Testata per la stampa
 
  1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
  1. rss |
  2. English page Page en langue francaise Pàgina en espanol |
  3.  
    |
  4. scrivi |
  5. mappa |
  6. Versione ad Alto Contrasto Dimensione del testo: Normale Dimensione del testo: Grande

Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Milano: Orizzonti e pratiche per un'educazione alternativa alla cultura mafiosa

La proposta di formazione per docenti del territorio milanese inserito nella progettualità 285, si articola in un itinerario strutturato su due giornate, finalizzate all'approfondimento dei contenuti, dei metodi e di alcuni strumenti utilizzabili nel quotidiano educare alla legalità e alla giustizia sociale.

Struttura e contenuti della proposta
Il corso si struttura in due giornate di lavoro: il 30 e 31 gennaio 2017
Contenuti:
- le mafie come sistema pedagogico e culturale
- la funzione educativa di contesti
- il dispositivo educativo mafioso
- le mafie alla risposta dei bisogni profondi di chi è in crescita
- verso una pedagogia alternativa

Metodo
Il percorso sarà condotto con una metodologia interattiva, orientata a valorizzare conoscenze, esperienze e rappresentazioni dei docenti in formazione; cercando poi di farle interagire con saperi e conoscenze complesse. A tale proposito, si alterneranno relazioni di studio ed esperti, a momenti di lavoro di studio e approfondimento in gruppo. 

IMPORTANTE: E' OBBLIGATORIO PRENOTARE LA PARTECIPAZIONE AL CORSO E ISCRIVERSI A UNO DEI LABORATORI POMERIDIANI. LE ISCRIZIONI SARANNO ACCOLTE FINO AL 15 GENNAIO 2017.


 
 

Comunicati

  1. Libera aderisce a La nostra Europa

    In occasione del Sessantenario dei Trattati di Roma, Libera aderisce e partecipa a "La nostra Europa", una coalizione di associazioni, movimenti sociali, sindacati, organizzazioni e attori sociali impegnati a costruire insieme una grande mobilitazione popolare il 23.24.25 marzo a Roma, quando  i leader della UE si incontreranno per celebrare i 60 anni di integrazione europea. 

  2. Da Locri l'urlo contro tutte le mafie

    Il 21 marzo la Giornata della memoria coi vescovi calabresi in prima linea. L'evento promosso da Libera e da Avviso pubblico si svolgerà nella cittadina jonica, luogo simbolo della battaglia alla 'ndrangheta. Col diretto sostegno della Conferenza episcopale calabra
    Articolo di Antonio Maria Mira su  Avvenire | 19 febbraio 2017

  3. Don Ciotti: "La politica si metta al servizio della società (civile)"

    "Dignità, è questa la parola chiave". Riconquistare la dignità perduta. Don Luigi Ciotti riparte da qui. Prete, una vita in mezzo alla strada dedicata ai più poveri e agli emarginati. Con il Gruppo Abele si è occupato di problemi sociali (droga, Aids, prostituzione, immigrazione), con Libera si prefigge invece di contrastare mafie ed illegalità diffusa.
    Intervista a don Luigi Ciotti di Giacomo Russo Spena su Micromega.