Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Estate 2009: campi di lavoro sui terreni confiscati alla mafie

Campi di volontariato 2009 - Foto di Federico Tovoli
Campi di volontariato 2009 - Foto di Federico Tovoli

Quest'anno sono 11 i campi della legalità che aderiscono alla campagna "E!State liberi" (in fondo l'elenco completo) che vedranno la partecipazione di circa 2000 volontari provenienti da tutta Italia e di tutte le età.

E!state Liberi a livello nazionale si realizza attraverso la sinergia e il protagonismo di Arci, Legambiente, Pax Christi, Agesci, CNGEI, i coordinamenti territoriali di Libera, le cooperative sociali e le associazioni che aderiscono al progetto Libera Terra e che gestiscono i beni confiscati alle mafie.

Quest'anno il progetto realizza anche grazie al contributo di: Ministero della Gioventù, Coop Adriatica, Coop Estense, Coop consumatori nord-est, fondazione Unipolis e fondazione Banca Etica.

I CAMPI DI LAVORO SUI TERRENI CONFISCATI ALLE MAFIE
 
Tanti volontari e volontarie scelgono di fare un'esperienza di lavoro e di formazione civile sui terreni confiscati alle mafie e gestiti dalle cooperative sociali di Libera Terra. Segno questo, di una volontà diffusa tra i giovani di essere in "prima linea" e di voler tradurre questo impegno in una azione concreta di responsabilità e di condivisione.
L'obiettivo principale dei campi di lavoro sulle terre confiscate alle mafie è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza, del privilegio e del ricatto. Si dimostra così che è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sulla pratica della cittadinanza attiva e della solidarietà. I campi, oltre che ai lavori nei terreni, insieme agli operatori delle cooperative e delle associazioni, prevedono sessioni di studio e informazione sulle tematiche della lotta alle mafie. L'esperienza dei campi di lavoro ha tre momenti di attività diversificate: il lavoro agricolo o attività di risistemazione del bene, lo studio e l'incontro con il territorio per uno scambio interculturale.

La giornata tipo del capo di lavoro antimafia sarà quindi suddivisa:
la mattina attività lavorativa sui campi e/o di risistemazione dei beni confiscati
il pomeriggio attività formativa
la sera iniziative di animazione territoriale e socialità con il coinvolgimento delle comunità locali

 
DESCRIZIONE DEI CAMPI DI VOLONTARIATO

MAPPA INTERATTIVA DEI CAMPI DI VOLONTARIATO

 
 
 

Campi Libera Terra e Legambiente

Per l'estate 2009, Libera in collaborazione con i coordinamenti territoriali, con le cooperative Libera Terra e con Legambiente organizza diverse tipologie di campi di lavoro sui beni confiscati

- CAMPO PER MINORI ( in collaborazione con LEGAMBIENTE)
5/15 luglio '09 - Libera Piemonte - Cascina Caccia, San Sebastiano da Po' (Chivasso) - Maria Josè Fava - mj.fava@acmos.net  

- CAMPI PER ADULTI (In collaborazione con LEGAMBIENTE)

28 luglio / 6 agosto '09 - Libera Campania - Castellamare di stabia (NA) - Fabio Giuliani - giuliani.fabio@libero.it  

3/12 agosto '09 - Polistena - Coop. Valle del Marro - Antonio Napoli - valledelmarro@libera.it  

20/30 luglio '09 - Castel Volturno (CE) - Tina Cioffo - caserta@libera.it  

20/31 luglio '09 - Gergei (CA) - Paola Aresu - libera@sardegnasolidale.it  

1/11 settembre '09 - Coop. Placido Rizzotto e Pio La Torre - Contrada Kaggiotto, San Cipirello (PA) - Francesco Galante - placidorizzotto@liberaterramediterraneo.it
 
Per informazioni: 06 86268325

 
 

Campo internazionali

CAMPO DI LAVORO INTERNAZIONALE in collaborazione con PAX CHRISTI - movimento cattolico internazionale per la pace

9 -18 agosto 2009 presso la Casa per la pace - Impruneta (Firenze)

Per iscrizioni e informazioni contattare: CARMINE CAMPANA casaperlapace@paxchristi.it  - carmine.campana@gmail.com  o chiamare allo 05 5 23 74 505

 
 

Campi di lavoro per i gruppi organizzati

I gruppi organizzati, invece, possono contattare direttamente i referenti delle cooperative per individuare i periodi disponibili e per le richieste particolari, a seguire i contatti:

Sicilia - Coop. Placido Rizzotto e cooperativa Pio la Torre - Francesco Galante - mail placidorizzotto@liberaterramediterraneo.it  

Calabria - Coop. Valle del Marro - Antonio Napoli - valledelmarro@libera.it ; Calabria - Bovalino (RC) - Libera Locride - Francesco Rigitano - locride@libera.it

Puglia - Coop. Terre di Puglia - Ivano Devicienti - ivano.devicienti@liberaterrapuglia.it  

Campania - Castel Volturno - Tina Cioffo - caserta@libera.it  

Sardegna - Gergei - Paola Aresu - libera@sardegnasolidale.it  

Piemonte - Cascina Caccia - San Sebastiano da Po' - Chivasso Libera Piemonte - Maria Josè Fava - mj.fava@acmos.net  

Per maggiori informazioni contattare l'indirizzo email estateliberi@libera.it  o chiamare 06 69 77 03 01

Comunicati

  1. Fnsi, Usigrai e Alg saranno a Milano lunedi 29 maggio al fianco di don Luigi Ciotti

    Saremo accanto a Don Luigi Ciotti. Lunedì, in occasione dell'udienza per le minacce del boss Toto Riina rivolte al presidente di Libera intercettate il 14 settembre 2013 nel carcere di Opera a Milano, Fnsi, Usigrai e Alg saranno presenti con una propria delegazione guidata da Vittorio di Trapani.  È il nostro modo per dire che le giornaliste e i giornalisti italiani non lasciano soli Don Luigi e tutti coloro che ogni giorno lottano contro le mafie e la corruzione.

  2. Da piazza Magione a Palermo per ricordare la strage di Capaci

    Su Rai Uno, per le commemorazioni del venticinquesimo anno dalla strage di Capaci un collegamento da piazza Magione a Palermo con Rita Borsellino e don Luigi Ciotti, piazza in cui sono cresciuti Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

  3. 23 maggio Rai Uno ore 20,30 : FALCONEEBORSELLINO Un'orazione civile in ricordo dei due magistrati e delle loro scorte

    Il 23 maggio e il 19 luglio del 1992 sono due date indissolubilmente legate. Così come lo sono state le vite, le sorti e i nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. A 25 anni di distanza dagli attentati di Capaci e di via D'Amelio, Rai 1 alle ore 20,30 trasmetterà in diretta da Palermo, FALCONEeBORSELLINO, un'orazione civile che vuole onorare il ricordo dei due grandi magistrati e delle loro scorte che insieme a loro persero la vita.