Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Cirò Marina (KR): la gestione sociale dei beni confiscati alle mafie

CIRO' MARINA - TEATRO ALIKIA
VENERDI' 11 NOVEMBRE - ORE 15.00
Il seminario, aperto al pubblico, rientra nell'ambito del programma del corso di formazione "Imprenditore sociale e agricoltura biologica" rivolto a 30 giovani del territorio e finalizzato alla promozione di una cooperativa sociale per la gestione dei terreni confiscati nei comuni di Cirò e Isola di Capo Rizzuto.

Programma della giornata
Ore 15.00 Saluti delle autorità
- Sindaco di Cirò Marina
- Sindaco di Cirò
Ore 15.30 - Interventi
- Davide Pati, Presidenza nazionale di Libera
- Don Pasquale Aceto , Cooperativa Stella Maris
- Roberto Salerno, Presidente Camera di Commercio di Crotone
- Raffaele Mazzotta, Procuratore della Repubblica di Crotone
- Vincenzo Panico, Prefetto di Crotone
- Monsignor Domenico Graziani, Vescovo di Crotone

 

Comunicati

  1. Marcia Perugia Assisi - Contro la mafia delle guerre Libera c'è

    Il 19 ottobre torneremo a camminare da Perugia verso Assisi per dare voce e vita agli ideali di Aldo Capitini, ma anche di coloro che hanno sognato e praticato la pace, a partire da Francesco di Assisi. Percorreremo insieme quel cammino anche per le tante, troppe, vittime della violenza e di coloro che hanno testimoniato con la propria vita che  costruire la pace è possibile. 

  2. Premio Pio La Torre al Comune di San Giuliano Milanese per l'utilizzo sociale dei beni confiscati

    La mattina del 2 ottobre, in Campidoglio, nella sala Pietro da Cortona, si è svolta la cerimonia di consegna del Premio "Pio La Torre", Sezione Buone pratiche amministrative, promosso da Avviso Pubblico e Libera.

  3. Vera minaccia non Riina ma assenza politiche giuste

    La ''vera minaccia'' non sono le parole di Toto' Riina o degli altri mafiosi ma il fatto che ''non si fanno le leggi e le politiche giuste''. Cosi' Don Luigi Ciotti ha risposto in un incontro alla stampa estera ai giornalisti che gli chiedevano se la sua vita fosse in pericolo.