Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Seriate (BG): Il Centro di promozione della Legalità in un bene confiscato alla criminalità

Un tempo sede per il contrabbando, ora centro per la legalità. L'appartamento di via Marconi 49/B, confiscato ai beni della mafia, sabato 18 febbraio sarà consegnato all'associazione "Centro di Promozione della legalità Bergamo (CPL) e Rete S.O.S", per diventare la nuova sede del CPL. Il progetto, selezionato e finanziato dalla Regione Lombardia e dall'Ufficio scolastico provinciale, prevede che la casa confiscata diventi un Centro per la promozione della legalità gestito dalla Consulta provinciale studentesca, dalle scuole e associazioni in rete, guidata dal capofila Istituto Giulio Natta e composta da 60 scuole e 20 enti istituzionali, tra pubblici e privati. L'obiettivo è promuovere una cittadinanza attiva, finalizzata alla divulgazione dei saperi della legalità agli studenti di Seriate e della provincia di Bergamo.


Seriate (BG) il 18 febbraio 2017 alle ore 9:00 presso il Teatro Aurora in via del Fabbro 5.

Saluti istituzionali
Testimonianza di Marisa Fiorani, madre di Marcella Di Levrano, vittima di mafia
Intervento di don Luigi Ciotti.
Modera Andrea Crippa, presidente della Rete di Scuole S.O.S

Alle ore 12:30 corteo al bene confiscato e intitolazione dello stesso a Marcella.
Consegna delle chiavi al presidente della Consulta Studentesca.

 

Comunicati

  1. Primo memorial di calcio a 5 in ricordo di Talbi Rauf

    Un torneo di calcio a cinque per Talbi Rauf. Una passione quella per il calcio che Rauf aveva condiviso in Italia con gli amici di Libera. La sua morte ha colto nel dolore profondo tutti coloro che avevano conosciuto e vissuto. In ricordo di Raul è il primo Memorial di calcio a cinque che si svolgerà il 24 giugno a Firenze presso IPM in via Degli Orti Oricellari 18 a partire dalle ore 15.00.

  2. Don Luigi Ciotti ricorda Stefano Rodotà

    Senza Stefano Rodotà siamo tutti culturalmente più poveri. Poveri di quella cultura autentica, al servizio della vita delle persone, delle loro speranze, della loro dignità. Stefano ci ha insegnato la cultura dei diritti ma ci ha insegnato anche che ogni diritto è una responsabilità.

  3. Mafiosi e corrotti, sì alla scomunica

    "La scomunica sancisce in modo non più equivocabile l'incompatibilità tra il Vangelo e le mafie" scrive don Luigi Ciotti sulle pagine del periodico cattolico Famiglia Cristiana, spiegando quanto sia importante per la Chiesa ribadire la propria responsabilità sociale e l'interesse per il bene comune