Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Milano: Orizzonti e pratiche per un'educazione alternativa alla cultura mafiosa

La proposta di formazione per docenti del territorio milanese inserito nella progettualità 285, si articola in un itinerario strutturato su due giornate, finalizzate all'approfondimento dei contenuti, dei metodi e di alcuni strumenti utilizzabili nel quotidiano educare alla legalità e alla giustizia sociale.

Struttura e contenuti della proposta
Il corso si struttura in due giornate di lavoro: il 30 e 31 gennaio 2017
Contenuti:
- le mafie come sistema pedagogico e culturale
- la funzione educativa di contesti
- il dispositivo educativo mafioso
- le mafie alla risposta dei bisogni profondi di chi è in crescita
- verso una pedagogia alternativa

Metodo
Il percorso sarà condotto con una metodologia interattiva, orientata a valorizzare conoscenze, esperienze e rappresentazioni dei docenti in formazione; cercando poi di farle interagire con saperi e conoscenze complesse. A tale proposito, si alterneranno relazioni di studio ed esperti, a momenti di lavoro di studio e approfondimento in gruppo. 

IMPORTANTE: E' OBBLIGATORIO PRENOTARE LA PARTECIPAZIONE AL CORSO E ISCRIVERSI A UNO DEI LABORATORI POMERIDIANI. LE ISCRIZIONI SARANNO ACCOLTE FINO AL 15 GENNAIO 2017.


 
 

Comunicati

  1. Libera e Gruppo Abele su approvazione Senato ddl ul whistleblowing

    "L'approvazione in Senato del ddl sul whistleblowing , tutela dei segnalanti, è una bella notizia. L'auspicio, ora, è l'approvazione in tempi rapidi alla Camera dei Deputati per diventare definitivamente una legge dello Stato." In una nota Libera e Gruppo Abele commentano favorevolmente l'approvazione al Senato del ddl sul whistleblowing.

  2. Sull'omicidio di Daphne Caruana Galizia

    Il violento e brutale assassino della giornalista maltese Daphne dimostra ancora una volta quanto un'informazione libera, seria e documentata rappresenta un pericolo per i potenti, per i corrotti e per la criminalità organizzata.

  3. Roma: Dalla legge di iniziativa popolare alla riforma del codice antimafia

    A pochi giorni dall'approvazione della riforma del Codice Antimafia, la rete delle associazioni del comitato promotore della campagna 'Io Riattivo il Lavoro', costituito dalla Cgil insieme ad Acli, Arci, Avviso Pubblico, Centro studi Pio La Torre, LegaCoop, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie e Sos Impresa, ha indetto una conferenza stampa.