Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Reggio Calabria: conf. stampa su agguato imprenditore

Sabato 12 gennaio 2011 ore 11,00 Sede di Libera, via P.Pellicano, 21/H Reggio Calabria

All'alba del 9 febbraio 2011 hanno sparato contro Tiberio Bentivoglio per uccidere l'uomo e, con l'uomo, il percorso di liberazione dal ricatto delle cosche che, attraverso la campagna antiracket ReggioliberaReggio, stiamo indicando da oltre un anno agli imprenditori e ai commercianti reggini.
Hanno tentato di porre fine ad una vita e, nel contempo, ad un'esperienza che evidentemente sta cogliendo nel segno, alimentando nervosismi e reazioni violente. Convinti della inderogabile necessitÓ di non abbassare la guardia  e per sollecitare una chiara ed immediata assunzione di responsabilitÓ da parte di tutte le istituzioni preposte, il LIBERA, associazioni, nomi e numeri contro le mafie  hanno convocato una conferenza stampa per sabato 12 febbraio alle ore 11.00 presso la sede del coordinamento reggino di Libera, in via P.Pellicano, 21/H.

Libera - Coordinamento Reggio Calabria
L' Ufficio stampa
Per informazioni: 0965/894706 - Cell.349.6069587

 

Comunicati

  1. Al fianco della famiglia di Simonetta Lamberti

    Martedi' 30 giugno sarÓ letta la sentenza sull'omicidio di Simonetta Lamberti uccisa a soli 11 anni, il 29 maggio 1982, in un agguato sulla Molina di Vietri che aveva come obiettivo il giudice Alfonso Lamberti, padre della ragazzina.

  2. L'addio a Sonia vestita di rosso. "Sorella della nostra cittÓ"

    La sua vita ricordata da Don Ciotti, il 30 giugno il funerale ai Santi Martiri. La Stampa | 29 giugno 2015

  3. Anche il comune di Lucca aderisce attraverso delibera alla campagna per il reddito di dignitÓ

    Continua la campagna di Libera e del Gruppo Abele per introdurre anche nel nostro paese lo strumento del reddito di cittadinanza o minimo, per contrastare povertÓ e mafie. Lanciata il 13 marzo la campagna chiede la calendarizzazione e la discussione in Senato per approvare una buona legge sul reddito di cittadinanza.