Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Brugnera (PO): Finima day 2010

Brugnera, 05 dicembre - L'Hotel Centro Congressi Ca' Brugnera alle ore 15:30 accoglie il convegno "Meno solidarietà e più diritti". Ospiti di spicco, tra cui Don Luigi Ciotti, condurranno la cittadinanza in un inedito dibattito di estrema attualità firmato FUNIMA International. 
 
L'associazione FUNIMA International Onlus, in collaborazione con l'associazione culturale Il Sicomoro, presenta il convegno FUNIMA DAY 2010 dal titolo Meno Solidarietà e più Diritti. Si terrà domenica 5 dicembre a Brugnera (PN) presso l'Hotel Centro Congressi Ca' Brugnera - Via Villa Varda, 4 - a partire dalle ore 15:30.
 
Il FUNIMA DAY, giunto alla sua quinta edizione, è l'appuntamento annuale della FUNIMA International, associazione impegnata nel campo della solidarietà internazionale e della cooperazione in difesa dei diritti dell'uomo.
Quest'anno vuole essere un momento di confronto e di riflessione rivolto alla cittadinanza attiva che si interroga sulla responsabilità ed il ruolo del singolo e delle istituzioni per riemergere dalla deriva etica e culturale dei nostri tempi.
 
Interverranno: Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, Giorgio Bongiovanni, direttore della rivista AntimafiaDuemila e fondatore della Onlus FUNIMA International, Guido Barbera, presidente del coordinamento Solidarietà e Cooperazione CIPSI e Raúl Bagatello, missionario delle Ande. Modera l'incontro Anna Petrozzi, caporedattore di AntimafiaDuemila.

 

Comunicati

  1. «Il mio no ai ricatti delle cosche»

    «Denunciare è l'unica strada. Io l'ho fatto e penso sia stata la cosa giusta. L'avessi fatto prima...». Carla (non facciamo il suo vero nome), 56 anni, impiegata nell'ospedale di Correggio non ha cambiato idea per quella scelta di due anni fa quando una mattina decise di andare alla Guardia di Finanza per denunciare i suoi strozzini.

  2. 'Ndrangheta Inchiesta Aemilia. Libera: "Ci stupiamo di chi si stupisce!"

    Le mafie vanno dove possono fare affari, dove il denaro gira e nessuna regione è esente. Lo dicono le recenti relazioni antimafia, lo dimostrano le inchieste passate , lo confermano i sequestri: le le radici delle mafie sono certo al Sud, ma i loro rami e loro frutti avvelenati arrivano anche in Emilia Romagna. Si svolgerà a Bologna il 21 marzo la XX Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

  3. Le mafie nel pallone

    Riciclaggio di soldi mediante sponsorizzazioni, partite truccate, scommesse clandestine, presidenti prestanome, il grande affare del mondo ultrà, le «mani» sulle scuole calcio. Le mafie sono nel pallone. Già nel 2010 Libera denunciava questo sistema criminale con il libro "Le mafie nel pallone".