Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Chi siamo

"Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie" è nata il 25 marzo 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall'Eurispes tra le eccellenze italiane.  Nel 2012 è stata inserita dalla rivista The Global Journal nella classifica delle cento migliori Ong del mondo: è l'unica organizzazione italiana di "community empowerment" che figuri in questa lista, la prima dedicata all'universo del no-profit.

 
 

Comunicati

  1. A Polistena (RC): Libero Cinema in Libera Terra

    Anche quest'anno "Libero Cinema in Libera Terra", il Festival internazionale di cinema itinerante contro le mafie, organizzato da Cinemovel Foundation, farà tappa a Polistena.

  2. Libera Biella sui sequestri preventivi nel Biellese

    Il sequestro preventivo, nella zona di Vallemosso, di beni del valore di circa 700.000 euro, riconducibili a due fratelli indagati per associazione mafiosa, conferma, anche per la nostra Provincia, quanto emerso dall'operazione Minotauro del 2011 e dagli esiti dei processi a questa collegati: la 'ndrangheta è presente in tutto il territorio piemontese.

  3. Diari dei campi 2014: Isola Capo Rizzuto, la memoria diventa impegno

    Un'esperienza nuova, intensa ed entusiasmante dove si alternavano momenti di lavoro manuale (raccolta dei ceci, pulizia dell'orto botanico) con la cooperativa Terre Joniche, formazione sui beni confiscati (con Umberto Ferrari), incontro per conoscere le "vittime di mafia" (Giovanni Gabriele e la storia di suo figlio Dodò), distribuzione dei pasti agli extracomunitari a Crotone, momenti di divertimento, nuove conoscenze (oltre agli amici calabresi, gli amici dello SPI di Cesena).