Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

"Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino"

C'e un filo conduttore comune nelle tante Storie che hanno segnato il nostro Paese.
E' il filo dell'impegno consapevole dei rischi e delle conseguenze del proprio operato.
Del "...qualunque cosa accada" che Giorgio Ambrosoli raccomanda nella lettera scritta alla sua "Anna carissima..."
La scelta consapevole del fare fino in fondo il proprio dovere.
La scelta di Giovanni Falcone, quella di Paolo Borsellino.
La scelta dei tanti Servitori dello Stato uccisi da mafie e terrorismi.
La scelta di Emanuela Loi, ragazza solare e sorridente, che vuol costruire la sua vita, con un lavoro vero, onesto, giusto.
Agente della Polizia di Stato. Agente di scorta del dr. Paolo Borsellino.
E la compie questa scelta, accetta con dolcezza e disciplina.
Fino in fondo. Qualunque cosa accada.
L'Associazione Nazionale Magistrati - sezione distrettuale di Brescia ed il coordinamento provinciale di LIBERA - Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie, con il sostegno dell'Associazione Donne Magistrato Italiane, il 19 luglio 2017, nel giorno del 25° anniversario della Strage di via D'Amelio, presentano al Palazzo di Giustizia di Brescia, alle ore 12:00, "Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino", monologo intimo ed appassionato di Laura Mantovi, tratto dal testo di Annalisa Strada, con la regia di Sara Poli.
Saranno presenti Magistrati, rappresentanti delle Forze dell'Ordine, Studenti, Cittadinanza intera, per rendere l'omaggio alla passione civile ed alla Memoria, e così continuare a tessere insieme le file dell'Impegno, quotidiano, in ciascun ruolo.
Per non dimenticare.
Un caro saluto

Giuseppe Giuffrida, referente provinciale

clicca sulla immagine per ingrandirla


locandina io Emanuela
 

Comunicati

  1. La lezione di Rita Atria la ragazza che disse no alla schiavitù mafiosa

    Abbiamo ricordato Paolo Borsellino, non possiamo dimenticare Rita Atria. Il ricordo di don Luigi Ciotti su La Repubblica | 26 luglio 2017

  2. Il raduno di Libera porta a Cecina più di 250 ragazzi

    Oltre 250 ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia, da Torino a Palermo, in tenda per 5 giorni a Cecina, saranno protagonisti del VI appuntamento nazionale dei giovani di Libera. Leggi l'articolo pubblicato su Il Tirreno del 26 luglio 2017.

  3. Nota di Luigi Ciotti su minacce giornalista Repubblica

    Sappiano questi signori - che ieri hanno minacciato Salvo Palazzolo per aver informato delle misure preventive di confisca applicate ad alcuni "beni" della famiglia Riina - che esiste una Sicilia e un'Italia che s'impegnano per la libertà e la giustizia, e che di fronte alle minacce e alle menzogne non indietreggiano né tacciono.