Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pāgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Catania: Incontriamoci con Aquarius

"INCONTRIAMOCI CON AQUARIUS"
28-29 luglio 2017 CATANIA 

GRANDE INIZIATIVA PROMOSSA DALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO EMMAUS ITALIA E SOS MEDITERRANEE ITALIA

Raduno di tutte le associazioni e i partecipanti all'iniziativa presso il Molo 10-11 del Porto di Catania, dove sarā ormeggiata la nave Aquarius di Sos Mediterranče, ospite della stazione marittima Catania Cruise Terminal S.r.l.. 
Un gesto di solidarietā con l'Aquarius e tutte le altre navi della societā civile che ogni giorno salvano centinaia di vite umane a mare, da condividere con i cittadini di Catania che ogni tre settimane accolgono presso il loro porto l'Aquarius e i suoi equipaggi per una breve sosta. 
Sulla banchina di ormeggio, in una pacifica atmosfera di festa tra video, foto, musica e tanto altro, gli attori dell'iniziativa racconteranno le loro storie e testimonieranno l'importanza della solidarietā civile. 
Sono stati organizzati per l'occasione laboratori di origami e fotografia con libera partecipazione del pubblico, jam sessions musicali e performance artistiche. 

L'indomani, giorno 29 alle 10:00 presso la Playa di Catania (spiaggia libera 1), i volontari organizzeranno un flash-mob per sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche delle migrazioni.

INIZIATIVA PROMOSSA DA: 
Emmaus Italia
SOS MEDITERRANEE Italia

IN COLLABORAZIONE CON:
ADIF - Associazione Diritti e Frontiere
Emmaüs France
I Girasoli
Libera Sicilia contro le mafie
MIR Palermo
Laici Comboniani Palermo
Rete dei Numeri Pari
Refugees Welcome Italia - Catania

 

Comunicati

  1. Libera su omicidi a San Marco in Lamis (Foggia)

    L'agguato del 9 agosto č la dimostrazione che siamo davanti una guerra criminale, feroce e violenta, una guerra in atto da tempo ma sottovalutata. Foggia, la Capitanata , il Gargano sono teatro di di una lunga scia di sangue che confermano ulteriormente una presenza mafiosa violenta e ben radicata nel territorio.

  2. Don Ciotti, necessario politica torni parlare con le persone

    Perche' la democrazia torni a essere "potere del popolo" e' necessario che la politica torni a parlare con le persone e non alle persone. E necessario che agisca con loro, non al loro posto". Cosi' don Luigi Ciotti, presidente di Libera, a margine di un incontro a Rispescia (Grosseto) dove e' in corso Festambiente.

  3. La rivolta delle donne, una crepa nelle mafie

    I momenti di silenzio e di preghiera, la riflessione e l'attenzione ai segni di speranza non possono andare in ferie. Tanto pių se quei segni annunciano possibili svolte e cambiamenti, conquiste o riconquiste di civiltā. Nel mondo chiuso e violento delle mafie sta avvenendo un fatto nuovo e potenzialmente di-rompente: la rivolta delle donne, la presa di coscienza dei giovani. Leggi l'editoriale di don Luigi Ciotti sul numero 32 di Famiglia Cristiana