Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Emilia Romagna

 

Schiavi delle mafie

Questo è il quarto quaderno che l'Osservatorio Civico Antimafie di Reggio Emilia porta a termine, grazie alla continuativa collaborazione tra "COLORE - Cittadini contro le mafie"  e i volontari del "Coordinamento di Libera - Reggio Emilia". Un'edizione che si è deciso di fare solo on-line, sia per ridurre i costi, sia per poter usare i colori. Non è stato semplice affrontare il tema scelto quest'anno proprio per la sua complessità: sfruttamento e tratta di esseri umani, sia per lavoro, che a scopo sessuale.

 
 
 

 

[23/05/17] Parma: "Il dovere della memoria, la responsabilità dell'impegno"
Martedì 23 Maggio alle ore 21.00  presso il Teatro Due di Parma. 

 

[12/05/17] Reggio Emilia: La modernità della medicina veterinaria pubblica
Venerdi 12 maggio 2017 dalle ore 9:00 presso il Centro Internazionale Loris Malaguzzi, Viale Ramazzini 72/A a Reggio Emilia.

 
 

[13/03/17] Ravenna: La settimana della legalità
In prossimità del 21 marzo che quest'anno, per quanto riguarda la Regione Emilia Romagna, si terrà a Rimini, il coordinamento provinciale di Ravenna ha deciso di promuovere nella settimana antecedente, dal 13 al 20 marzo, una serie di incontri pubblici, altri riservati alle scuole, reading e spettacoli teatrali, sul tema delle mafie e del contrasto alle mafie.

 

[18/01/17] Bologna: L'eredità di Luciano Gallino
Mercoledì, 18 gennaio 2017, alle ore 17.00 presso la Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, Sala dello Stabat Mater in Piazza Galvani 1 - Bologna

 
 

[04/11/16] Bologna: Diritto di Asilo, Dovere di Accoglienza
Venerdì 4 novembre ore 21 - Salaborsa Auditorium Enzo Biagi - Piazza del Nettuno, 3 Bologna

 

[01/10/16] Forlì: Lectio Magistralis di don Luigi Ciotti
Il 1 ottobre 2016 alle ore 18:30 presso la Chiesa di San Giacomo a Forlì Lectio Magistralis di Don Luigi Ciotti (Fondatore Gruppo Abele e Libera)

 
 
 
  1. Libera su sentenza della Corte di Appello di Bologna su processo Aemilia

    Libera su sentenza della Corte di Appello di Bologna su processo Aemilia

    Accogliamo favorevolmente la sentenza della corte di Appello di Bologna che accoglie l' impianto accusatorio riconoscendo il grande lavoro della Procura Generale. La conferma delle pene dimostrano ancora una volta che la ndrangheta c'è, dunque esiste anche in Emilia Romagna.

  2. Emilia Romagna:  Protocollo d'intesa per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie

    Emilia Romagna: Protocollo d'intesa per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie

    L'8 settembre è stato sottoscritto, dalla Regione Emilia-Romagna, dal Tribunale di Bologna, dalla Città Metropolitana di Bologna, Cgil-Cisl e Uil regionali, Libera, Alleanza delle Cooperative, Avviso Pubblico, Abi, Unioncamere Emilia-Romagna, Camera di Commercio di Bologna e le associazioni imprenditoriali di categoria presso il Tribunale di Bologna il Protocollo d'intesa per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alle mafie  con l'intento di snellire le procedure di assegnazione e di riutilizzo sociale.

  3. Libera esprime sostegno e corresponsabilità al al giudice Cristina Beretti, presidente vicario Tribunale Reggio Emilia

    Libera esprime sostegno e corresponsabilità al al giudice Cristina Beretti, presidente vicario Tribunale Reggio Emilia

    Esprimiamo sostegno e  vicinanza al giudice Cristina Beretti, presidente vicario Tribunale Reggio Emilia a cui è stata innalzata l'attenzione e misura di tutela da parte dei Carabinieri. Il lavoro del giudice impegnata nel collegio giudicante del Processo Aemilia e in ingenti sequestri patrimoniali messi a segno negli ultimi anni infastidisce chi vuole continuare a imporre le logiche della violenza e del profitto illecito.

  4. CantierEducare - Corporeità

    CantierEducare - Corporeità

    Venti laboratori formativi gratuiti, eventi e conversazioni pubbliche per professionisti, genitori e adulti che condividono responsabilità educative: c'è tutto questo, e molto altro, nella seconda edizione del CantierEducare. Il festival, a cura della Libera Università dell'Educare (struttura di alta formazione della Coop. Sociale EcoS-Med) con il sostegno della Fondazione Cariparma, torna al Teatro Due di Parma dal 22 al 27 maggio, a un anno e mezzo dalla prima edizione, forte della partecipazione registrata in quell'occasione, che ha convinto gli organizzatori della necessità di tornare a riflettere, periodicamente, sui temi che gravitano intorno all'educare.

  5. "Uomini dello Stato coinvolti? Salto di qualità grave"

    "Uomini dello Stato coinvolti? Salto di qualità grave"

    Sempre i soliti noti. "Leggo nomi ricorrenti, che ho già incontrato tante volte in altri processi". Vincenza Rando, avvocato in prima linera contro le mafie e referente per l'Emilia-Romagna di Libera, non si stupisce di certo di fronte all'ultima inchiesta sui legami tra la malavita organizzata e il territorio bolognere: "Restiamo un crocevia importante, un territorio appetibile per gli affari delle famiglie criminali più in vista".

    Intervista a Enza Rando fatta da Federico Del Prete su Il Resto del Carlino | Bologna | 11 gennaio 2016

 

Comunicati

  1. Perugia: seminario di formazione per docenti

    Il Presidio insegnati  "G. Rechichi" organizza seminari di formazione per docenti, presidi e cittadinanza sul tema: "Lavoro etico, etica del lavoro". Il primo appuntamento si svolgerà il 22 settembre.

  2. Nuova referente per Libera Catanzaro

    Il 14 settembre durante l'assemblea provinciale di Libera Catanzaro, alla presenza del coordinatore regionale don Ennio Stamile è stata eletta la nuova referente del coordinamento provinciale: Elvira Iaccino.

  3. Libera Liguria saluta positivamente la sentenza con cui la Cassazione accerta l'esistenza della 'ndrangheta nella regione

    "La conferma di numerose condanne relative al locale di Ventimiglia - commenta Libera - e la necessità di celebrare un nuovo giudizio sui presunti membri del locale di Bordighera vanno a definire un quadro pesante e definito del livello allarmante del radicamento criminale della 'ndrangheta nel Ponente ligure, con riflessi ormai incontestabili in tutta la regione, al di là di ogni interpretazione riduttiva o negazionista".