Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

17 marzo a Genova: informazioni utili

Il 17 marzo saremo a Genova per la XVII Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, ancora una volta marceremo insieme per riaffermare il nostro impegno per la giustizia e i diritti al fianco dei familiari delle vittime della violenza mafiosa.

In vista della Giornata vi comunichiamo una serie di informazioni utili per la preparazione e la partecipazione all'iniziativa.

Costruiamo insieme la Porta d'Europa - Adotta una vittima di mafia: il nostro passaggio verso il futuro, nel segno della memoria delle vittime innocenti, sarà rappresentato dalla "Porta d'Europa", un'installazione allestita all'arrivo del corteo con i lavori realizzati da scuole e gruppi che in preparazione del 17 Marzo hanno lavorato su questo tema. I gruppi che adottano una vittima di mafia sono invitati a realizzare un foglio di 14,8 X 21 cm (formato A5, la metà di un A4) nel quale raffigurare il nome e un lavoro grafico (scritta, immagine, disegno, fumetto...) che rimandi alla memoria della persona scelta.
Il foglio va plastificato e inviato entro il 9 marzo presso la sede della segreteria del 17 Marzo, via Bruno Buozzi 17, 16126 Genova.

Tragitto: il corteo andrà da piazza Vittoria a piazza Caricamento - Porto Antico (circa 2 chilometri)

Comunicazioni per i conducenti dei Bus Turistici: Le uscite autostradali consentite ai bus turistici, per poter raggiungere i punti raggruppamento nel centro cittadino, sono quelle di Ge-Nervi e Ge-Est. L'accesso verso questi punti potrà avvenire esclusivamente attraverso i seguenti percorsi: clicca qui.

Parcheggi pullman: stiamo predisponendo delle aree di parcheggio gratuite per pullman. Ad oggi è stato individuato Piazzale Kennedy (Fiera di Genova). È in corso di individuazione una seconda area di sosta che verrà comunicata quanto prima. L'uscita autostradale è per tutti Genova Est (direzione Fiera).

Hotel: il Convention Bureau ha a disposizione una serie di camere con tariffe differenti, convenzionate per la manifestazione. Basta scrivere una mail a info@cbgenova.it  con le esigenze dei partecipanti e si riceveranno le proposte migliori per il soggiorno. Al momento gli alberghi convenzionati non hanno più disponibilità per gruppi di studenti, ma è comunque disponibile l'elenco degli hotel 2-3 stelle non associati, da poter contattare direttamente usando questo file.

Visite guidate e ristoranti:  sarà possibile partecipare a due visite guidate e mangiare presso ristoranti convenzionati. Per maggiori informazioni clicca qui.

Iscrizione: per partecipare alla Giornata i gruppi devono iscriversi attraverso l'apposita scheda di partecipazione.

Contributi: come ogni anno sono stati pubblicati sul sito la scheda di partecipazione e il regolamento relativo ai contributi di viaggio per i gruppi, per i quali l'iscrizione è obbligatoria. I contributi saranno erogati secondo regolamento e fino ad esaurimento del budget disponibile.
 
Seminari e spettacoli teatrali: Nel pomeriggio del 17 si svolgeranno in tutta la città numerosi spettacoli teatrali e seminari. Per scegliere l'attività da seguire e prenotarsi clicca qui.

l quartiere della Maddalena, nell'ambito della collaborazione con Libera, ha deciso di promuovere:


 
 
 
 

Comunicati

  1. Criminal food, la sfida solidale di Ciotti e Caselli

    "Il settore agroalimentare è contaminato dalla mafia liquida, che proprio come l'acqua s'insinua ovunque, in ogni livello della filiera. Dobbiamo chiudere quei rubinetti". Non è un caso se nello slogan di Slow Food, oltre a buono e pulito ci sia il giusto. Articolo di Noemi Penna su La Stampa | 23 settembre 2016 

  2. Puliamo il Mondo

    "Aderiamo a Puliamo il mondo perché è necessario riscoprire le responsabilità che abbiamo verso la Terra, base della nostra vita e nostra casa comune. Come dice papa Francesco, questione ambientale e questione sociale sono facce di una stessa medaglia. Ecco allora che ripulire il mondo non vuol dire solo liberarlo dalla sporcizia materiale, ma bonificarlo da quel diffuso inquinamento etico che genera disuguaglianze, esclusione, barriere fisiche e culturali" ha dichiarato don Luigi Ciotti, presidente di Libera e Gruppo Abele.

  3. La Provincia di Varese - Don Luigi e la sua forza nella bellezza delle montagne

    Francesco Caielli racconta l'incontro con don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera, avvenuto in alta montagna dove "le urla sono ovattate e le differenze sono azzerate dalla bellezza e dalla fatica"