Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pāgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Chi siamo

"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" č nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la societā civile nella lotta alle mafie e promuovere legalitā e giustizia. Attualmente Libera č un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtā di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalitā. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalitā democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attivitā antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera č riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietā Sociale. Nel 2008 č stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane.  Nel 2012 č stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: č l'unica organizzazione italiana di "community empowerment" che figuri in questa lista, la prima dedicata all'universo del no-profit.

 
 

Comunicati

  1. Libera al sit in contro lo scioglimento del Corpo forestale dello Stato

    Libera aderisce e partecipa al sit in promosso dalle organizzazioni sindacali contro lo scioglimento del Corpo forestale dello Stato.  Appuntamento il 31 marzo a partire dalle 9:00 a Roma, davanti Montecitorio per gridare che l'Italia ha bisogno del Corpo forestale dello Stato.

  2. Roma: Conferenza stampa con Alex Schwazer e Alessandro Donati

    Mercoledi' 1 aprile 2015 ore 11 presso la sede della Fnsi, Corso Vittorio Emanuele 349, Roma. Alex Schwazer presenterā insieme al maestro dello sport Alessandro Donati, al professor Dario D'Ottavio, il progetto per il ritorno, a squalifica conclusa, all'attivita' agonistica.


  3. A don Luigi Ciotti il Leone del Veneto 2015

    Sabato 28 marzo sarā attribuito a don Luigi Ciotti il Leone del Veneto 2015. Il riconoscimento al sacerdote, deliberato dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale, si aggiunge a quelli giā assegnati per l'anno in corso a Pino Donaggio, Cuamm e Cittā della Speranza, con una motivazione che sottolinea come la storia e il contributo personale di don Ciotti "rappresenti a buon diritto l'eccellenza veneta".