Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Modica (RG): presentazione del libro "disOrdini"

"Libera - Presidio di Modica" e "Il Clandestino - con permesso di soggiorno" presentano il 2 febbraio 2012 alle ore 18.30 - Libreria Mondadori - Modica:

disOrdini - di Alessandro Maria Calì, Navarra Editore

Due architetti, due avvocati, diversi medici, un ingegnere tutti condannati per collusioni con la mafia, e tutti ancora iscritti nei rispettivi Albi. Come mai? Garantismo non può certo tradursi in impunità. Questo libro racconta la storia di un presidente di un Ordine che a Palermo cancella Michele Aiello, il primo caso nel nostro Paese di espulsione da un Albo professionale per fatti di mafia indipendentemente da una sentenza penale. Perchè allora, nonostante siano diverse centinaia i casi di professionisti collusi con le mafie, gli Ordini non intervengono per radiarli? Le ragioni sono tante ed in questo libro se ne ricava una chiave di lettura con delle proposte concrete per una possibile loro riforma.

Interverranno: l'autore Alessandro Calì e Umberto Di Maggio Coordinatore regionale di Libera Sicilia

 

Comunicati

  1. Canolo (RC): aggressione in piazza all'attivista

    Aggredito durante la Sagra del Pane del 10 agosto per le sue riflessioni sulla vita politica e culturale del paese. La solidarietà dell'associazionismo e dei movimenti antindrangheta

  2. Libera Liguria: rafforzare impegno amministratori locali contro la corruzione

    La mattina del 13 agosto, presso la sede di UniAuser di Genova, i rappresentanti dei coordinamenti di Libera in Liguria hanno consegnato i braccialetti bianchi, simbolo d'impegno contro la corruzione, ai sindaci che, durante la scorsa campagna elettorale, avevano sottoscritto la campagna "Riparte il futuro".

  3. Diari dai campi: dalla terra dei fuochi alla terra dei cuochi

    Sono arrivato a Castel Volturno ieri alle 15:17, e da quelle che sono le prime impressioni, credo di aver trovato il luogo ideale per quello che cercavo. Qui c'è molto da lavorare. L'immobile dove dormiamo io e gli altri volontari è distaccato circa 300 metri dal caseificio dove siamo arrivati.