Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Contatti


COMPONENTE
SETTORE
CONTATTO MAIL
Alessandro Cobianchi
Referente regionale
puglia@libera.it
Attilio Chimienti
Beni confiscati
beniconfiscati.puglia@libera.it
Angelo Chirico
Presidi
chiricofamiglia@alice.it
Mario Dabbicco
Rapporti con le associazioni
mario.dabbicco@tin.it
Monica Dal Maso
Formazione
monicad73@virgilio.it
Piero Ferrante
Comunicazione e ufficio stampa; cultura
stampa.liberapuglia@gmail.com
Manuela Fortunato
Found raising, gadgets; campi antimafia
manuela.fortunato@hotmail.it
Daniela Marcone
Memoria; cultura
foggia@libera.it
Sasy Spinelli
Università; cultura
sasy.spinelli@gmail.com
Gloria Vicino
Formazione
gloria.vicino@libero.it
 

COORDINAMENTO PROVINCIALE
 
BARI
referente: Alessandro Cobianchi
Via Amendoni, 17 - 70122 Bari
mail: bari@libera.it

BRINDISI
Coordinamento in via di costituzione
mail: brindisi@libera.it 

FOGGIA
referente: Daniela Marcone - Mimmo Di Gioia 
indirizzo: via Luigi Zuppetta, 50 - 71121 Foggia
mail: foggia@libera.it  

LECCE 
referente: Marisa Capone 
indirizzo: Via Oronzo Rossi, 8 - 73010 Lequile (LE) 
tel: 0832-639521 
mail: lecce@libera.it 

TARANTO
refrente: Anna Maria Bonifazi 
indirizzo: c/o Libera Taranto - Via Aristosseno, 21 - 74100 Taranto 
tel: 099-4795087 
mail: taranto@libera.it  
www.liberataranto.blogspot.com  

 

Comunicati

  1. Protestan en Italia

    Il quotidiano messicano Reforma dedica un box alle manifestazioni organzzate da Libera e dalla Rete della Conoscienza il 26 novembre.

  2. Carovane Migranti

    Ogni giorno incrociamo donne e uomini in fuga dalla miseria, alla ricerca di una vita dignitosa. Fuggono da guerre, fame e siccità. Ci uniamo alla Caravana de Madres Centroamericanas buscando a sus migrantes desaparecidos.

  3. La violenza sulle donne non è cieca

    Sono tendenzialmente poco incline a credere allo "scatto d'ira", al "colpo di testa", alla "violenza cieca" quando le cronache raccontano di donne rimaste vittime dei loro uomini. Credo piuttosto che si tratti dell'ultimo atto di un esercizio quotidiano che arriva da molto lontano. Mosaico dei gioni di Tonio Dell'Olio.