Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

XVI Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie

Lo spot è stato realizzato nell'ambito delle attività del Marano Ragazzi Spot Festival, da: Consorzio Scuole Città di Marano
ICS "Busciolano" Potenza
ICS Nova Siri MTICS "Marconi" Lentini SR
ISS "Duca degli Abruzzi" Napoli
ISA "de Chirico" Torre Annunziata NA
Hanno lavorato all'ideazione  e alla realizzazione dello spot 36 ragazzi in rappresentanza di 16 scuole.

 
 

La XVI Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie, si celebrerà in Basilicata, a Potenza, 19 marzo 2011. IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA! 
 
TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI PER LA GIORNATA


Prime note organizzative
Anche quest'anno abbiamo scelto di porre la manifestazione nazionale di sabato, per consentire la più larga mobilitazione possibile. Saremo dunque a Potenza il 19 marzo, con uno schema simile a quello delle scorse Giornate: al mattino concentramento e marcia, con lettura dei nomi delle vittime delle mafie; al pomeriggio seminari di approfondimento. Il 21 marzo invece chiediamo a tutti di organizzare nei propri contesti momenti di memoria e di impegno, attraverso la lettura dei nomi nelle piazze, nelle scuole, in consigli comunali aperti e ovunque sia possibile. Come sempre Libera cercherà di mettere a disposizione dei contributi per aiutare i gruppi da 50 partecipanti ad ammortizzare il costo del viaggio: il regolamento e la scheda d'iscrizione sarà presto disponibile on line.

Per le scuole proponiamo di prepararsi alla Giornata attraverso la partecipazione a Regoliamoci (scadenza per le iscrizioni 20/12/2010) e l'utilizzo del kit Sapere per Saper essere.

E' già attiva la mail della segreteria organizzativa potenza.19marzo@libera.it e il numero di telefono 331.1776339 a cui poter esprimere esigenze particolari e richiedere informazioni. Per seguire tutti i passi verso la giornata http://100passiversoil21marzo.blogspot.com


Chi è intenzionato ad arrivare prima della Giornata o ripartire dopo si dece rivolgere all'agenzia convenzionata con Libera, contattando:

ITARO WORLD SNC, via Vaccaro 8 85100 Potenza.
TEL 0971/273018
FAX 0971/411082
rocco@itaroworld.it
Italo@itaroworld.it
Rossella@itaroworld.it

 
.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Comunicati

  1. Nasce la rete Numeri Pari | Rassegna stampa

    Nasce, dalla precedente esperienza della campagna contro la povertà del Gruppo Abele e Libera Miseria Ladra, il Movimento "Numeri Pari", una rete contro le disuguaglianze , per la giustizia sociale e la dignità. L'aggregazione di associazioni ed enti è stata presentata oggi a Roma; nel servizio del Tg3 le interviste a don Ciotti, presidente del Gruppo Abele e di Libera, e don Zappolini, presidente del Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza (CNCA).

  2. 19 condanne e 8 assoluzioni: si chiude il processo Condor

    È nel 1999 che il p.m. Capaldo, che ha guidato l'azione della pubblica accusa assieme alla Dottoressa Tiziana Cugini, inizia ad indagare sulla morte di alcuni sudamericani di origini italiane all'interno dell'Operazione Condor, la grande alleanza tra le giunte militari del Sud America e gli Stati Uniti contro il "pericolo rosso".

  3. Sentenza Condor - Martedi 17 Gennaio 2017, Rebibbia, Roma

    Dopo quasi due anni di dibattimento, 60 udienze e con l'audizione di decine di testimoni, esperti, familiari e compagni di prigionia delle vittime, il prossimo 17 gennaio dalle ore 9,30 si terrà l'ultima udienza nell'aula bunker di Rebibbia a Roma relativa al Processo Condor. A seguire nel corso della stessa giornata sarà emessa la sentenza per il sequestro e l'omicidio di 42 giovani, tra cui 20 italiani, avvenuti in Cile, Argentina, Bolivia, Brasile e Uruguay tra il 1973 e il 1978. Gran parte di loro sono ancora oggi desaparecidos.