Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Libera Puglia

[17/12/16] Ceglie Messapica (BR): Mi prendo cura della nostra terra: cibo, bio e legalità
Sabato 17 dicembre, ore 17:30, Castello comunale di Ceglie Messapica

 

[02/12/16] Bari: Verso la Rete dei Numeri Pari
Venerdi 2 dicembre alle ore 18:30 presso la Parrocchia San Sabino, Via Caduti del 28 luglio 1943, n. 5

 
 
 
  1. Welfare: don Ciotti, urge una rivoluzione culturale nel Paese

    Welfare: don Ciotti, urge una rivoluzione culturale nel Paese

    "Urge una rivoluzione culturale nel Paese, etica e sociale, che la classe politica attuale, non solo la nostra ma penso all'Europa, non sembra in grado di realizzare ma nemmeno di pensare in questo momento". Lo ha detto don Luigi Ciotti parlando con i giornalisti, oggi a Bari, a margine del convegno Nei cantieri della città del noi.

  2. Libera Puglia in merito al risveglio della violenza mafiosa

    Libera Puglia in merito al risveglio della violenza mafiosa

    In tutta la Puglia, dalla Capitanata al Salento, da qualche tempo assistiamo ad un preoccupante risveglio della violenza negli ambienti criminali. Tutto ciò è reso ancor più grave se si pone attenzione alle dinamiche e alle modalità con cui tali violenze sono compiute, in luoghi ed orari che potrebbero inevitabilmente  interessare anche persone innocenti.

  3. Bari: Nei cantieri della città del noi

    Bari: Nei cantieri della città del noi

    A Bari, da giovedì 1 a sabato 3 dicembre 2016, un grande appuntamento rivolto al mondo delle professioni sociali, educative, di cura. A chi lavora avendo a cuore i diritti delle persone, ma tenendo a mente un progetto di città. Difficile infatti pensare il lavoro sociale senza un'idea di cittadinanza, tanto più in tempi di diseguaglianze che producono esclusioni. Un appuntamento per valorizzare gli esperimenti già in atto, che mostrano come le città siano luogo di sofferenze, ma anche giacimenti di risorse. Esperimenti dove prende forma la "città del noi".

  4. Nuovo presidio di Libera a Triggiano (BA)

    Nuovo presidio di Libera a Triggiano (BA)

    È stato firmato martedì sera, 11 ottobre, il Patto che sancisce la nascita del nuovo presidio di Triggiano (Ba), costituito dalle tre associazioni che per oltre un anno hanno portato avanti un percorso comune nel segno di Libera: il gruppo scout Agesci Triggiano 1, l'associazione culturale di cittadinanza attiva L'Altra Via e la Parrocchia San Giuseppe Moscati.

 

Menu di sezione

Dossier realizzato dall'osservatorio LiberaInformazione sulla situazione dell'Ilva.
 
.
 

Comunicati

  1. Sentenza Condor - Martedi 17 Gennaio 2017, Rebibbia, Roma

    Dopo quasi due anni di dibattimento, 60 udienze e con l'audizione di decine di testimoni, esperti, familiari e compagni di prigionia delle vittime, il prossimo 17 gennaio dalle ore 9,30 si terrà l'ultima udienza nell'aula bunker di Rebibbia a Roma relativa al Processo Condor. A seguire nel corso della stessa giornata sarà emessa la sentenza per il sequestro e l'omicidio di 42 giovani, tra cui 20 italiani, avvenuti in Cile, Argentina, Bolivia, Brasile e Uruguay tra il 1973 e il 1978. Gran parte di loro sono ancora oggi desaparecidos. 

  2. Approvare rapidamente leggi per rafforzare la prevenzione e il contrasto alle mafie e alla corruzione

    Approvare le misure riguardanti gli amministratori locali minacciati e intimiditi, le modifiche alla normativa in materia di beni e aziende confiscate alle mafie, la riforma della prescrizione dei processi, le misure di contrasto alla criminalità nel settore del gioco d'azzardo e quelle a favore dei testimoni di giustizia, e riconoscere ufficialmente il 21 marzo come Giornata nazionale della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  3. "Uomini dello Stato coinvolti? Salto di qualità grave"

    Sempre i soliti noti. "Leggo nomi ricorrenti, che ho già incontrato tante volte in altri processi". Vincenza Rando, avvocato in prima linera contro le mafie e referente per l'Emilia-Romagna di Libera, non si stupisce di certo di fronte all'ultima inchiesta sui legami tra la malavita organizzata e il territorio bolognere: "Restiamo un crocevia importante, un territorio appetibile per gli affari delle famiglie criminali più in vista".

    Intervista a Enza Rando fatta da Federico Del Prete su Il Resto del Carlino | Bologna | 11 gennaio 2016