Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

testata iniziativa milano
 

Milano-Calabria nel nome di Falcone e di Borsellino

Presidenza
Consiglio Comunale   
La Scuola di Formazione Antonino Caponnetto, la Presidenza del Consiglio Comunale di Milano ed Avviso Pubblico organizzano un incontro aperto alla cittadinanza sul tema:   
Milano ricorda la Strage di Capaci, nel XXV anniversario   
Costruiamo un ponte per la democrazia e la libertÓ del nostro paese. I cittadini di Milano ascoltano la voce della Calabria che soffre e si ribella, il grido di chi rivendica il diritto di avere diritti     
Martedý 23 maggio 2017 
Ore 20.45- Sala Alessi - Palazzo Marino

 
foto falcone borsellino

"La gente ha bisogno di vedere che lo Stato Ŕ compatto nel far rispettare la legge uguale per tutti. E' sufficiente che ciascuno rischi poco, per non rischiare pi¨ nessuno... In Calabria bisogna rompere il clima di omertÓ e di silenzio, qui i giornali nazionali non prevedono le pagine locali e la stampa locale fa molta fatica" (Federico Cafiero De Raho, Capo della Procura di Reggio Calabria)   "La mafia non Ŕ un fenomeno che viene assorbito naturalmente dalla societÓ civile e legale... essa deve essere combattuta, per essere eliminata definitamente... La lotta alla mafia deve interessare globalmente lo Stato e le sue istituzioni; la magistratura assolve al suo compito, ma soprattutto sono le Amministrazioni che devono impegnarsi..(Intervista di Paolo Borsellino, rilasciata al giornalista Mauro Rostagno)   Riaffermare quotidianamente i principi e i valori per cui Giovanni Falcone e Paolo Borsellino hanno lottato e combattuto, significa volere uno Stato senza mafie e corruzione. In questo solco si inserisce la costruzione di un ponte di conoscenza e comunicazione tra la realtÓ della Calabria che si ribella e l'attenzione che tutto il nostro Paese deve porre a questo argomento. La Calabria non deve rimanere isolata, Ŕ una regione dello Stato di diritto italiano e la lotta contro la 'ndrangheta Ŕ una battaglia nazionale che richiede l'impegno e il coinvolgimento di tutti, dal nord al sud. La rottura del silenzio e la visibilitÓ del vero volto del sistema mafioso devono diventare impegno quotidiano e obiettivi da raggiungere con determinazione. Dobbiamo operare perchÚ emergano dal silenzio quei principi e quei valori espressi da coloro che in Calabria fanno barriera contro l'illegalitÓ e il sopruso. Allo stesso modo, conoscere le forme di dominio personalizzato e capillare, e la sospensione dei diritti individuali e collettivi che il potere totalitario della 'ndrangheta Ŕ capace di attuare, fa comprendere a tutti la posta in gioco, anche nelle aree di espansione e nuova colonizzazione.  
Programma  
ě  Video: "Caponnetto ricorda Falcone e Borsellino, il ruolo delle scorte e le stragi"
ě  Saluto in video di Tina Martinez Montinaro (moglie di Antonio, capo scorta di Giovanni Falcone)
Intervengono :
 ě  Saluti istituzionali: Lamberto BertolŔ;
ě  Dott.ssa Alessandra Cerreti (Direzione Distrettuale Antimafia di Milano);
ě  Rocco Mangiardi (Imprenditore); ě  Michele Albanese (Giornalista);
ě  Maria Antonietta Sacco, Vicepresidente nazionale e coordinatrice regionale Calabria di Avviso Pubblico; ě  David Gentili;
ě  Prof. Nando dalla Chiesa, Presidente della Scuola di Formazione Antonino Caponnetto e Presidente onorario di Libera; Coordina il dibattito Giovanna Procacci della Scuola di Formazione A. Caponnetto

 
 
logo finali iniziativa
 

Comunicati

  1. Fnsi, Usigrai e Alg saranno a Milano lunedi 29 maggio al fianco di don Luigi Ciotti

    Saremo accanto a Don Luigi Ciotti. Lunedý, in occasione dell'udienza per le minacce del boss Toto Riina rivolte al presidente di Libera intercettate il 14 settembre 2013 nel carcere di Opera a Milano, Fnsi, Usigrai e Alg saranno presenti con una propria delegazione guidata da Vittorio di Trapani.  ╚ il nostro modo per dire che le giornaliste e i giornalisti italiani non lasciano soli Don Luigi e tutti coloro che ogni giorno lottano contro le mafie e la corruzione.

  2. Da piazza Magione a Palermo per ricordare la strage di Capaci

    Su Rai Uno, per le commemorazioni del venticinquesimo anno dalla strage di Capaci un collegamento da piazza Magione a Palermo con Rita Borsellino e don Luigi Ciotti, piazza in cui sono cresciuti Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

  3. 23 maggio Rai Uno ore 20,30 : FALCONEEBORSELLINO Un'orazione civile in ricordo dei due magistrati e delle loro scorte

    Il 23 maggio e il 19 luglio del 1992 sono due date indissolubilmente legate. Cosý come lo sono state le vite, le sorti e i nomi di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. A 25 anni di distanza dagli attentati di Capaci e di via D'Amelio, Rai 1 alle ore 20,30 trasmetterÓ in diretta da Palermo, FALCONEeBORSELLINO, un'orazione civile che vuole onorare il ricordo dei due grandi magistrati e delle loro scorte che insieme a loro persero la vita.