Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Seriate (BG): Il Centro di promozione della Legalità in un bene confiscato alla criminalità

Un tempo sede per il contrabbando, ora centro per la legalità. L'appartamento di via Marconi 49/B, confiscato ai beni della mafia, sabato 18 febbraio sarà consegnato all'associazione "Centro di Promozione della legalità Bergamo (CPL) e Rete S.O.S", per diventare la nuova sede del CPL. Il progetto, selezionato e finanziato dalla Regione Lombardia e dall'Ufficio scolastico provinciale, prevede che la casa confiscata diventi un Centro per la promozione della legalità gestito dalla Consulta provinciale studentesca, dalle scuole e associazioni in rete, guidata dal capofila Istituto Giulio Natta e composta da 60 scuole e 20 enti istituzionali, tra pubblici e privati. L'obiettivo è promuovere una cittadinanza attiva, finalizzata alla divulgazione dei saperi della legalità agli studenti di Seriate e della provincia di Bergamo.


Seriate (BG) il 18 febbraio 2017 alle ore 9:00 presso il Teatro Aurora in via del Fabbro 5.

Saluti istituzionali
Testimonianza di Marisa Fiorani, madre di Marcella Di Levrano, vittima di mafia
Intervento di don Luigi Ciotti.
Modera Andrea Crippa, presidente della Rete di Scuole S.O.S

Alle ore 12:30 corteo al bene confiscato e intitolazione dello stesso a Marcella.
Consegna delle chiavi al presidente della Consulta Studentesca.

 

Comunicati

  1. Libera aderisce a La nostra Europa

    In occasione del Sessantenario dei Trattati di Roma, Libera aderisce e partecipa a "La nostra Europa", una coalizione di associazioni, movimenti sociali, sindacati, organizzazioni e attori sociali impegnati a costruire insieme una grande mobilitazione popolare il 23.24.25 marzo a Roma, quando  i leader della UE si incontreranno per celebrare i 60 anni di integrazione europea. 

  2. Da Locri l'urlo contro tutte le mafie

    Il 21 marzo la Giornata della memoria coi vescovi calabresi in prima linea. L'evento promosso da Libera e da Avviso pubblico si svolgerà nella cittadina jonica, luogo simbolo della battaglia alla 'ndrangheta. Col diretto sostegno della Conferenza episcopale calabra
    Articolo di Antonio Maria Mira su  Avvenire | 19 febbraio 2017

  3. Don Ciotti: "La politica si metta al servizio della società (civile)"

    "Dignità, è questa la parola chiave". Riconquistare la dignità perduta. Don Luigi Ciotti riparte da qui. Prete, una vita in mezzo alla strada dedicata ai più poveri e agli emarginati. Con il Gruppo Abele si è occupato di problemi sociali (droga, Aids, prostituzione, immigrazione), con Libera si prefigge invece di contrastare mafie ed illegalità diffusa.
    Intervista a don Luigi Ciotti di Giacomo Russo Spena su Micromega.