Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise PÓgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Torino: proiezione del documentario "David Maria Turoldo. Viaggio alla ricerca di un Profeta"

Venerdý 13 gennaio alle ore 18:30 a Torino nei locali di Binaria - via Sestriere, 34, il Gruppo Abele organizza la proiezione del documentario  "David Maria Turoldo. Viaggio alla ricerca di un Profeta".  La vita di Padre David Maria Turoldo, poeta e presbitero italiano, Ŕ stata filmata e raccontata nelle sue fasi esistenziali attraverso un videoreportage, in occasione del centesimo anniversario della sua nascita..
Durante la serata sono previsti gli interventi di don Andrea Bigalli, curatore del documentario insieme a Massimo Tarducci, e di don Luigi Ciotti, fondatore del Gruppo Abele e di Libera.

Il film promuove, spiega il Gruppo Abele, "attraverso la contaminazione di vari generi, la conoscenza della sua figura: partendo dalle sue origini ne ricostruisce il lungo e travagliato percorso di vita, il suo sentire la sofferenza dell'altro e la costante ricerca della pace e della giustizia". 

 

Comunicati

  1. Libera su omicidi a San Marco in Lamis (Foggia)

    L'agguato del 9 agosto Ŕ la dimostrazione che siamo davanti una guerra criminale, feroce e violenta, una guerra in atto da tempo ma sottovalutata. Foggia, la Capitanata , il Gargano sono teatro di di una lunga scia di sangue che confermano ulteriormente una presenza mafiosa violenta e ben radicata nel territorio.

  2. Don Ciotti, necessario politica torni parlare con le persone

    Perche' la democrazia torni a essere "potere del popolo" e' necessario che la politica torni a parlare con le persone e non alle persone. E necessario che agisca con loro, non al loro posto". Cosi' don Luigi Ciotti, presidente di Libera, a margine di un incontro a Rispescia (Grosseto) dove e' in corso Festambiente.

  3. La rivolta delle donne, una crepa nelle mafie

    I momenti di silenzio e di preghiera, la riflessione e l'attenzione ai segni di speranza non possono andare in ferie. Tanto pi¨ se quei segni annunciano possibili svolte e cambiamenti, conquiste o riconquiste di civiltÓ. Nel mondo chiuso e violento delle mafie sta avvenendo un fatto nuovo e potenzialmente di-rompente: la rivolta delle donne, la presa di coscienza dei giovani. Leggi l'editoriale di don Luigi Ciotti sul numero 32 di Famiglia Cristiana