Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Accessibilità

Su internet, un sito accessibile facilita l'accesso a individui con ogni tipo di disabilità, ma anche ad individui non affetti da patologie. Più nello specifico: 

- utilizza un codice semanticamente corretto, logico e validato secondo i parametri del W3C 
- utilizza testi chiari, fluenti e facilmente comprensibili 
- utilizza testo alternativo per ogni tipo di contenuto multimediale 
- sfrutta titoli e link che siano sensati anche al di fuori del loro contesto (evitando, ad esempio, link su locuzioni come "clicca qui") 
- ha una disposizione coerente e lineare dei contenuti e dell'interfaccia grafica

Inoltre dovrebbe essere compatibile col maggior numero di browser e configurazioni software e utilizzare colori standard e ad alto contrasto fra di loro.
L'applicazione corretta dei criteri di accessibilità deve permettere la lettura delle pagine web da parte di software detti screenreader, specifici per ipovedenti o non vedenti.

Il sito di Libera ha deciso di ottemperare a tutti i requisiti previsti nella Verifica Tecnica della Legge 4/2004 (la cosiddetta legge "Stanca").

Libera dal 25 marzo 1995 lavora per la diffusione e promozione della legalità e della giustizia. Oggi è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di contrastare la cultura mafiosa. Per questo motivo abbiamo ritenuto fondamentale tradurre nel sito l'impegno e la responsabilità che vogliamo diffondere e condividere il più possibile creando un portale completamente accessibile.

Vai alla pagina di Verifica Tecnica sull'accessibilità pubblicata.
 
Oggi il nostro sito consente la più ampia e creativa personalizzazione grafica e funzionale, è estremamente semplice e intuitivo e grazie alla tecnologia FlexCMP ci consente una gestione multipla e differenziata delle diverse sezioni. 
 
www.libera.it è stato sviluppato da Idea Futura S.r.l., società all'avanguardia in Italia per la progettazione e la creazione di siti e portali accessibili, utilizzando il Content Management System FlexCMP.

Aiutateci a migliorare
Nonostante l'attenzione posta nella realizzazione del sito ed i numerosi test condotti non è possibile escludere con certezza che una o più pagine siano a nostra insaputa ancora inaccessibili ad alcune categorie di utenti. In questo caso ci scusiamo fin d'ora e vi preghiamo di segnalarci ogni irregolarità o difficoltà riscontrata al fine di consentirci di eliminarla nel più breve tempo possibile.


Maggiori informazioni: www.ideafutura.com e www.flexcmp.com

 

Comunicati

  1. Nota di Libera su sentenza processo Pesci

    In una nota Enza Rando, vicepresidente nazionale di Libera e legale dell'associazione commenta la sentenza che si e' chiusa con dieci condanne per complessivi 109 anni del processo davanti al tribunale di Brescia per estorsioni, minacce, detenzione abusiva di armi, aggravati dall'associazione a delinquere di stampo mafioso, per fatti accaduti a Mantova dove nel 2015 

  2. Libera Catania: chiediamo verità e giustizia per gli omicidi di Francesco Vecchio e Alessandro Rovetta

    Il Coordinamento provinciale di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie a Catania - in relazione alla ricerca della verità sugli omicidi di Francesco Vecchio e di Alessandro Rovetta - ribadisce il proprio impegno di memoria e testimonianza per tutte le vittime delle mafie e la vicinanza ai tanti familiari che ancora aspettano di conoscere i motivi e i contesti nei quali sono maturati gli omicidi dei loro cari.

  3. Perugia: seminario di formazione per docenti

    Il Presidio insegnati  "G. Rechichi" organizza seminari di formazione per docenti, presidi e cittadinanza sul tema: "Lavoro etico, etica del lavoro". Il primo appuntamento si svolgerà il 22 settembre.