Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Tutti in campo con Libera in Goal

 

Fervono i preparativi per la sesta edizione di LIBERA IN GOAL, il torneo di calcio a cinque dedicato ad Antonio Landieri - vittima innocente di Camorra - organizzato da Rime e Vodisca Teatro con la collaborazione della Scuola Calcio Arci Scampia e di Libera Associazioni Nomi e Numeri Contro le Mafie.

La manifestazione si svolgerà da giovedì 7 a domenica 10 Settembre 2017, presso il campo sportivo dell'ARCI Scampia in Via Fratelli Cervi, nel Quartiere di Scampia a Napoli.

L'idea alla base del torneo è di conciliare momenti di sport non agonistico a momenti di formazione e confronto con le numerose realtà associative del luogo.

Di mattina si gioca a pallone nel campo dell'Arci Scampia, con i suoi fantastici prati in erba sintetica totalmente attrezzati; di pomeriggio sono previsti incontri con le diverse realtà associative del quartiere, che quotidianamente lavorano sul territorio. Ogni anno, inoltre, la manifestazione è l'occasione per studiare ed approfondire tutti insieme il rapporto che lega il mondo dello sport alla criminalità organizzata.

Tre giorni di festa e di riflessione ma soprattutto un'occasione per rincontrare ogni anno vecchi e nuovi amici, compagni di strada, eterni avversari sul campo, e passare insieme tre giorni intensissimi, che restano nel cuore (oltre che nelle gambe e nei polmoni)!

Le caratteristiche fondamentali del torneo anche quest'anno saranno l'autoarbitraggio e le squadre miste.

Sono possibili due diverse modalità di iscrizione:

- Iscrizione come squadra: una squadra deve essere composta da almeno cinque giocatori. Ogni squadra dovrà portare con sé uno striscione recante un messaggio o uno slogan inerente ai temi del torneo (antimafia, legalità nello sport) e dovrà organizzarsi in modo da garantire in ogni partita la presenza di (almeno) una ragazza in campo, la cui presenza è obbligatoria.

- Iscrizione come singolo: se non hai i numeri per formare una squadra puoi iscriverti lo stesso senza problemi, ci penserà l'organizzazione a inserirti in una delle squadre iscritte.

Il costo complessivo per la partecipazione all'evento è di soli 50 € a persona. Nel prezzo sono comprese le cene di giovedì, venerdì e sabato, i pranzi di venerdì e sabato e le colazioni di venerdì, sabato e domenica.

L'evento prenderà il via giovedì 7 settembre e si concluderà domenica 10 settembre 2017. Vi chiediamo di arrivare entro le 20.00 di giovedì in modo da partecipare alla cena di inaugurazione ed all'estrazione dei gironi. La domenica invece la manifestazione si concluderà intorno alle 13 (pranzo escluso).

La deadline per le iscrizioni è prevista per il 15 Agosto 2017!

Se vuoi saperne di più e capire come fare per iscriverti, CLICCA QUI: http://rime.we-care.me/progetti/iscriviti-a-libera-in-goal/

Se apprezzi l'idea ma non riesci a contribuire con la tua partecipazione, puoi comunque darci una mano ad organizzarlo!

Per scoprire come, CLICCA QUI: http://rime.we-care.me/progetti/sostieni-libera-in-goal/

Ti aspettiamo per segnare insieme un gol per Antonio Landieri

 
 

Con il contributo di:


 

Comunicati

  1. Libera su omicidi a San Marco in Lamis (Foggia)

    L'agguato del 9 agosto è la dimostrazione che siamo davanti una guerra criminale, feroce e violenta, una guerra in atto da tempo ma sottovalutata. Foggia, la Capitanata , il Gargano sono teatro di di una lunga scia di sangue che confermano ulteriormente una presenza mafiosa violenta e ben radicata nel territorio.

  2. Don Ciotti, necessario politica torni parlare con le persone

    Perche' la democrazia torni a essere "potere del popolo" e' necessario che la politica torni a parlare con le persone e non alle persone. E necessario che agisca con loro, non al loro posto". Cosi' don Luigi Ciotti, presidente di Libera, a margine di un incontro a Rispescia (Grosseto) dove e' in corso Festambiente.

  3. La rivolta delle donne, una crepa nelle mafie

    I momenti di silenzio e di preghiera, la riflessione e l'attenzione ai segni di speranza non possono andare in ferie. Tanto più se quei segni annunciano possibili svolte e cambiamenti, conquiste o riconquiste di civiltà. Nel mondo chiuso e violento delle mafie sta avvenendo un fatto nuovo e potenzialmente di-rompente: la rivolta delle donne, la presa di coscienza dei giovani. Leggi l'editoriale di don Luigi Ciotti sul numero 32 di Famiglia Cristiana