Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

- Beni confiscati
A settembre 2014 si è costituita, con bando pubblico, la cooperativa sociale Rita Atria - Libera Terra in provincia di Trapani, intitolata alla memoria della giovane testimone di giustizia di Partanna che collaborò col giudice Paolo Borsellino. I giovani soci della cooperativa gestiranno circa 100 ettari di terreni confiscati alle famiglie mafiose riconducibili al boss latitante Matteo Messina Denaro a Castelvetrano. Il loro impegno sarà quello di rendere nuovamente produttivi gli uliveti di qualità Nocellara del Belice - bruciati dolosamente negli scorsi anni - per farne un olio di qualità, valorizzando le tipicità territoriali.

- Sos Giustizia
Il progetto "S.O.S. Giustizia - Servizio di ascolto e di assistenza alle vittime della criminalità organizzata" nasce nel 2010 per rendere più organica la risposta di aiuto di Libera in tre ambiti: usura e racket delle estorsioni, accompagnamento dei familiari delle vittime delle mafie e supporto ai testimoni di giustizia nel difficile percorso della denuncia. In tre anni di attività abbiamo ascoltato e offerto sostegno a circa 1200 persone, di cui 440 nel 2014, dando continuità agli sportelli di Roma, Avezzano (AQ), Modena, Palermo, Potenza, Reggio Calabria, Torino e Cagliari. Attraverso essi, inoltre, operiamo con la nostra Fondazione Nazionale Antiusura Interesse Uomo perchè tante richieste di aiuto possano trovare risposte concrete.​

- La Giornata della Memoria e dell' Impegno
Il 21 Marzo 2014 si è svolta a Latina la Giornata nazionale in memoria di tutte le vittime innocenti delle mafie. Sono centinaia i familiari delle vittime che si sono ritrovati insieme ad altre 100.000 persone provenienti da tutta Italia per testimoniare il loro impegno, partecipando alla manifestazione nazionale in questa XIX edizione.  Il giorno precedente alla manifestazione abbiamo incontrato a Roma Papa Francesco e insiema a lui abbiamo letto tutti i nomi delle vittime innocenti delle mafie. Quello della giornata è un impegno preceduto da i "Cento passi", con iniziative nelle scuole e nei Comuni di tutta Italia, e accompagnato dalla lettura dei nomi delle vittime innocenti in tantissime piazze del Paese. Per non dimenticarne mai nessuna.

Comunicati

  1. Libera e Gruppo Abele su approvazione Senato ddl ul whistleblowing

    "L'approvazione in Senato del ddl sul whistleblowing , tutela dei segnalanti, è una bella notizia. L'auspicio, ora, è l'approvazione in tempi rapidi alla Camera dei Deputati per diventare definitivamente una legge dello Stato." In una nota Libera e Gruppo Abele commentano favorevolmente l'approvazione al Senato del ddl sul whistleblowing.

  2. Sull'omicidio di Daphne Caruana Galizia

    Il violento e brutale assassino della giornalista maltese Daphne dimostra ancora una volta quanto un'informazione libera, seria e documentata rappresenta un pericolo per i potenti, per i corrotti e per la criminalità organizzata.

  3. Roma: Dalla legge di iniziativa popolare alla riforma del codice antimafia

    A pochi giorni dall'approvazione della riforma del Codice Antimafia, la rete delle associazioni del comitato promotore della campagna 'Io Riattivo il Lavoro', costituito dalla Cgil insieme ad Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro studi Pio La Torre, LegaCoop, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Sos Impresa, ha indetto una conferenza stampa.