Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Asiago (VI): cena della legalità

Lunedi 2 maggio 2011 alle ore 20.00 Istituto Alberghiero Asiago con don Luigi Tellatin coordinatore Libera Veneto.

IL RICAVATO DELLA CENA ANDRA' ALLA COOPERATIVA LIBERA TERRA "PIO LA TORRE"di S.Giuseppe Jato - Sicilia che coltiva terreni confiscati ai boss della mafia Riina e Provenzano.
Costo della Cena 28 euro a persona e14 euro per i bambini.

PRENOTAZIONE ENTRO MERCOLEDI 27 APRILE c/o PASTICCERIA CARLI DI ASIAGO O TELEFONANDO AL 3496131162.

 

Comunicati

  1. Parlamento Europeo - Al via i lavori dell'intergruppo su integrità, trasparenza, corruzione e criminalità organizzata

    STRASBURGO - Mercoledì 29 aprile al Parlamento Europeo è stato ufficialmente lanciato l'Intergruppo su Integrità, trasparenza, corruzione e criminalità organizzata (ITCO).
    Sarà presieduto dall'eurodeputata italiana Elly Schlein (gruppo S&D) e dall'olandese Dennis De Jong (gruppo GUE), e nel suo Ufficio di Presidenza siedono rappresentanti di tutti i gruppi politici.

  2. Catanzaro Libera Catanzaro

    L'antimafia della presenza, l'antimafia della partecipazione, l'antimafia della riappropriazione del territorio, della città. Catanzaro ha risposto all'appello di Libera, nonostante la pioggia avesse provato a dare una scusa a quelli che non ci sarebbero comunque andati all'appuntamento con "Catanzaro Libera Catanzaro". Vi proponiamo un breve resoconto della manifestazione che si è svolta il 24 aprile a Catanzaro.

  3. Welfare, Italia bocciata dal rapporto europeo sugli investimenti nel sociale

    Investimenti in calo e politiche scarsamente integrate. Sono i motivi per cui rapporto "Social investment in Europe", preparato per la Commissione europea dall'European social policy network, boccia il welfare italiano. Nel documento vengono evidenziati "la riduzione delle risorse finanziarie a disposizione dei servizi pubblici e delle amministrazioni locali causi una decrescita degli investimenti nel welfare" e la mancanza di un reddito minimo garantito, che dimostra "l'assenza di una strategia complessiva nei confronti dell'indigenza e dell'esclusione sociale".