Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Modica (RG): presentazione del libro "disOrdini"

"Libera - Presidio di Modica" e "Il Clandestino - con permesso di soggiorno" presentano il 2 febbraio 2012 alle ore 18.30 - Libreria Mondadori - Modica:

disOrdini - di Alessandro Maria Calì, Navarra Editore

Due architetti, due avvocati, diversi medici, un ingegnere tutti condannati per collusioni con la mafia, e tutti ancora iscritti nei rispettivi Albi. Come mai? Garantismo non può certo tradursi in impunità. Questo libro racconta la storia di un presidente di un Ordine che a Palermo cancella Michele Aiello, il primo caso nel nostro Paese di espulsione da un Albo professionale per fatti di mafia indipendentemente da una sentenza penale. Perchè allora, nonostante siano diverse centinaia i casi di professionisti collusi con le mafie, gli Ordini non intervengono per radiarli? Le ragioni sono tante ed in questo libro se ne ricava una chiave di lettura con delle proposte concrete per una possibile loro riforma.

Interverranno: l'autore Alessandro Calì e Umberto Di Maggio Coordinatore regionale di Libera Sicilia

 

Comunicati

  1. «Il padrone non paga» E il salario va a Libera

    L' azienda non rinnova loro il contratto scaduto da due anni, annuncia di voler dare disdetta della contrattazione aziendale e i 120 lavoratori decidono all' unanimità di "autotassarsi", versando all' associazione "Libera" la quota di salario relativa a premio di produzione e premio feriale che la dirigenza vorrebbe eliminare.

  2. Libera eroga tre borse di studio per il Corso di perfezionamento in Scenari internazionali della criminalità organizzata

    Le borse di studio sono a totale copertura del contributo di iscrizione, pari a 666,00 €, e saranno distribuite sulla base dell'invio di lettera motivazionale e curriculum vitae et studiorum alla mail universita@libera.it.

  3. Procure in allarme "Don Ciotti in pericolo la scorta non basta"

    Dopo le minacce di Riina nuovi segnali dalle carceri "In questo momento è l'uomo più a rischio d'Italia". Articolo pubblicato su Repubblica | 29 settembre 2014