Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Don Ciotti: a Palermo contro Falcone gesto vile e perdente

"Oltraggiare la memoria di Falcone è una misera esibizione di vigliaccheria". Così ieri in un tweet, il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, alla notizia del gesto vandalico compiuto sul busto del giudice antimafia davanti all'istituto scolastico a lui intitolato nel quartiere Zen di Palermo. E' la terza volta in 10 anni che la statua subisce danneggiamenti. Sempre ieri, ignoti hanno bruciato un cartellone con una immagine di Giovanni Falcone, posto davanti i cancelli di una scuola e realizzato dagli stessi studenti. I due episodi hanno suscitato reazioni di sdegno e di rabbia da parte di tutto il mondo politico e istituzionale. Ma che significato dare a quanto accaduto? Adriana Masotti, giornalista di Radio Vaticana lo ha chiesto a don Luigi Ciotti, fondatore dell'associazione Libera.

 
 

Comunicati

  1. La lezione di Rita Atria la ragazza che disse no alla schiavitù mafiosa

    Abbiamo ricordato Paolo Borsellino, non possiamo dimenticare Rita Atria. Il ricordo di don Luigi Ciotti su La Repubblica | 26 luglio 2017

  2. Il raduno di Libera porta a Cecina più di 250 ragazzi

    Oltre 250 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia, da Torino a Palermo, in tenda per 5 giorni a Cecina, saranno protagonisti del VI appuntamento nazionale dei giovani di Libera. Leggi l'articolo pubblicato su Il Tirreno del 26 luglio 2017.

  3. Nota di Luigi Ciotti su minacce giornalista Repubblica

    Sappiano questi signori - che ieri hanno minacciato Salvo Palazzolo per aver informato delle misure preventive di confisca applicate ad alcuni "beni" della famiglia Riina - che esiste una Sicilia e un'Italia che s'impegnano per la libertà e la giustizia, e che di fronte alle minacce e alle menzogne non indietreggiano né tacciono.