Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Seriate (BG): Il Centro di promozione della Legalità in un bene confiscato alla criminalità

Un tempo sede per il contrabbando, ora centro per la legalitÓ. L'appartamento di via Marconi 49/B, confiscato ai beni della mafia, sabato 18 febbraio sarÓ consegnato all'associazione "Centro di Promozione della legalitÓ Bergamo (CPL) e Rete S.O.S", per diventare la nuova sede del CPL. Il progetto, selezionato e finanziato dalla Regione Lombardia e dall'Ufficio scolastico provinciale, prevede che la casa confiscata diventi un Centro per la promozione della legalitÓ gestito dalla Consulta provinciale studentesca, dalle scuole e associazioni in rete, guidata dal capofila Istituto Giulio Natta e composta da 60 scuole e 20 enti istituzionali, tra pubblici e privati. L'obiettivo Ŕ promuovere una cittadinanza attiva, finalizzata alla divulgazione dei saperi della legalitÓ agli studenti di Seriate e della provincia di Bergamo.


Seriate (BG) il 18 febbraio 2017 alle ore 9:00 presso il Teatro Aurora in via del Fabbro 5.

Saluti istituzionali
Testimonianza di Marisa Fiorani, madre di Marcella Di Levrano, vittima di mafia
Intervento di don Luigi Ciotti.
Modera Andrea Crippa, presidente della Rete di Scuole S.O.S

Alle ore 12:30 corteo al bene confiscato e intitolazione dello stesso a Marcella.
Consegna delle chiavi al presidente della Consulta Studentesca.

 

Comunicati

  1. Libera e Gruppo Abele su approvazione Senato ddl sul whistleblowing

    "L'approvazione in Senato del ddl sul whistleblowing , tutela dei segnalanti, Ŕ una bella notizia. L'auspicio, ora, Ŕ l'approvazione in tempi rapidi alla Camera dei Deputati per diventare definitivamente una legge dello Stato." In una nota Libera e Gruppo Abele commentano favorevolmente l'approvazione al Senato del ddl sul whistleblowing.

  2. Sull'omicidio di Daphne Caruana Galizia

    Il violento e brutale assassino della giornalista maltese Daphne dimostra ancora una volta quanto un'informazione libera, seria e documentata rappresenta un pericolo per i potenti, per i corrotti e per la criminalitÓ organizzata.

  3. Roma: Dalla legge di iniziativa popolare alla riforma del codice antimafia

    A pochi giorni dall'approvazione della riforma del Codice Antimafia, la rete delle associazioni del comitato promotore della campagna 'Io Riattivo il Lavoro', costituito dalla Cgil insieme ad Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro studi Pio La Torre, LegaCoop, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Sos Impresa, ha indetto una conferenza stampa.