Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

 
 

Si svolgerà dal 26 al 30 luglio 2017 a Cecina (Li) il VI° Appuntamento dei giovani di Libera. Un appuntamento pensato "per e con i giovani" come un'opportunità, un'occasione di condivisione e di scambio. Cinque giorni di formazione e programmazione, ma soprattutto di confronto e dialogo tra le esperienze che i ragazzi, hanno maturato nei propri territori, un agorà in riva la mare per dare voce e spazio alle esperienze positive della rete, che promuovono e attivano processi di cambiamento nei territori.

La parola che ci accompagnerà durante questo appuntamento è "Speranza", intesa come capacità di costruire insieme azioni di cambiamento reale, di illuminare le energie che già sono attive nelle nostre realtà, rendendo visibili le positività già presenti nell'agire quotidiano di Libera.

Racconto, strumenti e impegno, saranno gli snodi che ci accompagneranno nella nostra riflessione.

La narrazione delle buone pratiche, rappresenta il primo elemento per dare risalto alla forza di quelle azioni capaci di saldare le parole al fare concreto, innescando così un circolo positivo che attivi speranza e generi impegno. Insieme per raccontare la bellezza, insieme per tradurre le parole con le quali descriviamo gli orizzonti del nostro impegno, in "materia viva". Insieme per mettere in circolo e condividere le positività già presenti nell'agire quotidiano di Libera. Insieme per costruire una narrazione nuova del positivo, della bellezza concreta dei fatti che sui territori si stanno trasformando in atti di cambiamento.

Saranno tre gli ambiti di approfondimento su cui si articolerà il lavoro delle cinque giornate:

1) La memoria, il suo valore politico e la costruzione di giustizia

2) La costruzione di un'alternativa per i minori legati ai sistemi mafiosi

3) Disuguaglianze, povertà e potere mafioso

Le giornate saranno organizzate all'insegna di incontri, lavori di gruppo, laboratori non formali, musica e spettacoli, con l'obiettivo di saldare l'impegno alla conoscenza ed al confronto reciproco, riscoprendo il valore dell'eterogeneità della nostra rete.

Non mancheranno momenti di svago: mare, spiagge e splendidi tramonti ci attendono!

Vista l'impostazione delle attività previste durante l'appuntamento, è consigliabile la partecipazione completa all'iniziativa!

L'arrivo a Cecina è da prevedersi entro le ore 14.00 di mercoledì 26 luglio, per fare il check in, montare le tende (da portare per proprio conto), ed essere pronti per tempo per l'apertura ufficiale del VI° Appuntamento dei giovani di Libera.

Le attività termineranno domenica 30 luglio alle ore 13.00.

Cecina ti aspetta, Libera ti aspetta. Il sole e il mare ti aspettano. 

Per ulteriori informazioni scrivete a: giovani@libera.it.

Una volta registrata l'iscrizione dei singoli partecipanti invieremo una mail di conferma con le indicazioni sulle modalità di pagamento della quota di partecipazione, che sarà di 70 Euro. Tale quota copre le spese relative a vitto, camping e assicurazione durante l'appuntamento a Cecina, mentre il viaggio e le spese di spostamento in loco saranno a carico di ciascun partecipante.


Comunicati

  1. Libera su sentenza processo Mafia Capitale

    Una sentenza che va rispettata ma che ci lasci perplessi, attendiamo di leggere le motivazioni.  Le carte processuali e le intercettazioni trascritte, al di là della sentenza, raccontano di una Capitale con ferite profonde, dove la corruzione, il mercimonio della cosa pubblica, una criminalità violenta e predatoria,  ha inquinato e condizionato il tessuto sociale, politico ed economico.

  2. Borsellino: Don Ciotti, serve coraggio da parte istituzioni

    "La prima eredita' che ci ha lasciato Paolo Borsellino e' il coraggio della verita' ma anche il dovere della verita' che dobbiamo cercare tutti. La testimonianza che ha dato Borsellino di impegno e responsabilita' nella sua professione e' importante, oggi non si chiede solo una lettura giudiziaria ma si chiede di approfondire anche le responsabilita' politiche che ci sono state. Oggi piu' che mai occorre che a parlare siano uomini delle istituzioni, dando un loro contributo alla ricerca della verita'". Lo ha detto don Luigi Ciotti, a margine delle iniziative in corso in via D'Amelio per ricordare la strage del 19 luglio di 25 anni.

  3. Calabria: La memoria non va in vacanza

    Si sta avvicinando il 22 luglio, data simbolo in cui Libera promuove "I Sentieri della Memoria", oggi alla sua quattordicesima edizione. Una marcia fino a Pietra Cappa, nel cuore dell'Aspromonte e nel comune di San Luca, per ricordare Lollò Cartisano e tutte le vittime innocenti della 'ndrangheta.