliere le scuole del resto d'Italia. Dopo una breve cerimonia di benvenuto gli studenti si dividono: alcuni vanno verso  l'Aula Bunker del carcere Ucciardone di Palermo per assistere al momento istituzionale della manifestazione, mentre gli altri si recano in  Piazze simboliche della cittÓ e della provincia di Palermo. Nel pomeriggio partono due cortei: uno dall'Aula Bunker e l'altro da Via D'Amelio. Entrambi i cortei si riuniscono sotto l'Albero Falcone in Via Notarbartolo per celebrare insieme il momento solenne del Silenzio, suonato dal trombettiere della Polizia di Stato all'orario della strage.
Sia il 22 che il 23 maggio don Luigi Ciotti, presidente di Libera si incontrerÓ con i ragazzi e condividerÓ con loro diversi momenti di riflessione.

Comunicati

  1. Mafiosi e corrotti, sý alla scomunica

    "La scomunica sancisce in modo non pi¨ equivocabile l'incompatibilitÓ tra il Vangelo e le mafie" scrive don Luigi Ciotti sulle pagine del periodico cattolico Famiglia Cristiana, spiegando quanto sia importante per la Chiesa ribadire la propria responsabilitÓ sociale e l'interesse per il bene comune

  2. Riparte Reggio Libera Reggio

    Il 5 Luglio alle ore 18.00 presso l'auditorium "Don Orione", sito sull'omonima via, antistante il santuario di S.Antonio, sarÓ rilanciata la campagna "ReggioLiberaReggio - La libertÓ non ha pizzo" all'interno di un momento di riflessione con il quale ci appelleremo alla cittÓ chiedendo a tutti di unire le forze verso un unico obiettivo comune: il contrasto al racket e la diffusione del consumo responsabile. 

  3. Libera al fianco di Tiberio ed Enza

     Libera insieme alla rete ReggioLiberaReggio, continueranno con determinazione a condividere e sostenere concretamente la resistenza di Enza e Tiberio . Non li lasciamo soli con corresponsabilitÓ cammineremo insieme per la ricerca della verita' e giustizia.