Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Il 21 Marzo a Ostia

Loc

Tra i luoghi di speranza in cui Libera organizza la giornata del 21 Marzo, i cittadini, gli studenti, le associazioni di Roma hanno scelto di darsi appuntamento la mattina del 21 Marzo a Ostia, per sfilare insieme tra le vie della città e ritrovarsi in piazza leggendo insieme i nomi delle vittime innocenti di mafia.

Il Programma: La giornata avrà inizio alle ore 9:30, con la partenza del corteo cittadino che partirà dall'area adiacente la stazione lido centro portando fino a Piazza dei Ravennati, Il pontile di Ostia, luogo simbolo della cittadina lidense. Il momento principale, costituito dalla lettura dei nomi, sarà seguito dal collegamento con il discorso di don Luigi Ciotti, e da interventi musicali. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14:00, nei locali della Biblioteca Elsa Morante (Via Adolfo Cozza 7) e dell'adiacente Teatro Del Lido (ingresso via delle Sirene 22) si terranno seminari di approfondimento sui temi della presenza delle organizzazioni criminali e mafiose nella città di Roma.

Il programma della giornata:
- Ore 9:00 concentramento dei partecipanti;
- Ore 9:30 inizio del corteo da Piazzale della Stazione del Lido;
- Ore 11:00 inizio interventi dal Palco sito in Piazza dei Ravennati; lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie;
- Ore 12:00 collegamento con la piazza di Locri, sede della manifestazione principale;
- Ore 12:30 inizio degli interventi musicali;
- Ore 13:30 fine della manifestazione;
- Ore 14:00 inizio seminari.

Per i più piccoli, alle 14.30, appuntamento al Teatro della Scuola Gattuso in via Marino Fasan, 58. La parola ai piccoli per raccontare tutta la ricchezza di impegno educativo e culturale che quotidianamente crea gli anticorpi alle mafie e ad ogni illegalità. Organizzano con Libera Roma Presidio "Giancarlo Siani" (Ostia): Associazione TdL, DOP Doposcuola Popolare, Teatro Fara Nume, Movimento di Impegno Educativo di Azione Cattolica.

Per i più grandi 2 Seminari:

- MAFIA E POVERTÀ. ESPERIENZE DI PERIFERIE A CONFRONTO PER COSTRUIRE GIUSTIZIA SOCIALE.
Biblioteca Elsa Morante via Adolfo Cozza 7, Ostia Lido.
Partecipano: Giuseppe De Marzo, Rete dei Numeri Pari; Paolo Lojudice, Vescovo ausiliare per la diocesi di Roma Sud; Danilo Casertano, Associazione Manes Maestri di Strada; Lucia Carletti, Preside dell'IC Guttuso-Amendola di Ostia. Stella Cervogni, Comunità di S.Egidio.

- MAFIE A ROMA, MAFIE DI ROMA.
Teatro del Lido, via delle Sirene 22 (ang. via Cozza), Ostia Lido.
Partecipano: Emanuela Attura, Giudice Sezione Penale del Tribunale di Roma; Pasquale Grosso, Associazione daSud; Giampiero Cioffredi, Osservatorio Regionale per La Legalità e la Sicurezza; Antonio La Spina, professore ordinario Sociologia e Analisi delle politiche pubbliche LUISS.

 
 
 
 

Comunicati

  1. Libera su sentenza processo Mafia Capitale

    Una sentenza che va rispettata ma che ci lasci perplessi, attendiamo di leggere le motivazioni.  Le carte processuali e le intercettazioni trascritte, al di là della sentenza, raccontano di una Capitale con ferite profonde, dove la corruzione, il mercimonio della cosa pubblica, una criminalità violenta e predatoria,  ha inquinato e condizionato il tessuto sociale, politico ed economico.

  2. Borsellino: Don Ciotti, serve coraggio da parte istituzioni

    "La prima eredita' che ci ha lasciato Paolo Borsellino e' il coraggio della verita' ma anche il dovere della verita' che dobbiamo cercare tutti. La testimonianza che ha dato Borsellino di impegno e responsabilita' nella sua professione e' importante, oggi non si chiede solo una lettura giudiziaria ma si chiede di approfondire anche le responsabilita' politiche che ci sono state. Oggi piu' che mai occorre che a parlare siano uomini delle istituzioni, dando un loro contributo alla ricerca della verita'". Lo ha detto don Luigi Ciotti, a margine delle iniziative in corso in via D'Amelio per ricordare la strage del 19 luglio di 25 anni.

  3. Calabria: La memoria non va in vacanza

    Si sta avvicinando il 22 luglio, data simbolo in cui Libera promuove "I Sentieri della Memoria", oggi alla sua quattordicesima edizione. Una marcia fino a Pietra Cappa, nel cuore dell'Aspromonte e nel comune di San Luca, per ricordare Lollò Cartisano e tutte le vittime innocenti della 'ndrangheta.